Generazione smartworking: dalla scrivania all’ufficio digitale

S M A R T W O R K I N G , un fenomeno che si è risvegliato in questo ultimo mese per necessità, ma già una pratica consolidata in molte delle aziende italiane e nelle Pubbliche Amministrazioni, con un quadro normativo di riferimento, regole, condizioni ma anche tanti vantaggi sia per il lavoratore dipendente che per il libero professionista.

Una modalità di lavoro che agevola i dipendenti ma anche alle aziende, che migliora la produttività, favorisce la flessibilità individuale e cambia la routine di lavoro proponendo nuovi modelli di business, più efficaci e anche più efficienti.

Lo smartworking sembra essere quindi la chiave di volta per tutti coloro che hanno necessità di lavorare con una certa flessibilità, per le mamme per esempio (e non soltanto per loro) ma anche per il libero professionista e il direttore d’azienda che non ha necessità di recarsi in ufficio ogni giorno, ma riesce a seguire e a coordinare tutte le attività pur non essendo fisicamente presente. 

Una marcia in più per le grandi aziende, per le attività in franchising e per tutti coloro che devono relazionarsi con partner e professionisti a parecchi chilometri di distanza, senza necessariamente dover affrontare lo stress di una trasferta. Una pratica per alcuni già consolidata, soprattutto per i freelance del digitale già abituati alla modalità “da remoto”,  per altri nuova e innovativa, complice la logica della “rete” che ti segue ovunque grazie a uno smartphone che consente a tutti di comunicare e lavorare in mobilità

La domanda è… oggi, esistono mestieri non digitali? Sì assolutamente, ma anche i vecchi mestieri nel tempo si sono evoluti nell’ottica di un modello di lavoro che non può assolutamente fare a meno delle nuove tecnologie. Un esempio banalissimo? Il mio ortolano di fiducia ha una pagina Facebook, prende gli ordini su Whatsapp e poi consegna tutto a domicilio. Ecco uno dei mestieri più antichi del mondo che si è adeguato ai modelli di business digitali, figuriamoci in quanti modi le aziende più “informatizzate” possono sfruttare le nuove tecnologie per far crescere la produttività.

Dalla riunione alla videoconferenza: tutti i vantaggi dei webmeeting

Come fai a stabilire se una cosa funziona o meno? Se ragionassimo alla femminina basterebbe fare un breve elenco di vantaggi e svantaggi e a quanto risulta a noi, e a nostri clienti, le videoconferenze portano solo ed esclusivamente benefici, a fronte della scomodità e della dispendiosità dei classici meeting face-to-face

I meeting online, in parole povere, permettono a più persone di parlarsi, condividere documenti e informazioni, anche a parecchi chilometri di distanza e in orari non proprio d’ufficio, se occorre. Con le video conferenze risparmi denaro, tempo e non ti stressi, e se ti sfugge qualcosa puoi sempre rivedere la registrazione della riunione.. Vuoi saperne di più? Pensi che possa essere uno strumento prezioso per la tua azienda o per il tuo lavoro? Scopri tutti i benefici delle riunioni online per il tuo lavoro. 

Dalla formazione in aula al webinar: semini meno e raccogli di più

Sono sempre di più le aziende che per ragioni logistiche (ma anche e soprattutto economiche) scelgono di sfruttare mezzi e strumenti che le nuove tecnologie ci mettono a disposizione per rendere più efficiente il nostro lavoro. Sei un ente di formazione? Oppure semplicemente la tua azienda ha necessità di  fare formazione ai propri dipendenti? Potresti anche essere un libero professionista che ha bisogno di utilizzare i webinar per trovare nuovi clienti, nell’ottica di offrire risorse gratuite per promuovere i tuoi prodotti o servizi.

Ti garantisco che costa meno organizzare una sessione di formazione online, che un evento in aula, peraltro potrai accogliere nella tua aula digitale quante più persone riuscirai ad accreditare al tuo evento, senza dover scendere a compromessi con logiche di spazio e capienza. Ma quali sono realmente i benefici della formazione online rispetto al classico corso in aula? Volendo fornirti una risposta secca e precisa direi che con un webinar puoi:

  • raccogliere un numero maggiore di partecipanti
  • offrire formazione a basso costo
  • raccogliere lead profilati a costo zero 

Vuoi saperne di più? Non Per perderti il nostro articolo su i vantaggi e i plus della formazione online

Dall’evento in aula all’evento online: le dritte per un webinar di successo

Gli eventi degli ultimi giorni hanno costretto gli italiani a confrontarsi con i vantaggi del lavoro da remoto e senza dubbio lo smartworking è la risposta a qualsiasi imprevisto, contrattempo e contingenza che non ti consente di lavorare insieme ad altre persone nello stesso posto. Può accadere, noi stessi siamo stati costretti ad annullare in nostro tour in 5 città italiane ma lo abbiamo convertito senza disagio alcuno in un unico evento online, con lo stesso programma ma con più partecipanti.  Vuoi scoprire di cosa si tratta? clicca qui. 

Sei costretto ad annullare un evento che avevi pianificato da mesi? Sappi che esiste un modo per convertire il tuo evento in aula in uno digitale. Vuoi sapere in che modo? Leggi la  guida di Luca Vanin su come spostare il tuo evento in un’aula digitale.

Insomma, al di là del momento di emergenza che stiamo vivendo, webmeeting e webinar (per fare formazione online, vendere prodotti o servizi o discutere di progetti e fare riunioni), sono sempre attività da integrare a forme tradizionali.

Tu cosa ne pensi? scrivicelo qui nei commenti!

The following two tabs change content below.

Danila Tarantino

Giornalista per vocazione, Blogger in tempi insospettabili, Social Media Manager per divertimento. Aiuto brand e persone con progetti interessanti a raccontarsi in rete: scrivo, parlo, posto e condivido in modo “strategico” allo scopo di promuovere aziende e servizi per creare reali opportunità di business digitali. Per gli amici sono la_taranta. Il mio mantra: ogni impedimento è giovamento.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *