Virtual tour: una parola che sempre più spesso apre scenari impensabili fino a qualche anno fa. Ma cos’è un Virtual tour? E come funziona nel concreto la partecipazione a un tour virtuale?

Ti è mai capitato di visitare un museo o fare un tour della casa nuova, semplicemente spostandoti col cursore del mouse all’interno di uno spazio virtuale? Una funzione comoda e soprattutto utile che permette di conoscere a fondo una realtà di interesse senza doversi preoccupare di spostamenti, luoghi affollati o code interminabili.

E tu hai mai pensato di offrire un virtual tour ai tuoi clienti? I tour virtuali danno al tuo pubblico un’idea visiva di come appare la tua attività e questa è una grande prima impressione che può essere un fattore decisivo per capire se vogliono o no il tuo servizio.

In questo articolo ti svelerò tutto quello che devi sapere sui virtual tour!

virtual tour

Cosa si intende per virtual tour

Un virtual tour, definito 360 perché riprende un ambiente da tutte le angolazioni possibili, è un insieme di immagini e video panoramici, posti in sequenza e collegati tra loro, per creare un’esperienza virtuale di un qualsiasi luogo. Attraverso un tour virtuale l’utente sperimenta un’esperienza totalmente immersiva e altamente realistica di un ambiente in cui in realtà non si trova, e può fare tutto ciò comodamente dal proprio computer, tablet o smartphone.

I virtual tour 360 sono molto personalizzabili: alcuni integrano nell’esperienza effetti sonori, come musiche o narrazioni che descrivono il luogo, prodotto o servizio; altri presentano dei pulsanti cliccabili che consentono di scattare foto o leggere approfondimenti.

I tour virtuali non devono essere confusi con i video tour, in quanto quest’ultimi permettono al pubblico di guardare il luogo da un unico punto di vista. Al contrario, i tour virtuali offrono agli utenti una visione panoramica e la possibilità di zoommare e muoversi liberamente per dare un’occhiata più da vicino a un’area di interesse.

La differenza tra video tour e tour virtuale è quindi sostanziale.

 

virtual tour

 

Se vuoi approfondire l’argomento non puoi perderti la guida completa sugli eventi virtuali.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Eventi virtuali: guida completa per aziende ed organizzazioni”.

Perché fare un tour virtuale

Il virtual tour 360 offre al cliente la possibilità di vivere un’esperienza diretta e libera del tuo business e di interfacciarsi personalmente con quello che è il tuo lavoro.

I vantaggi di un virtual tour per la tua azienda? Poter accompagnare il pubblico in una visita guidata creata ad hoc, in cui si valorizza la tua attività e si risaltano i tuoi prodotti o servizi. I virtual tour sono un potente strumento di marketing attraverso il quale comunicare l’identità del brand, posizionare i propri prodotti e acquisire la fiducia dei clienti. Inoltre, l’approccio completamente immersivo che i tour virtuali offrono, renderà l’esperienza dell’utente unica nel suo genere e aumenterà il valore percepito dell’offerta proposta.

Un altro punto di forza dei virtual tour 360 è la possibilità di essere pubblicato sulle principali piattaforme e siti web, come Facebook, LinkedIn, GoogleMaps e Youtube.

Ciò permette di raggiungere un vasto pubblico e di essere sempre accessibile su qualsiasi dispositivo ovunque ci si trovi.

In termini di visibilità, sicuramente offrire un tour virtuale aiuta a far conoscere a un mercato più ampio il tuo business, incrementare la qualità dei tuoi contenuti e migliorare il posizionamento sul web.

Tre tipologie di virtual tour 360

Come puoi immaginare, esistono varie tipologie di virtual tour e ciascuna con il proprio livello di interattività e complessità.

Partendo infatti da tour virtuali molto semplici e con poca interazione, ad esempio ciò che offre Google Maps, possiamo creare delle vere e proprie visite guidate di stanze rese interattive da suoni, bottoni e animazioni in grado di catturare il cliente e fargli vivere un’esperienza unica e coinvolgente.

Ecco le 3 tipologie di virtual tour 360 più popolari e da cui prendere ispirazione per il tuo business:

  • Virtual tour per intrattenimento e turismo. I virtual tour di luoghi turistici e musei sono i più popolari. Se possiedi un hotel in una famosa località turistica, questa tipologia di virtual tour ti permette di mostrare al tuo cliente quelli che sono gli spazi principali della tua struttura, ad esempio le camere o le sale di intrattenimento, e fargli vivere una prima esperienza soddisfacente del tuo servizio. Anche i virtual tour dei musei sono molto apprezzati in quanto offrono punti di vista privilegiati e spiegazioni approfondite. Vuoi vedere applicazioni reali? scopri il nostro articolo sulle mostre virtuali. 
  • Virtual tour aziendali. Molte aziende penseranno che i virtual tour non sono adatti al loro business, ma in realtà questi strumenti possono essere un buon modo per aumentare il valore percepito della propria offerta e farsi conoscere ai nuovi clienti. Creare virtual tour aziendali significa far entrare il pubblico nella tua azienda, mostrare il valore del tuo lavoro e rendere partecipi i clienti del tuo processo creativo. I tour virtuali aziendali sono generalmente statici, ma comunque personalizzabili in base alle esigenze dell’azienda.
  • 3D virtual tour. Grazie alla tecnologia, possiamo riprodurre fedelmente il nostro ambiente e dare ai nostri oggetti un aspetto ancora più realistico, non rinunciando alla terza dimensione. I 3D virtual tour consentono una definizione altissima e la possibilità di inserire nell’ambiente elementi interattivi o che non ci sono nella realtà. Questa tipologia viene usata in particolare nel settore immobiliare e architettonico, per rendere più percepibile lo spazio fisico occupato dagli oggetti.

A Dicembre 2020 abbiamo organizzato un congresso virtuale di marketing: il webinar summit.

Uno spazio virtuale e immersivo in cui i partecipanti, oltre ad una sala plenaria in cui si sono alternati vari ospiti, avevano la possibilità di girare per il Palazzo dei Congressi e scegliere in quale aula tematica entrare per approfondire un determinato argomento.

 

scopri ora il congresso virtuale

 

Quanto costa fare un virtual tour

Come hai visto, i virtual tour non sono uno strumento così raro, ma vengono giù utilizzati da moltissime industrie, come quelle dell'ospitalità e dell'immobiliare. Ed oggi è il giorno giusto per iniziare a integrare i virtual tour 360 anche nella tua attività!

A questo punto sai cos’è un tour virtuale e conosci i motivi per cui dovresti anche tu farne uno; e anche se i vantaggi possono essere molteplici, a volte possono non bastare per convincersi che è la cosa giusta da fare. In fin dei conti, ciò che si prende in considerazione nella valutazione di un nuova proposta da adottare è sempre il lato economico.

Quindi, quanto costa fare un virtual tour 360?

Il costo di un tour virtuale può variare in base alla tecnologia usata, alle dimensioni dell’ambiente da riprodurre e quindi delle panoramiche da scattare e alle funzioni aggiuntive scelte. Come abbiamo detto infatti, le visite guidate virtuali possono essere personalizzabili con effetti sonori, descrizioni audio, pulsanti cliccabili, pop up da leggere e oggetti 3D. Ma tutto questo ha un costo.

Di base, il prezzo di un virtual tour parte da 500-1.000 euro e va aumentando in base al numero di immagini panoramiche successive e di funzioni ulteriori da aggiungere.

Conviene fare un tour digitale della tua azienda o del tuo evento?

La risposta è quasi sempre: si!

Abbiamo fatto il conto sulla base di alcuni eventi complessi che abbiamo organizzato (trovi tutti i nostri case study di successo sulla pagina delle recensioni e testimonianze di WebinarPro - Clicca qui per prendere spunto e ispirazione).

Se sommi tutti i costi di un evento tradizionale, ad esempio una fiera, arrivi a diverse centinaia di migliaia di euro, mentre il suo corrispettivo virtuale si aggira attorno ai 100.000-150.000 euro. Pensa anche a un convegno o una convention aziendale: spostare centinaia di persone verso una sede fisica, pensare alla logistica, agli alloggi, agli spostamenti, organizzare una o due giornate di evento può portare il conto economico a diverse centinaia di migliaia di euro. La stessa organizzazione virtuale, con un tour digitale arricchito da una live, con effetti speciali ad alto engagemente rimane sotto i 100.000 euro.

Chiaramente anche per eventi più piccoli il vantaggio economico è enorme.

Non solo: un tour digitale può rimanere online molto a lungo e diventare, ad esempio, un evento digitale permanente.

Il ritorno di visibilità e immagine in questo caso è enorme.

Come realizzare un virtual tour

Creare un virtual tour 360 è molto semplice, e non è necessario che tu sia un fotografo o un esperto videomaker. La prima cosa di cui hai bisogno è una fotocamera dotata di obiettivo grandangolare (se non ne possiedi una, non ti preoccupare: anche gli smartphone più recenti sono in grado di scattare foto di alta qualità).

Dopodiché, dovrai scegliere un software per tour virtuali che si occuperà del montaggio e personalizzazione del tuo tour. In rete ce ne sono davvero molti, ma qui ti elenco i 3 software per virtual tour che reputo migliori:

  • Metterport. Questa app è specializzata nella creazione di tour virtuali soprattutto per aziende del settore immobiliare ed è in grado di trasformare immagini panoramiche 2D e video 360 in immagini 3D. Matterpot offre generalmente un piano di abbonamento mensile che varia da circa 50 a 275 euro e, oltre al suo servizio, è possibile acquistare anche l’attrezzatura necessaria a realizzare virtual tour. Il software si appoggia a un cloud interno su cui salva i virtual tour e mette a disposizione anche un piano gratuito che consente di creare un solo tour virtuale.
  • EyeSpy360. Questo software crea virtual tour a partire da planimetrie 2D e consente di integrare file multimediali e pulsanti interattivi con cui il pubblico può interagire. È ottimo quindi se vuoi personalizzare la tua visita digitale con funzionalità aggiuntive ed elementi che arricchiscono l’esperienza del cliente.
  • Concept3D. Permette la realizzazione di virtual tour 360 personalizzabili di ambienti esterni, come strade o skyline di città, o di locali interni, come stanze di un edificio o un’azienda. Questo software per tour virtuali offre diversi piani di abbonamento in base alle funzioni comprese.

Dopo aver creato il tuo tour virtuale 360, non ti resta che condividerlo con i tuoi clienti e offrirlo stabilmente nel tuo piano di marketing per potenziare il posizionamento del brand, la tua immagine e il traffico sul tuo sito. 

Senza ombra di dubbio, se vuoi essere sicuro di ottenere un risultato professionale, è preferibile affidarsi ad agenzie competenti e con comprovata esperienza come il nostro partner di ScannerGlobe.

 


The following two tabs change content below.
Laureata in Scienze Psicosociali della Comunicazione, studio per specializzarmi in comunicazione d’impresa e marketing. Il mio tempo libero si divide tra partite di pallavolo, serate con amici e avventure alla scoperta di nuovi posti. Gli altri mi definiscono precisa come un orologio svizzero, a me piace descrivermi come ambiziosa, responsabile e curiosa.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *