Articoli

Come promuovere i tuoi webinar tramite i social media

W – e – b – i – n- a- r”, un seminario online in cui parli in forma diretta con il tuo pubblico della tua attività e di come il tuo lavoro può aiutarli. Ma come promuovere webinar ?

Una volta appurato che il webinar è uno strumento di comunicazione one to many incredibilmente potente che permette di comunicare in modo strategico con la propria audience, l’obiettivo ultimo è quello di trasformare i tuoi lead in clienti, quindi persone potenzialmente interessate al tuo lavoro/azienda/servizi in acquirenti. Quindi, in teoria, più iscritti riuscirai a raccogliere, maggiori saranno i canali di business che potrebbero attivarsi successivamente.

Dirlo, scriverlo, comunicarlo 

Prodotti, servizi e webinar non si vendono da soli, vanno sponsorizzati e “comunicati” in modo appropriato. La comunicazione in ottica marketing ha fondamentalmente tre obiettivi: informare, persuadere e infine ricordare. Il flusso è molto semplice: c’è un (potenziale) compratore che deve innanzitutto essere informato sull’esistenza del “cosa” vogliamo vendergli, ma poi deve anche essere persuaso circa l’acquisto di un determinato prodotto/servizio (in questo caso il tuo webinar) con argomentazioni convincenti. Un processo lineare che affinché sia efficiente deve reiterarsi nel tempo (obiettivo ricordare) con un andamento circolare.

Hai pianificato un webinar? Adesso devi capire in che modo pubblicizzarlo. La promozione, il cui obiettivo/step finale  è la conversione, è un elemento imprescindibile della comunicazione e può avere forme, che sottendono meccanismi e logiche proprie, e che variano in relazione alla natura del “cosa”, del “chi” e del “come”. 

Crea una Landing Page coinvolgente

Facebook, Instagram, Linkedin, Telegram. Sono buoni canali di promozione, ma ti serviranno a poco se non hai una pagina di atterraggio adeguata, che sia chiara, fluida e anche ben scritta. Parti da una buona strategia persuasiva, pensa come un potenziale cliente. Se riuscirai a comunicare con lui in un’ottica più di benefici che di bisogni, avrai buone probabilità di conversione e/o di raccolta lead (contatti su cui lavorare successivamente con altre campagne o attività di marketing). 

Prima del webinar – Scegli i tuoi canali di promozione

Hai già una landing page?

Non basta, se nessuno sa che esiste e per un buon posizionamento sui motori di ricerca occorrono tempo, tanto lavoro e anche un po’ di soldini da spendere. Se i tuoi tempi sono stretti non è certo alla prima pagina di Google che puoi aspirare (a meno che tu non abbia il budget necessario per finanziare una campagna capillare su parole chiave molto competitive). 

Magari nel tuo caso può essere più efficace sfruttare le viralità dei social media distribuendo il tuo budget in modo strategico e su fasce di pubblico profilate. Facebook, Linkedin, Instagram? Qual è la piattaforma su cui il tuo “pubblico” trascorre più tempo?

Pensaci, riflettici, scegli il tuo “canale” preferenziale e stanzia un budget. La brutta notizia è che non puoi sperare di  promuovere il tuo webinar a costo zero, anche se hai una pagina “ricca”, rigogliosa e molto popolata.

Lo so, ti starai chiedendo quali siano i canali migliori. Dipende, tendenzialmente dal settore in cui operi e dal tuo target. Linkedin senza dubbio è il social network ideale per il B2B, un canale preferenziale se vuoi “colpire” i professionisti del tuo settore, anche se considerati i costi delle campagne (decisamente alti rispetto agli standard di altri social network), probabilmente Facebook e Instagram rimangono i canali più gettonati e se sei bravo a profilare riesci anche a contenere molto i costi.

Dunque, sei pronto per promuovere il tuo webinar? Naturalmente testa una campagna video. Se hai già un minimo di esperienza con le inserzioni su Facebook, saprai già che i video ti permettono di ottimizzare l’investimento perchè costano poco e raggiungono tante persone. Inoltre cosa può esserci di più sensato se non promuovere un webinar con un video?

Segui la logica del calendario editoriale 

Non si vive di sole campagne a pagamento, quelle possono aiutarti a fare click, a rimpolpare il tuo pubblico, ad acquisire lead  e a raggiungere vari altri obiettivi. L’engagement, che è il motore che tiene viva una pagina, lo puoi ottenere solo se pubblichi contenuti interessanti, coerenti con il tuo piano strategico ma soprattutto coinvolgenti. Più la tua pagina è attiva minore è la quota di budget di cui avrai bisogno per raggiungere i tuoi obiettivi, quindi, nel tuo caso specifico,  per “reclutare” partecipanti per il tuo webinar. 

Non pensi che sia inutile investire denaro in una campagna like per far crescere la pagina se poi chi ci arriva non trova nulla di interessante e va via? Considera anche che man mano che i tuoi follower non interagiscono con la tua pagina, non vedranno più i tuoi contenuti organici (post gratuiti senza nessun investimento di budget). I follower vanno acquisiti ma poi bisogna studiare una strategia per mantenerli e renderli attivi. 

Per esempio puoi condividere con il tuo pubblico consigli utili, guide, aggiornamenti di settore, brevi clip che anticipano i contenuti dei tuoi webinar. Per “potenziare” la copertura dei tuoi post, eventualmente, potrai investire un paio di euro sui contenuti più interessanti per ampliarne la visibilità e favorire le  “interazioni”. Però fallo con logica, seguendo un piano e sulla base di una strategia. A tal proposito ti anticipo che avrai bisogno di un vero e proprio calendario per pianificare e “rendicontare” la tua attività sui social. 

Il calendario editoriale è uno strumento essenziale per pianificare i contenuti, ragionare su temi e rubriche e per organizzare e avere una visione di insieme su tutto il lavoro che stai facendo sui social network per promuoverti. Ricorda che se non sei organizzato, se non hai un piano editoriale e se non sei cosciente del lavoro che stai facendo non sarai neanche in grado di misurare l’efficacia della tua strategia, sperperando tempo e denaro prezioso. 

Dopo il Webinar – Keep in touch    

Non è ancora finita! Stai attento a non sottovalutare l’importanza del Follow Up, d’altronde il webinar non si limita solo ed esclusivamente all’evento live e considera anche che, spesso, gli utenti preferiscono guardarlo in un altro momento o rivederlo successivamente. Peraltro la registrazione ti consente di continuare a promuovere il tuo evento anche se si è già concluso e di reiterare nel tempo la relazione con i tuoi contatti/partecipanti.

Per esempio, potrebbe essere una buona idea, mettere a disposizione la registrazione del webinar anche per chi non ha partecipato e proseguire con una campagna di acquisizione contatti che richiede una registrazione in cambio del link da cui scaricare il webinar. 

Oltretutto potrai estrapolare dal file brevi video da utilizzare per sponsorizzare il tuo prossimo evento e “colpire” con le tue inserzioni i nuovi utenti ma anche quel target già acquisito con cui nel tempo si sono persi i contatti. 

Non basta un webinar per svoltare, bisogna anche avere un pubblico. Un prodotto diventa redditizio se cucito sulle esigenze della propria clientela, con i webinar funziona, più o meno, allo stesso modo. 

Se fai già webinar o eventi online, come li promuovi? Hai altri suggerimenti? scrivili nei commenti qui sotto a questo post.

Come fare il pieno di iscritti: cosa imparerai?

Me lo sarò sentita chiedere almeno una cinquantina di volte. Via mail, al telefono, durante la regia di un webinar.

C’è una domanda che tutti voi, almeno una volta, mi avete fatto.

Come faccio a portare iscritti al mio webinar?

Bella questione: le risposte possono essere infinite e possono anche spaventare.

Sarò mai in grado di popolare i miei eventi online?

Ho riordinato le idee e messo in tavola tutte le cose che ho imparato dall’esperienza di questi anni. E per trasmettervele non ho pensato a niente di meglio di un webinar.

Voglio insegnarvi metodi semplici, applicabili fin da subito e pratici per trovare la propria nicchia e trasformarla in spettatori entusiasti.

Di cosa parlerò?

iscritti webinar

 

Webinar: come, cosa e perché

Perché ci sono webinar senza pubblico?

La risposta è semplice: perché si tende a pensare al pubblico prima di pensare al webinar.

Prima di tutto devi avere un obiettivo: qualcosa di piccolo e concreto, un sotto-obiettivo di qualcosa di più grande.

Dal tuo obiettivo crei l’idea, l’argomento e la tua scaletta.

Solo alla fine, puoi costruire un titolo accattivante. 

A questo punto hai deciso su cosa fare il tuo webinar e come organizzarlo, ora non ti resta che decidere data e ora in cui lo terrai. 

E una volta comunicata data e orario, non deve cambiare: il rischio di perdere partecipanti è molto alto.

Sei quasi pronto per poter iniziare a pensare al tuo pubblico, ma mancano ancora un paio di elementi fondamentali. Te ne parlerò approfonditamente questo venerdì alle 11:00 durante il webinar Come fare il pieno di iscritti e spero davvero di incontrarti. Se non ti sei ancora iscritto, puoi farlo da questa pagina.

Come promuovere il tuo webinar

Hai pensato profondamente al tuo webinar, tutto è pronto e ben pianificato. Ora puoi pensare al tuo pubblico. 

Un’anticipazione per te: ti spiegherò come portare iscritti con una sola settimana di promozione.

Ti racconterò di tre canali di promozione:

  • Creare e-mail efficaci

Con l’e-mail puoi comunicare in modo diretto con tantissime persone contemporaneamente, persone che già ti conoscono e hanno solo bisogno di essere “attratte” dalla tua proposta.

Per questo ti parlerò dell’oggetto della mail, del testo, dell’uso delle immagini. E dell’importanza dei reminder.

  • Gli elementi indispensabili per fare advertising

Una settimana di advertising ben fatto su Facebook ti permette di raggiungere potenziali clienti interessati ai tuoi argomenti.

Con un breve orientamento di base su come funziona l’advertising di Facebook (scelta dell’obiettivo, scelta del pubblico, scelta dell’immagine e del testo) potrai ottenere da subito i primi risultati.

  • Il posizionamento organico 

E-mail ed advertising non sono tutto: puoi raggiungere pubblico interessato sfruttando il tuo sito, il tuo blog, le tue pagine e profili sui social.

Quali pagine creare e come creare traffico attorno al tuo evento? Te ne parlerò Venerdì.

Da iscritti a partecipanti: i trucchi del mestiere

Voglio rovinarmi: ti racconterò di un paio di trucchetti che ho sperimentato per aumentare ulteriormente il volume di iscrizioni e di partecipazione.

Ma questi non te li anticiperò qui. Voglio lasciarti con la curiosità fino a Venerdì: iscriviti e partecipa, ti aspetto!

Sesso, cibo e gattini. Come rendere interessante il tuo Webinar.

Lo sappiamo. Anche tu vuoi sapere come rendere interessante i tuoi Webinar, come trasformarli in eventi memorabili, che lascino il segno, in grado di convincere, coinvolgere, convertire e, perché no, vendere.

Sai anche che ci sono le tre parole chiave che rendono ogni comunicazione straordinariamente efficace, più sui social network che nella realtà, ma comunque convincente: parliamo di Sesso, Cibo e Gattini.

La triade perfetta per ogni tipo di comunicazione.

Gatto, struzzo, insomma… animaletti carini!

L’obiettivo di un Webinar

Prima di tutto stabiliamo i confini. Ogni Webinar deve rispondere a queste esigenze:

  • Avere il numero giusto di partecipanti, dove giusto si riferisce al numero più adatto alle tue esigenze
  • Attrarre le persone in target, ossia potenzialmente interessate ai tuoi temi
  • Portarti il più vicino ai tuoi obiettivi e ai risultati che ti aspetti

Detto questo, le formule magiche per raggiungere questi risultati… non esistono!

O perlomeno, non sono così garantite e scientificamente provate come vorresti tu:

[Tweet “Esistono dei metodi che aumentano la probabilità di successo dei tuoi eventi online.”]

ma questi metodi hanno un grado di probabilità che oscilla e difficilmente si aggira attorno al 100%.

Sesso, cibo e gattini.

attirare iscritti webinar

Prova tu stesso. Condividi in tre giorni differenti tre post sulla tua bacheca di Facebook: uno parla di sesso, uno di cibo e uno di gattini e cuccioli affettuosi.

I feedback che riceverai ti confermeranno alla grande la più mitica delle leggi del Web!

Non stiamo qui a spiegarti perché e per come: sappi solo che si tratta comunque di tre stimoli che il nostro cervello considera come interessanti e quindi gli presta maggiore attenzione.

Magari butta un occhio ai nostri articoli sul NeuroMarketing, ad esempio:

[dropshadowbox align=”center” effect=”lifted-both” width=”400px” height=”” background_color=”#ffffff” border_width=”1″ border_color=”#dddddd” ]

LEGGI ANCHE:

Presentare con il NeuroMarketing in modo efficace e convincente

[/dropshadowbox]

Però, devi ammettere che usare in un webinar commerciale, giuridico, scientifico questi tre contenuti in quanto aumentano la probabilità di essere seguiti, non è una grande mossa. Allora, come fare?

Vediamo alcuni consigli che ti avvicinano ai tre risultati di cui abbiamo scritto qui sopra, ma non ti mettono contro nessuno!

Come rendere interessante il tuo Webinar.

Personalmente adoriamo il termine compelling, molto usato dai guru del web marketing e della comunicazione.

Il termine significa:

COMPELLING:
Efficace, convincente, persuasivo, interessante, coinvolgente

Ma quando un tema ha queste caratteristiche? Quando offre un valore aggiunto in un determinato aspetto molto caro ad un determinato segmento di popolazione. E quello che interessa un segmento può non interessare un altro segmento. Quindi, la prima regola è:

1. TROVA IL TEMA CHE INTERESSA VERAMENTE IL TUO TARGET

Non è banale.

Molti organizzano eventi sulla base delle proprie conoscenze, del proprio expertise, senza pensare minimamente a ciò di cui ha veramente bisogno la propria audience.progettare webinar vivace

Una volta individuato questo tema così compelling, devi trovare il modo di impacchettarlo nel migliore dei modi, ossia rendere il titolo e la descrizione del tuo evento online altamente stimolanti e magnetici per il tuo target.

Noi ci troviamo molto d’accordo e in linea con le indicazioni che offre Riccardo Esposito nel suo post sulle headline.

Riccardo ne ha scritti diversi sul tema, soprattutto in campo blogging, ma nella sua [Infografica] 36 modelli di headline ha fatto una cosa che in pochi fanno: ha preso il modello proposto da un non-italiano (in questo caso il colosso HUBSPOT) e ha fatto lo sforzo di tradurlo e adattarlo alla nostra cultura e mentalità.

2. CONFEZIONA IL PACKAGING: TITOLO + IMMAGINE + TAGLINE

partecipazione webinarTi starai dicendo, vabbè, le solite cose.

No, leggila sotto questa prospettiva, rileggendo quello che abbiamo detto più sopra:

Quando offre un valore aggiunto in un determinato aspetto molto caro ad un determinato segmento di popolazione

Cosa vogliamo dire? Se il tuo packaging è fatto per attrarre solo ed esclusivamente il target che più può apprezzare il tuo evento online ed è davvero efficace in questo compito, aumenterai la probabilità che il tuo evento sia apprezzato e diventi memorabile.

La selezione in entrata, in un certo senso, ti garantisce il successo: attiri solo le persone che possono davvero essere soddisfatte nell’assistere al tuo evento online, lasciando fuori quelli che non lo apprezzerebbero.

Ok, ma poi, quando li hai portati dentro, cosa accade?

3. CAVALCA L’ONDA DELL’ATTENZIONE

L’attenzione di un partecipante non è un flusso costante, ma un’altalena che lo porta dall’ignorarti all’evitarti, dall’amarti all’ammirarti, dal disprezzarti all’osannarti. Ok, no, non è proprio così! Questo accade al partecipante bipolare, che ti auguriamo di non incontrare nei tuoi eventi.

Tuttavia, l’attenzione di un essere umano è influenzata da molte variabili: ciò che lo circonda, gli eventi, il tema, il tuo tono di voce, il colore del muro dietro alle tue spalle, il titolo di una slide, il suono di un sms della sua ex, l’ambulanza che passa sotto il suo ufficio, una sbavatura del rossetto, una mosca che passa. Davvero!

partecipanti webinar

Tu devi riuscire ad agganciare il flusso dei suoi pensieri e trascinarlo nella tua storia, senza che possa sfuggire un solo istante.

Per farlo devi usare gli Hook, dei piccoli strategemmi retorici e interattivi che lo spingono a risvegliarsi e a donarti il suo bene più prezioso, l’attenzione.

Ci sarà un’occasione per parlarne più approfonditamente, per ora ti basti sapere che esistono delle tecniche per tenere magneticamente connessa l’attenzione dei tuoi partecipanti e coinvolgerli in modo costante e continuo.

E dove metto il sesso, il cibo e i gattini?

Dove vuoi! Se proprio vuoi usare dei metodi banali e scontati, fallo!

Diremmo che una slide ogni 10 puoi metterci qualche immagine osé, un gattino e del cibo!

Certo, se perdi in professionalità e personal branding, non dirci che non te l’avevamo detto! :-)

gestire webinar

Pre-Webinar: una risorsa incredibile. E un esempio pratico!

La domanda chiave del Pre-Webinar: come aumentare i partecipanti?

aumentare partecipanti webinar

Certo perchè ci stai mettendo l’anima e hai solo un momento per aumentare il numero dei tuoi partecipanti prima di un webinar: prima del webinar!

Vogliamo mostrarti una semplice strategia che può in molti casi aiutarti a trovare nuovi partecipanti ai tuoi webinar, soprattutto se sono inseriti in un modello Premium o, comunque a pagamento, come nel caso dei corsi e dei percorsi formativi.

Il concetto di Pre-Webinar

Immagina di avere contenuti esclusivi da trasmettere ad un gruppo relativamente ristretto di partecipanti, magari all’interno di un percorso eslcuivo, chiuso e a pagamento.

Il PreWebinar è costituito da tutto ciò che avviene prima dell’evento dal vivo (o della serie di eventi) e qui vogliamo includere questo particolare strumento non solo di comunicazione, ma anche di promozione.

Da dove partiamo?

Semplice da alcune considerazioni:

  • Molti potenziali partecipanti non ti conoscono e non sanno chi sei
  • Esiste sempre una certa diffidenza nei confronti degli eventi gratuiti
  • L’assaggio di quello che puoi offrire permette a molti di decidere se vogliono davvero partecipare!
  • La logica Freemium è molto efficace anche e soprattutto per i Webinar

Quindi come puoi aumentare il numero di partecipanti al tuo percorso Premium?

anteprima webinar

La Preview: aperta a tutti!

La soluzione è abbastanza semplice: prima dell’evento vero e proprio puoi aprire le tue stanze virtuali a tutti coloro che possono essere interessati e che vogliono accedere, in forma gratuita, ad almeno una parte dei contenuti esclusivi che hai da offrire loro.

preview webinar

La Preview ha alcune caratteristiche:

  • Deve essere aperta a tutti
  • Deve essere gratuita
  • Ti deve permettere di tenere traccia di chi è interessato (ad esempio con il suo indirizzo mail)
  • Deve offrire davvero un’anteprima stimolante e motivante di quanto avverrà nel Webinar gratuito
  • Deve avere un margine di tempo sufficiente per permettere alle persone di decidere se accedere al percorso completo
  • Può anche non contenere un vero e proprio Pitch di vendita
  • Può essere considerata come un micro-funnel a sé stante

webinar free

 

Un esempio di Preview: ecco l’invito!

Come sai si sta tenendo in queste settimane la serie di eventi formativi del corso Webinar Starter, il livello base della Webinar Academy.

Abbiamo deciso di avviare un Preview per tutti gli incontri del pomeriggio.

Come funziona? Semplice: ti iscrivi agli eventi gratuiti e hai una buona mezz’ora di formazione gratuita sui temi del giorno!

Non è solo un momento per conoscere la Webinar Academy, ma un’ottima occasione per:

  • Essere consapevole delle criticità e problematiche dell’organizzazione degli eventi online dal vivo
  • Conoscere strumenti, metodologie, strategie formative e comunicative da utilizzare online
  • Assaggiare un diverso modo di condurre e gestire webinar, riunioni online, aule virtuali e videoconferenze
  • Avere un esempio pratico di Pre-Webinar e Preview

 

anteprima webinar gratuita

Il Webinar Marketing che non c’è!

Parlare di Webinar Marketing in Italia è un po’ come parlare di voli nello spazio attorno agli anni Settanta: si faceva, ma sembrava una cosa ancora lontana, impossibile, ma che già esisteva!

E lo dico a ragion veduta, considerando alcune osservazioni che ho fatto durante l’estate e che mi convincono sempre più che dobbiamo ancora compiere molta strada.

webinar marketing

Webinar Marketing Boh!

Per lavoro e per passione amo seguire tutto ciò che ha qualcosa da spartire con il tema di cui sono maggiormente esperto: videoconferenze, webianr, webmeeting e aule virtuali dal vivo. Quello che capita è che per vedere come altri utilizzano il contenitore devi anche assaggiare il contenuto.

Così mi capita di seguire Webinar di tutti i tipi, prevalentemente in inglese, ma ogni tanto anche in Italiano.

Quando si parla poi di altre aree confinanti con il tema, mi accorgo che l’attenzione aumenta e la partecipazione diventa obbligatoria!

Così, nel corso del 2013 ho seguito indicativamente una ventina di eventi/percorsi/congressi/meeting sia in presenza che online specificamente sul tema del Marketing, del SEO/SEM, dell’Advertising, della comunicazione online, del presente e del futuro del WEB. Eventi di altissimo livello, completi, con sfumature tematiche di approfondimento e di qualità! Quindi parliamo del top!

Ecco il risultato:

Tranne in un caso, nessuno parla di Webinar Marketing

Quell’unico caso è stato il nsotro intervento nella Settimana della Formazione organizzato da Giorgio Taverniti e dal suo Team!

Webinar Marketing: ha un futuro?

come fare webinar marketingSenza voler fare i catastrofisti, possiamo però partire da una constatazione più semplice. Il Webinar Marketing ha un presente?

Direi di sì: se lasci il tuo indirizzo “ad minkiam” in tutti le landing page che ti promettono di diventare ricco e famoso grazie al web marketing, ti troverai prima o poi in contatto con decine di maghi e guru del web che usano il Webinar per fare Marketing. Forse, questa cosa si chiama… Webinar Marketing?

Quindi, il Webinar Marketing è approdato in Italia da un bel po’. Forse sono poche le persone che sanno cosa stanno facendo (o almeno che sono in grado di attrribuire alla loro attività la giusta etichetta?). Oppure si tratta di una cosa che si fa, ma che non si nomina? Strano, succede solo con il porno!

Michel Foucault diceva più o meno che le cose iniziano ad esistere quando iniziamo a nominarle. Ma se non le nominiamo, davvero non esistono?

Poi, veniamo alla domanda sul futuro del Webinar Marketing: se ha un presente è ancora più vero che sicuramente il Webinar Marketing ha un futuro!

La potenza, la diffusione e la famigliarità che ogni giorno riscontriamo con la tecnologia ci porta sempre più a usarla come strumento quotidiano e così come la televisione ha portato le televendite, così la rete porterà il Webinar Marketing (soprattutto per una delle ragioni che riportiamo nell’ebook “Webinar: 10 cose che non ti hanno detto (e che devi sapere subito)” che puoi scaricare gratuitamente da qui.

Dove si nasconde il Webinar Marketing?

Quando ho scritto il libro “Webinar Marketing“, l’unico titolo che riportava le stesse due parole nel titolo (ovvero Webinar e Marketing) era quello di Lewis Howes, ovvero Ultimate Webinar Marketing Guide, che ha ispirato e tuttora ispira moltissimi professionisti dei Webinar, un personaggio che ritengo essere veramente il punto di riferimento nel settore in ambito internazionale!

La maggior parte dei libri sul tema del Webinar si concentrano sul come farli, mentre Lewis punta sulle strategie di comunicazione.

Dopo la pubblicazione del mio libro introduttivo, poi ho scoperto almeno altri tre o quattro titoli decenti, professionali e completi.

Ma anche a livello internazionale, c’è davvero poco sull’argomento. O, almeno, c’è davvero poco di soddisfacente per chi non vuole un white paper creato col copia e incolla da quattro o cinque pessimi post di altri!

Come mai? Lo ammetto: non conosco la risposta!

So per certo che ogni giorno incontriamo un cliente che vuole fare Webinar Marketing (ma non lo sa!).

Ogni giorno qualcuno ci chiede consigli su come sfruttare il webinar nella promozione, nella comunicazione e nel lancio di servizi e prodotti, nel reperimento di nuovi contatti e nell’utilizzo di questo strumento per comprendere meglio il mercato. E… come si chiama questa cosa?

Iniziamo a parlare del Webinar Marketing!

Voglio concludere questa riflessione del tutto personale con un invito a tutti coloro che riescono a smuovere masse oceaniche di persone interessate al Social Media Marketing, al SEO, all’Advertising, al Web Marketing in genere, al Personal Branding e alle Digital PR.

Un invito esplicito: includete questo tema nei vostri palinsesti! Fate in modo che le persone inizino a capire che esiste questo mondo e facciamo tutto il possibile perchè si diffonda una vera cultura del Webinar e del suo uso nel Marketing.

AMAZING

Ne possiamo giovare tutti in qualità: più se ne parla, più si diffonde come strumento, meno avremo pantofolai che si improvvisano guru, meno avremo noiose presentazioni create sullo stampo degli americani e più si diffonderà l’esigenza di qualità non solo di quantità e di freemium anche nel settore del Webinar Marketing.

E se questo post ti ha fatto arrabbiare e vuoi dire la tua, bene! Significa che possiamo iniziare a confrontarci sul tema!

 

Accetti la sfida?

 

 

E se vuoi leggere l’unico titolo in italiano sul tema ti consiglio il mio “Webinar Marketing”: non ti cambierà la vita, te lo garantisco, ma ti può chiarire le idee sulle basi del Webinar per il Marketing e del Marketing per il Webinar.

In questo post sul libro “Webinar Marketing” ti spiego cosa significa questo binomio.

E se ti piace, ricordati di lasciare un commento e una recensione: sono indispensabili per gli altri lettori e per tutti coloro che sono interessati al tema!

 

Webinar Marketing: fare marketing con il webinar

 

 

Webinar Marketing

Webinar Marketing.

Oppure Webinar + Marketing? O, ancora, Webinar & Marketing!

La combinazione delle due parole è molto potente ed efficace: Webinar Marketing, ossia l’utilizzo del webinar per fare marketing e, allo stesso il marketing del webinar.

E’ strano, ma alla fine non sono molti che ci hanno pensato, o perlomeno, non quanti ci si potrebbe aspettare.

Come sappiamo quando si sviluppa e diffonde uno strumento, ci sono settori del mercato che velocissimamente ne approfittano, ne colgono le opportunità e si lanciano nella sperimentazione. Ne abbiamo un esempio con tutti i Social Network: a seconda della tipologia di attività o tematica affrontata, diversi contesti organizzativi si sono subito lanciati per sfruttarne il potenziale e sperimentarne subito i risultati.

webinar marketing

Con il Webinar sta accadendo ormai da diverso tempo la stessa cosa:

  • Chi fa Formazione lo sta sperimentando – forse troppo timidamente – per organizzare corsi di qualità, riducendo al minimo le spese di trasferta.
  • Chi fa Comunicazione si avvicina al Webinar per sperimentare nuovi modi per entrare in contatto con persone che prima non riusciva a raggiungere
  • Chi organizza Eventi si sta avvicinando ormai da tempo (ad esempio con il Live Tweeting) a strumenti per creare un ponte virtuale tra la presenza in un luogo fisico e la partecipazione online
  • E chi fa Marketing?

 

Webinar Marketing: forse non ci avevi ancora pensato!

Come per molte altre cose, in Italia arriviamo con un po’ di ritardo: ciò che ormai  è diffuso, consolidato e ampiamente entrato nella norma e nella consuetudine negli  Stati Uniti o in Australia, qui in Italia sta iniziando a muoversi, ma come?Webinar Marketing

Il Marketing ha subito colto la potenzialità del Webinar per comunicare in modo veloce ed efficace a molte persone, in almeno due direzioni: quella tradizionale, ossia parlare, descrivere, raccontare, spiegare e quella più innovativa, ossia ascoltare, monitorare, sentire, lasciare esprimere, far costruire al partecipante.

E se cerchi nei diversi Social Media a cui hai accesso, osserverai che Free Webinar, Webinar Gratuito, e combinazioni analoghe sono sempre più diffuse. Si direbbe quasi che chiunque si può mettere a fare Webinar!

In realtà non è così, come diciamo anche nella guida “Webinar: Dieci cose che non ti hanno detto” che viene regalata agli iscriti a WebinarPro.it (iscriviti!), non è nè immediato nè sempre semplice progettare, realizzare e riempire un webinar per fare marketing (e non solo).

 

Come fare Webinar Marketing?

Il Webinar Marketing si muove in due direzioni: Il Webinar per il Marketing e il Marketing per il  Webinar.

Webinar Marketing e Marketing del Webinar

Si perchè possiamo usare il Webinar come strumento di Marketing e possiamo invece usarlo come prodotto.

Per fare Webinar Marketing hai fondamentalmente un percorso guidato costituito da alcuni passaggi quasi obbligati:

  • Capire quale tipologia di Webinar è più adatta alle tue esigenze
  • Studiare dai campioni (come si suol dire!) e imparare bene l’Arte dei Webinar
  • Preparare il terreno e raccogliere partecipanti e potenziali interessati
  • Sfruttare il Webinar come strumento di comunicazione
  • Coltivare la tua community

 

Come imparare a fare Webinar Marketing?

conferenze online e webinar nel marketingQualche tempo fa, insieme a Fabio Ballor, abbiamo iniziato ad approfondire questi aspetti e ad usare il Webinar in entrambe le direzioni, costruendo una vera e propria professionalità.

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo distillato alcune soluzioni, studiato alternative, imparato moltissimo dai Guru del Marketing ed è nato Webinar Marketing, un libro di una settantina di pagina che introduce il tema del Webinar sia come strumento che come prodotto del Marketing.

Non vuole essere una guida definitiva, ma il primo assaggio per le persone che vogliono avvicinarsi a questo mondo e sfruttare la potenza di uno strumento che sta prendendo sempre più piede accanto alle tradizionali formule di SEM, SEO & Co.

Raccoglie soprattutto la visione strategica del Webinar come strumento di comunicazione e promozione, concentrandosi sugli aspetti più progettuali e operativi, piuttosto che tecnici.

Ad esempio, non è questo il libro per scegliere la piattaforma webinar più adatta alle tue esigenze (sic!), ma ormai sai anche che questa è l’ultima scelta. Tuttavia, è il libro giusto per capire i diversi modelli di Webinar Marketing, per comprendere come adattare questo strumento alle tue strategie complessive e come sfruttarne il potenziale per i tuoi servizi, i tuoi prodotti, il tuo personal branding o il posizionamento aziendale.

Chi può fare Webinar Marketing?

Potenzialmente tutti! Il Webinar Marketing è adatto a tutto ciò che può essere promosso, lanciato, condiviso, comunicato, posizionato e spiegato online.webinar-come-iniziare

Qualche esempio?

  • Servizi online
  • Software
  • Corsi e consulenza
  • Percorsi ed eventi formativi
  • Corsi ed eventi in presenza
  • Soluzioni consulenziali create ad hoc

Praticamente chiunque debba presentare, promuovere, lanciare qualcosa di condivisibile con le altre persone. Potente no?

Gli unici requisiti minimi sono la capacità di progettare e condurre un webinar, le competenze in termini di lancio commerciale e vendita, le conoscenze approfondite del prodotto o servizio promosso e tutto ciò che ha a che vedere con la tecnologia utilizzata nelle tradizionali conferenze online.

 

Dove acquistare Webinar Marketing?come fare webinar marketing

Webinar Marketing è reperibile in tutti gli store digitali e costa meno di un cappuccino! :-)

Per scegliere il tuo store preferito, vai direttamente sul sito dell’Editore Edida (un progetto di Stefano Angelo e Lamberto Salucco) dove stiamo sviluppando la collana Webinar Academy.

Lì potrai scegliere il formato e lo store.

 

Un assaggio del libro Webinar Marketing

Qui sotto abbiamo inserito un assaggio del libro, esattamente come lo leggerai dal tuo e-reader o dal tuo tablet.

Questi sono i titoli delle diverse sezioni:

  • Prefazioneindice del libro del libro Manuale Pratico del Relatore 2.0
  • Uno strumento, due direzioni
  • Il Promo-Webinar
  • Una premessa importante
  • I requisiti minimi: cosa ti serve per iniziare a lavorare con i Webinar nel Marketing
  • Il Webinar per il marketing
  • Gli obiettivi di un Webinar per il Marketing
  • Le caratteristiche dei Webinar per il Marketing
  • I modelli di Webinar per il Marketing
  • Contenuti di valore: il mondo degli InfoProdotti
  • Il Marketing per il Webinar
  • Che tipo di Webinar puoi proporre?
  • Come funziona il Marketing per il Webinar
  • Etica del Webinar Marketing: l’aspetto più importante!
  • Il nostro Media Toolkit: per documentarti e continuare a imparare con meno di 30 Euro!
  • Mini bibliografia essenziale

 

webinarmarketingcontenuti

La versione per IPad del Libro Webinar Marketing. C’è anche per Kobo, Kindle e, se proprio vuoi, pdf!

 

Buona lettura e ricorda: lascia un tuo feedback, sia in questa pagina che nella pagina dello store in cui lo acquisterai!

È fondamentale per permetterci di migliorare continuamente!