Articoli

Mostre Virtuali: la digitalizzazione della cultura al tempo del Covid

Il 2020 ha segnato un incremento dell’uso del digitale, impiegato nei più disparati ambiti: dalla didattica ai convegni, dagli acquisti a quasi tutti i lavori svolti in modalità smart working. Nel calderone troviamo anche il settore museale con le mostre virtuali. 

 

A causa dell’emergenza mondiale sanitaria, molti settori sono stati travolti economicamente e per sopravvivere molte aziende e molte realtà hanno spostato, ove possibile, la propria attività online. Si pensi, ad esempio, ai convegni organizzati online attraverso i webinar a causa dell’impossibilità di recarsi fisicamente in uno spazio chiuso che si sarebbe potuto trasformare in un luogo di contagio.

Se vuoi organizzare fiere digitali e mostre online, clicca qui

In che modo i musei, le istituzioni e le gallerie possono sfruttare le tecnologie digitali? Quali sono le potenzialità di questi strumenti?

Organizzare mostre virtuali 

Diversi musei hanno allestito delle mostre virtuali per permettere ai visitatori di fare un giro tra i tesori nascosti. I tour sono preziosi in quanto consentono di fare una piccola esperienza del museo comodamente da casa.

I virtual tour hanno in linea di massima lo stesso funzionamento. Possiamo immaginarli come delle fotografie a 360° navigabili grazie ad una plancia di comando che consente di spostarsi all’interno delle sale. Alcuni consentono ingrandimenti per non perdere i dettagli di un singolo elemento, altri mettono a disposizione dei pannelli esplicativi che guidano il visitatore nelle sale.

La Galleria degli Uffizi, già nel 2019, aveva digitalizzato la Sala delle Dinastie e le Sale del Cinquecento Veneziano. Il visitatore si muove in autonomia all’interno delle sale e cliccando sul cerchio ha informazioni sull’artista, sulla tecnica impiegata e sul periodo di realizzazione.

 

 

Esempi di mostre virtuali di successo 

Molti musei, per i loro tour virtuali, invece, hanno deciso di avvalersi del sistema Google Arts & Culture. Si pensi, ad esempio, al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, e al MAXXI di Roma.

Per quanto riguarda le mostre, per adesso ci sono tour virtuali che consentono di esplorare la grande la mostra Archeologia Invisibile del Museo Egizio di Torino. Il visitatore virtuale si muove tra gli spazi usando i comandi interni e utilizzando le voci presenti sulla colonna di sinistra che permettono di scegliere i luoghi e gli spazi che si intendono esplorare.

 

Webinar e mostre virtuali: il binomio per digitalizzare la cultura  

A proposito delle mostre, un alto sistema utilizzato, soprattutto dalle guide turistiche specializzate, è la realizzazione di webinar legati al mondo dell’arte, dove raccontano e spiegano ai turisti virtuali i tesori di un museo o di una galleria.

Tutto ciò ci dimostra che la digitalizzazione dell’arte non è un semplice video pubblicato sui social network. Si configura come una strategia elaborata e strutturata che non intende sostituirsi alla visita in presenza, ma che ha una duplice funzione: incuriosire il visitatore virtuale e creare un sempre più stretto legame con il pubblico di riferimento.

Scarica gratis qui la guida per progettare in ogni aspetto, eventi digitali professionali.

Questa tipologia di fruizione è possibile anche per fiere, mostre minori, esposizioni di prodotti e molto altro. Come dicevamo durante l’articolo, è un modo per coinvolgere ed eliminare le distanze. Qui puoi vedere un esempio del nostro Webinar Summit tenuto a Dicembre 2020: format virtuale totalmente personalizzabile e adatto ad ogni settore. 

Se sei arrivato fino a qui è perchè potenzialmente, hai necessità di organizzare eventi di questo tipo. Non aspettare altro tempo, i tuoi competitors probabilmente non aspetteranno.  Raccontaci il tuo progetto e ottieni tutte le informazioni che vuoi, compilando il form qui sotto.

 

 

La storia di WebinarPro: da 5 anni punto di riferimento per gli eventi online.

Buon compleanno WebinarPro: 5 anni di webinar, e non solo

Era una mattina del 1° dicembre 2015, quando quattro persone, un notaio, un commercialista si trovano e facevano nascere WebinarPro srl.

Ma procediamo con ordine, e raccontiamo tutti i fatti più importanti.

Prima di WebinarPro: 2011 e dintorni.

Era l’estate del 2011. Fabio Ballor organizzava un webinar su… “Come fare i webinar con Adobe Connect”. Non era la prima volta, anzi, ne aveva già tenuti diversi negli anni precedenti, anche con la collaborazione del suo mentore Robin Good.

Dall’altra parte dell’Italia, Luca Vanin veniva a sua volta invitato come partecipante al medesimo evento da un’amica.

Quel webinar segna l’inizio di tutto. Nei mesi successivi Fabio e Luca incontrarono altri amici per sviluppare un’idea che Fabio aveva in mente da tempo: Insegnalo.it.
Per imparare e insegnare online

Il progetto era ambizioso e in un momento storico in cui non esistevano  veri e propri marketplace di corsi online, ambiva a mettere chiunque nelle condizioni di insegnare a distanza, creare corsi online e venderli.

Nel mese di novembre del 2012, per i due co-fondatori del progetto ci fu la possibilità di aiutare il Master di Firenze del Prof. Calvani a promuovere l’e-learning in tutta Italia. Con una serie di webinar, Fabio e Luca aiutarono tutto il team dell’Università di Firenze a trovare persone interessate a diventare professionisti della formazione online e, allo stesso tempo, gettarono le basi per sperimentare una nuova forma di promozione: il Webinar Marketing.

Nel corso dei mesi successivi, Insegnalo lanciò E-Learning Basics, un corso interamente online che usava i Webinar come strumento avanzato di formazione dal vivo.

 

I due co-fondatori, nel frattempo, collaboravano con diverse Università, con l’ITD CNR di Genova e con associazioni come il CKBG, fornendo supporto e assistenza nei casi in cui si usassero i webinar come strumento principale per l’interazione tra allievi e docenti online.

In quegli anni Fabio e Luca organizzavano praticamente tutte le sere un webinar, affrontando ogni volta un tema diverso, con ospiti provenienti da tutti i settori.

I due raggiunsero in pochissimo tempo un numero incredibile di partecipanti, affinando sempre più le tecniche e le strategie di gestione dei webinar.

Da quell’esperienza, nel 2013 nacque il primo libro in italiano sul tema dei webinar, edito con Hoepli in una delle collane più prestigiose sul web marketing e la comunicazione. Si trattava di un testo molto completo che affronta tutti gli aspetti della progettazione e realizzazione di un webinar di livello professionale.

È nel maggio di quell’anno che nasce il dominio www.webinarpro.it, come base per un blog di approfondimento sul tema dei Webinar Professionali, da cui, il nome dell’azienda.

La fondazione di WebinarPro

Fu nel 2015 che avvenne uno degli incontri più importanti in questa storia.

Nell’ultima edizione del corso E-Basics i due ricevettero una splendida email da parte di Paola Breseghello che gettò le basi di tutto ciò che avvenne dopo.

Paola li mise in contatto con Marco Canali e dal 1° Aprile 2015  i quattro iniziarono a lavorare alla creazione di qualcosa di unico, l’azienda WebinarPro.

Il 1° dicembre 2015, davanti a un notaio e al commercialista, nacque WebinarPro srl, con sede legale a Milano e sede operativa a Palermo.

L’esperienza dei quattro soci portò subito a una ridefinizione di molti aspetti del business.

Prima di tutto, il tema non doveva più essere l’e-learning ma focalizzarsi sui webinar, sul loro uso, sulle strategie, sulle tecnologie.

Peccato che il destino è beffardo e tra i primi ordini di quel mese di dicembre ci fu, chiaramente, una richiesta di… e-learning. E nel corso di questi primi 5 anni ci sono stati più ricorsi, fino ad essere definitivamente incluso nelle nostre attività (più sotto spieghiamo meglio cosa fa WebinarPro).

La progettazione di quei giorni gettò le basi per tutto l’avvenire.

A casa di Paola e con la sua conduzione, i soci definirono tutti gli aspetti per la fondazione di WebinarPro: clienti, prodotti, mercati, possibili sviluppi.

Nei mesi successivi, arrivarono in sequenza:

  • Il logo e il payoff
  • La prima dipendente (Debora)
  • Il primo ufficio di Milano
  • Il primo ufficio di Palermo
  • I primi clienti
  • I primi grandi progetti
  • Le prime piattaforme webinar

Negli anni successivi ci fu l’evoluzione del progetto.

Le mille sfaccettature di WebinarPro

Fa la differenza. Il payoff di Webinarpro ha sempre focalizzato l’attenzione sulla differenza tra un evento digitale (e non solo) improvvisato e uno realizzato con la maestria che caratterizza i professionisti: controllo, sicurezza, strategia. In una parola: l’eccellenza.

E WebinarPro ha sempre concentrato la sua attenzione su tutto ciò che riguarda la formazione e la comunicazione online, in primo luogo in diretta e in seconda battuta in modalità sincrona.

Nel corso di questi anni, il team di WebinarPro è cresciuto tantissimo. Siamo passati da tre persone operative (i soci Luca, Fabio e Paola) ad essere oggi in più di 20 persone, tra dipendenti, soci e collaboratori stabili.

Dal punto di vista del mercato, abbiamo vissuto diverse fasi. Dal 2013 quando era già difficile far capire il significato della parola “webinar” arriviamo al 2020 in cui WebinarPro ha rappresentato un’ancora di sicurezza per molte aziende e professionisti che con il Covid-19 hanno dovuto reinventare il proprio business, affrontando la rivoluzione generata improvvisamente dal lockdown.

Oggi WebinarPro affronta sfide continue con eventi complessi con oltre 20 relatori, più di 10 lingue tradotte simultaneamente, piattaforme e-learning con decine di migliaia di utenti, sistemi integrati per fare formazione online.

E le sfide non sono ancora finite.

Il Webinar Summit: l’evoluzione dei webinar di WebinarPro

Non è mai esistito un Webinar Summit che parlasse di… webinar e live sui social.

Già nel 2018 volevamo sperimentare questa modalità e oggi, per il quinto compleanno di WebinarPro ci riusciamo, con una marcia in più.

Il Webinar Summit rappresenta il tentativo non solo di parlare in modo pratico e scientifico del mondo dei webinar e delle live, ma è l’occasione per vivere un’esperienza completamente immersiva, con un evento 3D di altissimo livello, organizzato con gli amici di ScannerGlobe, su un progetto dell’architetto Bruno Belluomini.

WebinarPro oggi. La nostra esperienza è il tuo vantaggio. 

Con 7.000 mila ore di webinar live alle spalle abbiamo visto cosa funziona e cosa no, quali sono gli errori più frequenti e come evitarli. Abbiamo sviluppato un metodo di progettazione-realizzazione che permette a chiunque di realizzare eventi con facilità e in tempi brevi. Anche senza avere competenze tecniche e strategiche sulla comunicazione live.

Il tuo vantaggio è risolvere tutte le incertezze da subito, evitare errori, avere angeli custodi esperti che ti assistono prima, durante, dopo la tua diretta. Avrai più soluzioni di quante immagini, risultati migliori e meno stress.

Abbiamo pubblicato il primo libro in Italia sui webinar (Webinar Professionali, Hoepli, 2013) quando in Italia ancora non si parlava di webinar, il primo libro al mondo sul public speaking per le dirette live (Public Speaking Online, Flaccovio, 2015) e il primo libro italiano sul webinar marketing (Webinar marketing, Edida, 2014).

I nostri clienti sono la tua sicurezza

Nel corso di questi primi 5 anni di vita abbiamo gestito centinaia di clienti, seguendo i loro progetti di formazione, comunicazione e marketing online.

Abbiamo stimato di aver realizzato oltre 7.000 ore di eventi online, ma siamo quasi sicuri che si tratta di un valore molto superiore alla realtà, soprattutto se consideri che realizziamo ogni giorno dai 10 ai 20 eventi, spesso in contemporanea, sempre più frequentemente in tutto il mondo.

Clienti come MIUR, ConfCommercio, Aon, Hoya Lens, Ariston Thermo Group, Il Giardino dei Libri, Università di Bari, Università di Palermo, ITD CNR di Genova, Ordine degli Psicologi della Lombardia, Fatture in Cloud, AICA, organizzano con noi eventi online coinvolgenti ed efficaci. [aggiorna l’elenco co i nuovi big]

Grazie a WebinarPro, gestiscono in tranquillità più relatori e migliaia di partecipanti, raggiungono i loro obiettivi. Ogni giorno professionisti e imprese ottengono risultati eccellenti nella formazione, nel marketing, nella comunicazione grazie al nostro metodo, alla nostra conoscenza delle piattaforme e ai servizi di assistenza e regia.

Cosa puoi fare tu con il supporto di WebinarPro

Tu puoi comunicare in diretta con 2, 50 o 5.000 persone senza che nessuno faccia un chilometro. Puoi parlare in tempo reale con le persone. Puoi condividere lo schermo, mostrare slide, rispondere alle domande. Puoi suddividere le persone in gruppi di lavoro su diverse aule virtuali. Il webinar è un mezzo di comunicazione potente, efficace, economico, produttivo. Puoi registrare la diretta e utilizzare il video per moltiplicare i tuoi risultati.

Puoi sfruttare i webinar per la comunicazione interna aziendale o per videoconferenze e marketing rivolti ad un grande pubblico.

È come avere sedi aziendali in tutto il mondo, un centro convegni, una TV privata con il palinsesto che decidi tu!

  • Vendita e Sales Meeting
  • Smart Working
  • Formazione
  • Assistenza ai clienti
  • Presentazioni e Convegni

Quali servizi offre WebinarPro?

Offriamo piattaforme webinar e piattaforme e-learning (scopri Jiolli.it), formazione, assistenza per realizzare videoconferenze ed eventi in diretta online.

Ma non solo. Siamo specializzati in eventi online dal vivo di livello professionale, perfetti per aziende e professionisti che vogliono offrire ai propri partecipanti un’esperienza sicura, fluida, professionale e gratificante, senza il timore che qualcosa vada storto e con tutto il supporto e l’assistenza di chi realizza ogni giorno decine di eventi online.

Nello specifico possiamo organizzare con te:

  • dirette live
  • webinar
  • streaming
  • live video
  • smartworking
  • e-learning

Inoltre, possiamo realizzare eventi immersivi di ultima generazione, come il nostro Webinar summit, che ti permette di partecipare a un evento formativo coinvolgente in 3D.

La differenza che fa la differenza

A differenza dei nostri concorrenti che sono concentrati esclusivamente sulla tecnologia, sulla piattaforma e sugli strumenti, WebinarPro si concentra sulla strategia, sul metodo e sulle tecniche di presentazione efficace online, avendo sviluppato un metodo specifico in corso di registrazione.

Con oltre 7.000 ore di formazione erogata via webinar, questo approccio per il cliente significa:

  • Sapere esattamente cosa fare e come farlo in modo sicuro e guidato
  • Avere una metodologia scientifica e testata in oltre 7000 ore di eventi online
  • Conoscere esattamente tutte le opzioni migliori e più adatte alle proprie esigenze
  • Ridurre i tempi delle prove ed evitare errori molto dannosi, riducendo i costi e ottenendo il massimo dei risultati
  • Accedere a un servizio di assistenza e supporto efficace, veloce ed amichevole, completamente in Italiano e Inglese

Ora non ti resta che contattarci e organizzare il tuo prossimo evento online con WebinarPro.

 

 

7 suggerimenti per organizzare eventi virtuali

Se stai leggendo questo articolo, è perché devi organizzare eventi virtuali (o vorresti iniziare a farlo) e vuoi essere sicuro che i tuoi eventi siano professionali e di successo.

Progettare una conferenza digitale al giorno d’oggi, rappresenta una reale opportunità per le imprese. Dato che sempre più industrie sono alla ricerca di supporto e connessione, creare un evento virtuale e fornire un forum di discussione, può aiutare a costruire e mantenere relazioni che durano ben oltre questo particolare momento storico.

Inoltre ora è il momento perfetto se sei obbligato a dover cancellare i tuoi convegni e congressi in aula o una fiera, dato l’ultimo ultimo dpcm in atto dal 18 ottobre 2020

Sono sospese tutte le attività convegnistiche o congressuali, ad eccezione di quelle che si svolgono a distanza

Quindi, se stai prendendo in considerazione l’organizzazione di un evento virtuale, non puoi perderti questi 7 suggerimenti che devi sapere per organizzare eventi virtuali di successo.

Se fai formazione dal vivo in presenza e vorresti passare alla formazione online, ti consiglio di leggere questo approfondimento.

 

 

1. Crea e condividi in anticipo l’agenda dei tuoi eventi virtuali

Per gli eventi virtuali che dureranno diverse ore, avere un’agenda consente ai partecipanti di dare la priorità alle sessioni e ai relatori a cui sono più interessati.  L’agenda virtuale mostra efficacemente il valore complessivo dell’evento.

Inoltre sarà anche più facile sotto il punto di vista organizzativo, dirigere la regia live in remoto e preparare lo staff a cambi di inquadratura, avvio di presentazioni, gestione di sondaggi e molto altro.

2. Come iscriversi ai tuoi eventi virtuali?

Garantire un’esperienza semplice per la registrazione al tuo evento virtuale, è fondamentale. L’email è il modo migliore per promuovere il tuo evento virtuale e continuare la relazione con il cliente, anche dopo la fine dell’evento digitale.

Quindi ricorda: il successo dell’evento virtuale, dipende da una strategia di email marketing efficace.

3. Eventi virtuali: come ottimizzare il podio dei relatori

Contatta i tuoi relatori in anticipo per discutere da dove hanno intenzione di partecipare all’evento. Fornisci una piattaforma efficace, stabile  per trasmettere in modo professionale il tuo evento virtuale.

Oltre alla piattaforma c’è di più. Parliamo degli accessori essenziali per vivere e trasmettere l’evento virtuale, come ad esempio:

  • un microfono USB decente
  • una webcam  esterna
  • un background semplice e luminoso

A questo link trovi qualche nostro suggerimento in merito di attrezzatura tecnologica.

 

vendere corsi di formazione

 

4. Esegui i test pre-eventi virtuali

Le variabili per cui un evento virtuale possa andare male, sono molteplici. Per questo noi esigiamo di fare i test per verificare connessione e piattaforma prima di ogni evento. Con tutte queste variabili, è facile che ti imbatterai in alcuni intoppi tecnici durante l’organizzazione di una conferenza virtuale. Non dare per scontato che i tuoi relatori siano esperti di tecnologia. Testa le apparecchiature, la velocità di connessione a Internet e identificare soluzioni e piani di backup in caso di problemi.

5. Usa i social media per far conoscere il tuo evento virtuale

Durante una lunga conferenza virtuale, le piattaforme di social media come LinkedIn, Twitter, Facebook e Instagram sono i luoghi in cui è più probabile che si svolgano le conversazioni tra i partecipanti. Domina la carica positiva da trasmettere e crea un’atmosfera di condivisione stabilendo un hashtag per l’evento e incoraggia i tuoi relatori e partecipanti a usarlo.

6. Pause e networking durante i tuoi eventi virtuali

La distanza rende più difficile socializzare con gli altri partecipanti online, ma questo non significa che una conferenza virtuale non possa offrire le stesse opportunità di networking che potresti creare a un evento di persona.

Ci son piattaforme che offrono la possibilità di suddividersi  in gruppi più piccoli con altri partecipanti, altre che permettono di avere un’aula plenaria e delle stanze dedicate ad incontri one to one o a workshop. Impara a sfruttare questi strumenti e scoprirai che gli eventi virtuali possono essere altrettanto efficaci degli eventi di persona nel riunire le persone.

7. Sii  sempre coinvolgente!

Crea opportunità per interagire con i partecipanti attraverso sessioni di domande e risposte dal vivo, sondaggi e quiz. Ricorda di dedicare dei momenti per attirare l’attenzione delle persone e, invitando gli spettatori a partecipare piuttosto che essere passivi. In questo modo aumenterai il coinvolgimento creando contenuti interessanti.

A proposito, se vuoi scoprire come creare slide memorabili e presentazioni d’effetto, clicca qui.

Prova a invitare i partecipanti a inviare suggerimenti o domande prima delle sessioni, quindi rispondi a tali richieste non appena la sessione giunge al termine. Le persone che fanno domande hanno molte più probabilità di restare fino alla fine per ascoltare le risposte.

Se non hai mai organizzato oppure fai già eventi virtuali, convegni online, fiere digitali ma vuoi renderli sicuri, professionali e coinvolgenti, non devi fare altro che compilare il form qui sotto. Nel giro di qualche giorno verrai ricontattato da un professionista per progettare e lanciare il tuo evento virtuale.

 

 

 

 

 

Eventi tradizionali nel 2020: tutte le regole da seguire

Dopo mesi di fermo, il settore degli eventi in aula è in timida ripresa: qualche azienda accenna ad organizzare i primi eventi tradizionali per l’autunno 2020.

Quindi si possono organizzare eventi dal vivo? Certo che sì.

Super entusiasta di poter riprendere ad organizzare eventi tradizionali in aula per WebinarPro, decido di informarmi per sapere con certezza quali regole sia necessario seguire, alla luce dell’emergenza sanitaria ancora in atto in Italia.

Inutile dire che dopo aver letto il decreto, sono rimasta basita e perplessa.

Ho deciso di condividere con te il mio stupore e tutte le importantissime regole che ho imparato, visto che le linee guida da seguire per organizzare eventi tradizionali sono numerose e complesse.

  1. La capienza del pubblico in aula: è auspicabile non riempire la sala alla sua capacità massima. Questo implica una minore adesione di utenti rispetto a situazioni di normalità.Quindi, oltre ad osservare le consuete norme di sicurezza che limitano i posti a sedere all’interno di un’aula di formazione, si aggiungono regole ancora più severe a riguardo.
  2. Distanziamento sociale: devi assicurare almeno 1 metro di distanza tra un partecipante e l’altro per garantire il distanziamento sociale. Nel caso in cui non fosse possibile o se vuoi essere ancora più scrupoloso, hai la possibilità di attrezzare l’aula con barriere fisiche in plexiglass.
  3. Accesso e uscita della sala devono essere separate. Devi organizzare l’evento in una location che abbia almeno due ingressi e predisporre la sala con un percorso obbligato per chi entra ed esce.
  4. Devi adottare sistemi automatizzati di prenotazione, registrazione al desk, ritiro badge: lo scopo è quello di eliminare i contatti con gli altri partecipanti e non creare assembramento al desk di accoglienza.
  5. Prima di poter accedere alla sala, è necessario misurare la temperatura corporea tramite dispositivo digitale. La temperatura di ogni partecipante deve essere minore di 37.5°.
  6. Tema guardaroba: tutti gli effetti personali (cappotti, borse, valige ecc), devono essere riposti nel guardaroba chiusi in sacchetti ermetici, al fine di limitare il contatto.
  7. All’ingresso e all’interno della sala devi garantire la presenza di dispenser igienizzanti e ricordare frequentemente l’utilizzo degli stessi.
  8. I tavoli dei relatori devono essere separati tra di loro. Qualora ci fosse un solo tavolo con più relatori, puoi scegliere se far esporre un relatore alla volta, se farli esporre insieme con adeguato distanziamento o, dove non possibile, far indossare loro la mascherina. Ti lascio immaginare come la mascherina possa inficiare sulla qualità della voce e dell’audio!
  9. Tutti gli organizzatori, relatori, moderatori e addetti ai lavori (operatori, hostess all’accoglienza ecc) e anche i partecipanti, devono essere muniti di mascherina da tenere per tutta la durata dell’evento. Sicuramente non è semplice far rispettare questa regola: chi si toglie la mascherina facendo finta di nulla, chi la porta sotto il naso, chi l’abbassa per parlare con il vicino! Per non parlare del caldo…mi raccomando la temperatura in sala!
  10. Basta carta! Non è possibile divulgare documenti, pdf, presentazioni e cartelle stampa cartacee. È necessario, con vari strumenti (email, drive, Dropbox e molti altri), far avere il materiale e le slide ai partecipanti in via digitale.
  11. Questione gadget: puoi regalare i tuoi gadget purché vengano distribuiti con un metodo self-service e chiusi in pacchettini di carta “usa e getta”.
  12. Ricordati di cambiare aria: pratica che dovrebbe essere già di norma per chi organizza seminari, conferenze e meeting in ambienti ridotti. Prediligi aria naturale, non erogata da sistemi di condizionamento o di ricircolo d’aria. Oltre al ricambio d’aria, è importante anche la pulizia della sala post evento (aspetto più legato alla gestione della location)
  13. Tutti i dispositivi e le attrezzature che utilizzi durante l’evento (telecamere, mouse, gira slide, computer, asta selfie, gimbal ecc) devono essere spesso igienizzati e ricoperti da una pellicola trasparente isolante. Immaginati la scena: pc bloccati, telecamere con pezzi di pellicola davanti l’obiettivo e chissà che altro!
  14. Ultimo, ma non per importanza, non è più possibile organizzare un aperitivo a buffet. Probabilmente dopo il tuo evento verranno servite monoporzioni. Probabilmente sarà più semplice ed efficace organizzare una cena di lavoro, seduti al tavolo con adeguati distanziamenti e serviti. In ogni caso, il cibo non può mancare per un evento di successo!

Questi sono i 14 “semplicissimi” punti da tenere presente per  organizzare un evento dal vivo nel 2020. Probabilmente anche quando l’emergenza sanitaria sarà conclusa, alcune di queste regole diventeranno norma.

Quanto pensi sia complesso organizzare un evento tradizionale con tutte queste regole ferree di cui tener conto?

E soprattutto, quanto può risentirne il coinvolgimento emotivo dei partecipanti nei confronti del tuo evento tradizionale (aspetto importantissimo per una buona riuscita di un evento in aula)?

Chi come me organizza eventi tradizionali in aula, sa bene quanto sia complicato essere multitasking e onnipresenti prima, durante e dopo l’evento. C’è da organizzare in modo capillare ogni aspetto (prevedendo gli eventuali intoppi!), coordinare persone e a volte delegare.

In una situazione di normalità, non è banale organizzare un evento professionale che rappresenti anche un’esperienza coinvolgente per i propri partecipanti.

Immagina oggi cosa voglia significare!

Proprio per questo motivo una soluzione efficace è quella di spostare gli eventi tradizionali in eventi digitali. Il tuo business deve andare avanti, i tuoi prodotti e servizi devono essere venduti!

Un evento online ha tantissimi vantaggi che un evento fisico (soprattutto in questo momento storico) non presenta.

Abbiamo pensato di raccogliere in questa GUIDA COMPLETA PER TRASFORMARE EVENTI D’AULA IN EVENTI ONLINE,  tutta la nostra conoscenza ed esperienza sul campo.

All’interno di questo ebook, troverai come e perché è ormai necessario al giorno d’oggi pensare di organizzare fiere e convention digitali, quali sono gli aspetti fondamentali da tenere in considerazione e i rischi. Ma anche come poter gestire iscrizioni, agenda, contenuti e strumenti adatti e necessari alla realizzazione del tuo evento digitale professionale.

Grazie alla nostra esperienza, siamo in grado di interpretare il tuo progetto, realizzare con te l’evento e supportarti fino alla fine.

Se invece hai già un progetto a cui vuoi dare forma, compila il form qui sotto e ti accompagneremo per mano nella realizzazione del tuo evento digitale.