Articoli

Lead generation e SEO: come trovare nuovi contatti per il tuo business

Come acquisire lead di qualità attraverso attività SEO mirate?

Non importa quale sia il tuo business: il denominatore comune di ogni attività è trovare la strategia migliore per generare nuovi contatti interessati a ciò che hai da dire, da promuovere e da vendere.

Nel marketing online viene usato il termine lead generation per identificare tutte le attività mirate alla raccolta di contatti (lead) potenzialmente interessati ai tuoi servizi e prodotti.

Perché fare lead generation utilizzando i webinar può rappresentare un vantaggio notevole? Te lo spiega Debora in questo articolo.

Oggi proverò invece a spiegarti, in modo più semplice possibile, come attuare diverse attività SEO utili sia al posizionamento generale del tuo sito, sia all’acquisizione di contatti di qualità.

 

lead generation

Cos’è la lead generation?

La lead generation è l’insieme di azioni che ti permettono di creare una lista di contatti potenzialmente interessati ai prodotti o servizi che offri.

Se vuoi avere maggiori informazioni su cosa sia la lead generation, non puoi perderti questo articolo.

Per generare i lead (contatti), possono essere utilizzate le strategie più tradizionali come la pubblicità cartacea o quella televisiva, ma anche più innovative e più efficaci come il web marketing, tra cui la SEO che approfondirai in questo articolo.

L’obiettivo di qualsiasi strategia è portare un alto numero di utenti su una determinata Landing Page, convincerli a lasciare il proprio contatto con una Call To Action persuasiva e chiara (fornendo in cambio contenuti e materiali) e, successivamente, utilizzare i lead collezionati per azioni commerciali mirate.

Come creare contenuti efficaci per fare lead generation?

Di seguito trovi 3 suggerimenti per fare Lead Generation attuando alcune strategie SEO.

  1. Contenuti ricchi, utili e coerenti

Se vuoi posizionare organicamente i tuoi contenuti sui motori di ricerca, devi creare contenuti ben scritti, molto utili e mirati al posizionamento di parole chiave (keywords) altamente ricercate dal tuo target.

Dopo aver curato al meglio i tuoi contenuti dal punto di vista SEO, dovrai preoccuparti di creare una call to action coerente con i tuoi contenuti e un semplice form per la raccolta dei dati di tutti quegli utenti che atterrano sulla tua pagina.

  1. Sfrutta la Long Tail nella tua strategia 

Un’ottima strategia SEO è quella di sfruttare la Long Tail (coda lunga), ovvero di posizionare keywords meno ricercate con le quali è molto facile posizionarsi, grazie ad una minore concorrenza dovuta ai volumi di ricerca più bassi.

Questa scelta ti permette di creare contenuti altamente specifici per un target super definito e raggiungere così un’efficacia molto alta (e un’alta probabilità di convincere i tuoi utenti a lasciarti i tuoi dati).

  1. Sfrutta correlate e suggerimenti per creare contenuti “altamente raggiungibili”

Dopo aver selezionato le parole chiave più utili per intercettare i bisogni del tuo target (sfruttando anche l’effetto Long Tail), puoi lavorare sulle ricerche correlate e i suggerimenti di Google per farti guidare nella creazione di contenuti altamente posizionati.

Inserendo nei tuoi testi le correlate più ricercate intorno alla keyword che stai trattando, creerai dei contenuti sia molto premiati dai motori di ricerca in termini di posizionamento, sia molto utili per i tuoi utenti.

Per fare ciò, oltre ad usare le ricerche correlate di Google, puoi utilizzare strumenti come SeoZoom o Ubersuggest.

Ri-agganciandoci al discorso Lead Generation, lo scopo principale dei tuoi contenuti deve essere quello di spingere l’utente a lasciarti i propri dati. Oltre alla cura dei contenuti, è fondamentale avere landing page e call to action efficaci.

Ma andiamo con ordine.lead generation

Lead generation: come creare una landing page efficace per i tuoi contenuti

Hai curato al massimo i tuoi contenuti ma nonostante questo la tua landing page non ti ha dato i risultati che ti aspettavi?

Le variabili per le quali una landing page può non essere efficace sono molteplici.

Abbiamo già studiato nei paragrafi precedenti come creare contenuti per la tua landing page mirati al tuo target ideale, ad informare e a dare soluzioni pratiche.

L’obiettivo ultimo però è farti lasciare i dati degli utenti per poterli successivamente ricontattare e non disperdere il traffico che hai veicolato sulla tua pagina.

Molto può dipendere dalla chiarezza della tua CTA (Call to Action) e soprattutto dal tipo di dati che chiederai loro di lasciare. 

Oltre al discorso dei contenuti che abbiamo ampiamente trattato, ecco un elenco di 7 brevi consigli che voglio darti per realizzare landing page efficaci:

  1. Semplicità: hai 5 secondi per catturare l’attenzione del cliente. Attento a non inserire informazioni ridondanti, soprattutto nella prima sezione della tua pagina
  2. User experience: mettiti sempre nei panni dei tuoi utenti e testa sempre ogni tua pagina con occhio critico
  3. Design attraente: colori, font, grafica sono elementi essenziali per catturare lo sguardo del visitatore. La tua comunicazione deve essere accattivante e sempre coerente con il tuo brand
  4. Usa i tuoi punti di forza: utilizza più che puoi testimonianze, recensioni, dati e fonti autorevoli
  5. Pulizia di header e footer: preoccupati di avere intestazione e footer di pagina puliti e privi di link inutili. Minimizza le possibili distrazioni
  6. Ordine e gerarchia: la landing page dev’essere completa di titolo, testo, offerta e CTA. Questa gerarchia porterà il tuo utente a diventare lead
  7. Pulsanti CTA: devono essere ben chiari e visibili, devono differenziarsi dal resto della pagina per testo e colore. Testali sempre

Lead Generation e CTA: hai mai provato con i webinar?

Abbiamo parlato a lungo di come creare contenuti SEO friendly al fine di raccogliere nuovi contatti interessati ai tuoi servizi e prodotti.

Hai mai provato, invece, ad utilizzare i webinar come strumento di lead generation?

Come ti spiega Debora in questo articolo, il webinar è uno strumento super efficace di lead generation in quanto:

1- Ti permette di erogare una grande quantità di contenuti in poco tempo

2- Tramite una landing page di iscrizione, ti permette di raccogliere facilmente e-mail, nome e cognome degli utenti interessati ai tuoi contenuti, generando così i tuoi lead prima ancora di trasmettere il webinar

Se ti interessa imparare a sfruttare questo potentissimo strumento di lead generation, ti invito a scoprire Webinar&Live Marketing, il nostro prossimo corso in aula a Milano il 26 e il 27 Settembre dove imparerai come utilizzare webinar, live e dirette online per:

  • Trovare nuovi contatti e clienti di qualità
  • Fare personal branding e positioning
  • Lanciare, promuovere e vendere servizi e prodotti

 

Landing Page di un webinar: quando è davvero efficace

Ci siamo: hai deciso il giorno. Hai deciso l’ora. Hai deciso anche l’argomento!

Ora tutto quello che ti serve è un bel po’ di carica trasmessa da decine e decine di iscritti al tuo webinar!

Ma ti trovi davanti ad un grande ostacolo: come costruisco la landing page perfetta per il mio webinar?

Se sei atterrato tra queste righe, è perché è arrivato il momento di rimboccarsi le maniche e agire!

landing page

La creazione della landing page è una delle tappe più importanti che separa la tua decisione di organizzare un evento online dalla sua effettiva realizzazione.

Perché? Il motivo è semplice.

Senza una landing page efficace, questi sono i due grandi rischi che corri:

  • Nessun iscritto al tuo webinar.
    Comporta la cancellazione del tuo evento online e una bella dose di demoralizzazione.
  • Iscritti poco motivati e poco in target
    Comporta il mancato raggiungimento degli obiettivi che ti sei prefissato per il tuo webinar: nessun nuovo contatto “di valore”, nessuna vendita, nessun vantaggio a lungo termine una volta terminata la diretta.

Cosa devi sapere per poter costruire una landing page efficace per il tuo webinar?

Landing page: significato, traduzione e obiettivo

Lo so, probabilmente già conosci il significato del termine landing page.

Se hai fretta e non hai bisogno di un ripasso, clicca qui per prendere il passaggio segreto e andare subito sul concreto.

Landing page significa letteralmente “pagina di atterraggio“: si tratta, semplicemente, di una pagina web a cui gli utenti accedono cliccando su un link inserito in un risultato di ricerca o in un annuncio pubblicitario.

La home del tuo sito potrebbe quindi essere una landing page. Oppure la pagina contatti. O ancora, un articolo del tuo blog.

L’importante è che la pagina su cui i tuoi utenti atterranno abbia queste due caratteristiche:

  • Contenuti e informazioni coerenti con il messaggio pubblicitario
    La tua landing page deve essere una naturale estensione del messaggio pubblicitario con cui gli utenti entrano in contatto. Ad esempio, se crei un’inserzione dove parli del tuo prossimo webinar, la tua landing page non dovrà parlare dei tuoi corsi in aula.
  • Call to action chiara e mirata
    Una landing page può essere definita tale solamente se presenta una chiamata all’azione esplicita. Qualche esempio: ” scarica la guida ” , ” compila il form per ricevere un preventivo ” , ” acquista adesso ” , ” iscriviti al webinar “.

Questo perché il solo e unico obiettivo che devi sempre tenere a mente è che la tua landing page sia mirata alla conversione.

Una landing page efficace è una landing page dove, chi ci accede, compie l’azione per cui quella pagina è stata progettata.

Landing page per il tuo webinar: come farla

Se lo scopo generale di una landing page è far compiere un’azione ai tuoi utenti, quando si parla di landing page di un webinar, l’obiettivo è convincere gli utenti ad iscriversi all’evento.

Semplice, ma non così facile!

Prima di passare ad esempi concreti di landing page di iscrizione ad un webinar, ti lascio il mio prezioso vadevecum in 8 punti sviluppato in diversi anni, tentativi, fallimenti e successi di creazione di landing page per webinar:

  1. Oggetto, data e orario devono essere le prime informazioni presenti nella tua pagina.
    Le prime righe di una pagina web sono quelle che, per certo, verranno lette dai tuoi utenti appena atterrano (se vuoi approfondire gli studi a riguardo, ti consiglio di leggere questo articolo).
    È fondamentale, quindi, fornire nell’intestazione della tua pagina le coordinate di orientamento: “webinar in diretta, in data *** all’ora *** “. Se il webinar che organizzi è gratuito, comunicalo nelle prime righe.
    In questo modo i tuoi utenti ricevono subito le informazioni più importanti e capiscono istantaneamente di cosa parlerà la pagina che hanno davanti.
  2. Quello che chiedi ai tuoi utenti è importante.
    Per iscrivere un utente ad un webinar, hai bisogno solamente del suo indirizzo e-mail.
    Ma più informazioni riesci ad ottenere dai tuoi iscritti, migliori saranno i risultati del tuo webinar, delle tue analisi di marketing, persino dei tuoi risultati commerciali.
    Per contro, più informazioni chiedi, più gli utenti tenderanno a disinteressarsi ed evitare di lasciare i loro dati.
    Trova un equilibrio tra le informazioni che vuoi ottenere per le tue analisi e la tipologia di pubblico a cui ti rivolgi.
  3. Utilizza le immagini. 
    Inserire delle immagini all’interno della tua landing page ti aiuterà ad aumentare il numero di iscrizioni.
    Soprattutto se le immagini che inserisci sono coerenti con quelle utilizzate per la pubblicità: più il senso di “naturale estensione” tra annuncio pubblicitario e pagina di atterraggio è forte, più i tuoi utenti saranno spinti ad iscriversi.
    La tipologia di immagini che fa al caso tuo dipende da tantissimi fattori: il tuo settore, l’argomento del tuo webinar, il target del tuo evento.
    Come regola generale, le immagini che portano maggiore conversione presentano, in generale, colori chiari e luminosi.
  4. Copy semplice, accattivante, breve e chiaro.
    All’interno della tua landing page devi raccontare ai tuoi utenti di cosa parlerai durante il webinar.
    Segui queste regole per il tuo copy:
    Scegli un titolo e un programma accattivante (per suscitare curiosità)
    Usa un linguaggio semplice e chiaro (frasi brevi e parole semplici per stimolare la lettura)
    Crea piccoli blocchi di testo e non dilungarti (cerca di essere il più sintetico possibile)
  5. Inserisci più volte la call to action.
    Qualche utente è convinto già dal tuo annuncio pubblicitario e vuole iscriversi immediatamente.
    Altri invece hanno bisogno di conoscere il programma del webinar, di sapere chi sei, di pensarci su prima di lasciare i propri dati.
    Altri ancora ci ripensano fino alla fine e possono decidere di iscriversi all’ultimo momento.
    Non avere paura di ripetere più volte il form di iscrizione al tuo webinar: inseriscilo in cima alla tua pagina, nell’ultimo blocco e crea un pop up per chi vuole chiudere la pagina.
  6. Inserisci immagine e breve bio del relatore.
    Dedica una breve sezione della tua pagina per presentare il relatore: in questo modo aumenti il grado di fiducia percepito da chi atterra sulla tua pagina.
  7. Call to action e conversioni sono la cosa più importante.
    Iscriviti ora al webinar“. Il bottone che i tuoi utenti dovranno cliccare per iscriversi al tuo evento è l’elemento principale della tua pagina e ci devi dedicare tantissima cura.
    Deve essere ben evidente e distaccarsi dal resto della grafica: sperimenta diversi colori, diverse dimensioni e diverse forme.
    Ricorda sempre: una pagina che funziona bene non è necessariamente una pagina bella, ma una pagina che converte.
  8. Pensa prima al mobile!
    La tua landing page deve essere assolutamente perfetta se visualizzata da mobile. Assicurati che tutto funzioni bene anche sugli schermi piccoli!

Landing page: esempi e spunti

Il modo migliore per capire com’è costruita una landing page efficace è toccare con mano un esempio di pagina già ben collaudata.

Questa è la landing page del nostro prossimo webinar (13 settembre alle 14:00):

landing page

landing page

Se analizzi la struttura, puoi trovare facilmente tutti punti del vadevecum:

  • Testo semplice e accativante
  • Informazioni chiare e brevi
  • Data ben visibile
  • Informazioni importanti in cima alla pagina
  • Call to action ripetuta più volte
  • Uso di immagini
  • Perfetta leggibilità e funzionamento da mobile

Se vuoi dare un’occhiata all’intera costruzione della landing page, puoi farlo cliccando qui.

E naturalmente sei invitato al webinar!

Per una panoramica di diverse tipologie di landing page per i tuoi webinar, ti consiglio di leggere l’accurata analisi che trovi in questo articolo di InstaPage. 

Troverai tantissimi spunti e numerose idee da sperimentare!

E le landing page dei tuoi webinar a che punto sono?

Se vuoi qualche consiglio sulle tue landing page, puoi farlo all’interno della nostra community su Facebook interamente dedicata ai webinar: all’interno del Webinar Club puoi pubblicare le tue pagine e ricevere i feedback di tutto il team di WebinarPro e di chi, come te, ha deciso di organizzare i webinar per dare una svolta al proprio marketing!

 

 

E se devi organizzare webinar e non sai da dove iniziare, contattaci: possiamo aiutarti a creare landing page super efficaci!