FAD e corsi online: 4 attività didattiche semplici da fare online

FAD è la sigla di Formazione a Distanza, e mai quanto ora è un tema caldissimo.

Ma come avviare attività in FAD semplici e immediatamente realizzabili con poca spesa e tanta resa?

FAD cos’è e cosa si intende per Formazione a distanza

Il termine FAD è un po’ desueto anche se piuttosto diffuso. Nella letteratura tecnica del settore, con Formazione a distanza si indicavano tutte le tipologie di formazione che non includevano la presenza e ai tempi della nascita del termine si parlava di posta, materiale cartaceo spedito a casa, videocassette, materiali da assemblare a casa.

Oggi la parola Distanza indica quasi esclusivamente il web: la fad è sempre più sinonimo di e-learning e di formazione online e la maggior parte delle sue attività online avviene in formato digitale.

FAD sincrono e a-sincrono

Alla base della formazione online esiste una distinzione fondamentale tra ciò che avviene in modalità sincrona e ciò che avviene in modalità a-sincrona.

Nel primo caso, col termine sincrono, facciamo riferimento sicuramente ai webinar e a tutte le forme di comunicazione e formazione online che avvengono nello stesso momento, come una chat, ad esempio. Con la modalità a-sincrona, invece ci riferiamo ad attività formative che avvengono in un momento diverso, potremmo dire on demand: l’allievo si collega e agisce nel percorso quando è più comodo, in qualsiasi ora e gli scambi non avvengono in modo sincrono, in quanto ogni altro utente ha la medesima libertà.

La struttura della FAD

Dal punto di vista della progettazione della formazione online, esistono tre variabili da considerare e la difficoltà sta nel fatto che ognuna di esse ha la medesima importanza. Detto diversamente: non puoi sottovalutare nessuna di queste tre dimensioni.

Contenuto delle FAD

Fa riferimento alle informazioni che devi condividere con la tua aula virtuale. In una didattica tradizionale il contenuto è rappresentato dalle nozioni, definizioni, processi di risoluzione di un problema, distinzioni concettuali, ecc.

Processo di formazione online

Fa riferimento alla sequenza di operazioni che l’aula virtuale deve seguire raggiungere gli obiettivi formativi che hai prefissato. Si tratta di vere e proprie procedure del tipo: guarda un video, leggi questo testo, rispondi a queste domande, fai questo esercizio.

Relazione tra docente e allievi online

Indica il tipo di rapporto che hai con i tuoi partecipanti online. In tal senso fa riferimento al rapporto gerarchico (chi sta sopra e chi sotto, chi è l’esperto chi il discente, ecc.). Esistono aule virtuali collaborative in cui tutti sono allo stesso livello, e aule direttive, in cui il docente spiega e gli allievi semplicemente ascoltano.

FAD gratis e a costo zero per scuole, istituzioni, università

La FAD è ampiamente usata nelle istituzioni formative come università e scuole in quanto permette di raggiungere centinaia e migliaia di studenti contemporaneamente.

Ogni scuola e università ha sviluppato strumenti e spazi di apprendimento virtuale messo a disposizione dei docenti e insegnanti per diffondere contenuti formativi, ma come creare attività didattiche stimolanti e facili da realizzare? Questo è l’obiettivo di questo articolo, come vedremo nel prossimo paragrafo.

FAD gratis, però, non significa che sia a costo zero: il tempo, le risorse, gli elementi di costruzione di un contenuto rappresentano un costo, spesso invisibile, che va tenuto in considerazione, anche se non immediatamente “pagato”.

FAD pratica: 4 attività semplici da realizzare online

Abbiamo raccolto quattro attività didattiche facilmente realizzabili, senza particolari software o strumenti online per facilitare chiunque debba trasformare in modo veloce la propria formazione d’aula in formazione online (se hai urgenza, clicca sul banner in alto per la soluzione immediata).

1. Webinar per la FAD

La prima soluzione è quella di adottare subito il webinar come sistema di formazione online veloce, pratico e immediato.

Perchè questa è la prima soluzione? Perchè è facile da realizzare, soprattutto se hai già un legame con i tuoi allievi e lo usi come strumento di connessione, community management e condivisione di contenuti. [*]

La gestione di un webinar dal punto di vista tecnico richiede l’uso di una piattaforma webinar, uno strumento che semplifica molto ogni attività. Noi utilizziamo soprattutto GoToWebinar e la puoi trovare qui.

Non ci dilunghiamo troppo sul tema dei webinar, perchè in questo blog trovi tutto quello che occorre e se vuoi approfondire alcuni aspetti hai un intero catalogo di corsi online, sia gratuiti che a pagamento.

[*] quando lo usi come strumento di marketing la questione si fa un po’ più complessa, ma puoi leggere come fare in questo blog.

2. Videocorso veloce

La seconda strada è quella di realizzare un videocorso in modalità rapida: crei  una presentazione (con Powerpoint, Keynote o anche gli strumenti di GSuite), registri la presentazione sullo schermo con il tuo commento vocale e la tua spiegazione ed è fatta.

Per fare questo ci sono tantissimi software anche gratuiti scaricabili online.

Se non ne vuoi installare, volendo puoi registrare direttamente una chiamata con Skype: avrai una registrazione completa del tuo schermo e della tua voce.

Magari non sarà professionale, ma sicuramente facile da realizzare.

Il consiglio pratico in questa direzione è realizzare corsi brevi, di massimo 10-15 minuti, più facili da fruire ed eventualmente da combinare tra loro.

3. Attività di discussione online per la formazione

Spesso si sottovaluta la potenza di arricchimento dello scambio tra pari: discutere di un tema arricchisce, stimola l’apprendimento, favorisce la memorizzazione.

La discussione online può avvenire in tanti modi. Sicuramente dal vivo, utilizzando ad esempio GoToMeeting che arriva fino a 150 persone collegate contemporaneamente, sia utilizzando spazi di discussione a-sincrona, come i gruppi di Facebook o di LinkedIn.

Per favorire la discussione online, è importante:

  1. Preparare l’attività, stabilendo regole, definendo i confini (per quanto tempo, su quali temi, ecc.) e chiarendo il processo completo
  2. Creare un input, uno stimolo di partenza, che sia una slide, una frase, un problema, un concetto attorno al quale creare il confronto
  3. Moderare, animare e frenare opportunamente la discussione quando langue oppure quando si accende troppo
  4. Condensare i risultati in un prodotto digitale, ossia un “riassunto” di quanto emerso.

La discussione online è una vera e propria attività di formazione online e se ben condotta, permette di ottenere grandi risultati in termini di apprendimento e coinvolgimento.

4. Attività di ricerca e formazione online

Tutti noi quotidianamente effettuiamo ricerche sul web, ma non sono indirizzate: spesso rispondono a un bisogno del momento, a un’esigenza contingente.

Bene, perchè non usare questo importante aspetto della nostra vita quotidiana e trasformarlo in attività didattica?

Offriamo uno spunto, un tema, un fenomeno da esplorare e chiediamo all’aula virtuale di cercare risorse, strumenti, materiali che approfondiscano quel tema.

Gli allievi possono anche dividersi in gruppo, usare piattaforme di WebMeeting professionale, lavorare su documenti condivisi e preparare elaborati ben strutturati.

FAD corsi: dove e come organizzarli

Tutti i materiali e le attività che abbiamo visto qui sopra richiedono uno spazio di organizzazione e condivisione.

Dove metterai i tuoi corsi? Dove inserirai le esercitazioni? Come farai a gestire l’accesso più o meno riservato ai tuoi contenuti didattici?

Tutto questo avviene in quello che viene definito LMS, ovvero Learning Managment System: in parole povere, una piattaforma didattica per l’e-learning e la FAD.

Puoi scegliere diverse piattaforme e-learning e ti rinviamo a due link per approfondire il tema:

FAD ECM e FAD Certificata

Apriamo una parentesi particolare per questo tema.

L’erogazione di crediti formativi (ECM) e la formazione certificata rappresentano un mondo a sè, con regolamenti e indicazioni ministeriali molto particolari, specifiche e stringenti.

Cosa significa?

Tutto quello che ti abbiamo spiegato in questo articolo vale comunque anche per la formazione ECM e per la FAD certificata, ma assume pieghe più complesse, soprattutto legate al tracciamento delle attività svolte dall’allievo e dal processo di certificazione.

Con questo significa che il tuo spazio e-learning deve prevedere la possibilità di tracciare nel dettaglio ogni singola attività per poter attribuire la giusta ricompensa (il certificato o gli ECM) sulla base delle attività realmente svolte.

Come fare formazione online e FAD senza problemi?

Semplice: chiedici un parere.

Se hai già le idee chiare sul tuo progetto di formazione online e formazione a distanza, ti consigliamo di visitare questa pagina e accedere subito al tuo sistema personale.

 

The following two tabs change content below.
Da 15 anni sfrutto la mia laurea in Filosofia e in Psicologia per aiutare aziende e professionisti a realizzare percorsi formativi e promozionali online, sfruttando al massimo la tecnologia offerta dai Webinar, dalle Aule Virtuali e dalle VideoConferenze. Sono autore insieme a Fabio Ballor del primo manuale italiano sul tema degli eventi online "Webinar Professionali" (Hoepli, 2013) e del primo libro al mondo sul "Public Speaking Online" (Dario Flaccovio Editore, 2015). Sono fondatore insieme a Fabio Ballor, Paola Breseghello e Marco Canali di WebinarPro srl.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *