[Piattaforme Webinar] Quando e perché scegliere la piattaforma Adobe Connect

Scrivo questo articolo sulla piattaforma Adobe Connect perché so bene che scegliere la piattaforma giusta può sembrare complicato. Esistono tante piattaforme valide. La scelta dipende solo da quali funzioni ti servono realmente e quali obiettivi vuoi raggiungere. Lo dico sempre: la scelta della piattaforma webinar viene sempre dopo le scelte relative alla strategia e agli obiettivi dell’evento online.

In questo articolo ti parlerò della piattaforma Adobe Connect. Vedremo le caratteristiche principali e i motivi per scegliere questa piattaforma per i tuoi eventi e per la formazione online.

piattaforma Adobe Connect

 

Adobe Connect e i suoi vantaggi

La piattaforma Adobe Connect è una delle nostre piattaforme preferite e ne seguiamo sempre gli sviluppi molto da vicino (come abbiamo scritto nel post “Adobe Connect 9.3: piccole grandi rivoluzioni!“). Ma quali sono le caratteristiche che rendono Adobe Connect una piattaforma webinar molto efficace? Eccole:

  • questa piattaforma webinar è completa e ti permette di costruire la struttura dell’evento come la preferisci, nel modo più adatto alle tue esigenze interattive
  • è multipla. No, non ha nulla a che fare con l’automobile! :-) Con Adobe Connect crei diverse aule, ognuna adatta per una fase del Webinar (ad esempio distinguendo tra accoglienza, content e momento di confronto), oppure aule specifiche per i differenti compiti e obiettivi del tuo evento online
  • è versatile. Adobe Connect ha l’incredibile flessibilità di adattarsi anche ai momenti interattivi e formativi più articolati e complessi, con la possibilità di pre-caricare materiali e contenuti di quasi tutti i tipi.
  • è multimediale (veramente!). Adobe Connect ti permette di caricare musica, video, slide, documenti e molto altro, tutte risorse che arricchiscono la tua presentazione e la rendono varia e coinvolgente (soprattutto se hai seguito uno dei nostri corsi e hai imparato come si fa veramente un Webinar!).
  • puoi creare gruppi di lavoro. Hai presente quel magnifico momento collaborativo in cui in un’aula tradizionale il formatore decide di dividere le persone in sotto-gruppi, magari condotti da un tutor? Ecco, con Adobe Connect lo puoi fare! :-)

 

Adobe Connect: quando e come usarla

Puoi usare la piattaforma Adobe Connect per

Ora vediamo quali sono le funzioni principali della piattaforma Adobe per ognuno di questi scopi.

 

conference call

Fare webinar con Adobe Connect

Quante piattaforme webinar conosci? Noi ne abbiamo testate molte ed ognuna ha i suoi pregi. Quelli di Adobe connect per i webinar sono che

  • la sala virtuale è totalmente personalizzabile: puoi creare una stanza per un webinar di marketing ed un’altra stanza totalmente differente per un webinar di formazione. In questo modo garantisci ai tuoi partecipanti un ambiente idoneo per delle esperienze uniche
  • hai a disposizione dei template per le pagine d’iscrizione e per le mail
  • tieni sott’occhio le attività dei tuoi partecipanti
  • crei report personalizzati. Grazie a questa funzione puoi anche tracciare le attività di coinvolgimento dei partecipanti e capire cosa va bene o cosa è, invece, da migliorare.

 

Organizzare riunioni con la piattaforma Adobe

Spesso ci troviamo ingabbiati in riunioni lunghe e inefficaci (leggi un po’ qua). Se organizzi riunioni e meeting con Adobe Connect puoi provare a sollevare il morale dei collaboratori grazie ad alcuni accorgimenti:

  • scegli il layout migliore fra quelli pre-inseriti sulla piattaforma, adattandolo alle esigenze del tuo team
  • condividi lo schermo o i file, interagisci con la chat, trasmetti file audio e video
  • crei e gestisci piccoli gruppi grazie alle Breakout Rooms. Questa funzione è molto utile se devi suddividere i partecipanti in gruppi di lavoro più piccoli per facilitare attività di brainstorming o team building
  • suddividi i contenuti grazie alle Meetings Library

 


La piattaforma Adobe Connect e la Formazione Online

Esistono molte piattaforme adatte alla formazione online, ma la piattaforma Adobe è una delle migliori. Te lo dico perché, oltre ad avere tutte opportunità che ho elencato fino ad ora, grazie alla funzione Training di Adobe

  • hai una whiteboard per creare un documento in diretta
  • puoi somministrare quiz, sondaggi e test di verifica
  • condividi con i tuoi studenti contenuti Consigliati, Obbligatori e Nascosti in base alle esigenze del tuo percorso di formazione
  • verifichi l’attività dei tuoi studenti
  • crei report sulla base di contenuti, corsi, curriculum, stanze virtuali e/o studenti
  • grazie ai cataloghi faciliti l’apprendimento individuale

Ma la caratteristica più importante è questa: Adobe Training si integra con tanti LMS (Learning Management System) !

 

I limiti della Piattaforma Adobe

In oltre cinque anni di eventi di tutti i tipi con questa piattaforma, ho sempre riscontrato più vantaggi che svantaggi.

Una volta il limite principale era il prezzo, lievemente più alto di altre soluzioni, ma oggi anche questo limite sembra essere superato, con i nuovi piani di pricing. Oggi puoi avere Adobe Connect Meetings a partire da 46€/mensili, Adobe Connect Webinars a partire da 120€ al mese e l’abbonamento Adobe Connect Learning a 340€, sempre mensili.

Un secondo limite è il suo pregio più grande: la complessità richiede tempo e supporto per essere padroneggiata. Con Adobe Connect puoi fare tante cose, ma devi investirci un po’ di tempo per sperimentare le diverse opzioni.

 

Se vuoi altre informazione, puoi leggere la Guida Introduttiva alla piattaforma Adobe Connect cliccando QUI.

 

Se usi o hai usato questa piattaforma raccontami la tua esperienza e lascia il tuo feedback nei commenti! 

 

 

 

The following two tabs change content below.
Da 15 anni sfrutto la mia laurea in Filosofia e in Psicologia per aiutare aziende e professionisti a realizzare percorsi formativi e promozionali online, sfruttando al massimo la tecnologia offerta dai Webinar, dalle Aule Virtuali e dalle VideoConferenze. Sono autore insieme a Fabio Ballor del primo manuale italiano sul tema degli eventi online "Webinar Professionali" (Hoepli, 2013) e del primo libro al mondo sul "Public Speaking Online" (Dario Flaccovio Editore, 2015). Sono fondatore insieme a Fabio Ballor, Paola Breseghello e Marco Canali di WebinarPro srl.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *