Piattaforma Zoom: meeting online e non solo

Conosci già la piattaforma Zoom? Se la risposta è sì, sai che è molto utilizzata soprattutto per i meeting online e in generale per la collaborazione a distanza. Pochi però sanno che Zoom offre tutte le funzioni necessarie per organizzare un evento online memorabile!

In questo articolo parlerò proprio di Zoom Webinars. Qui troverai le caratteristiche essenziali di questa piattaforma, con particolare riferimento al backend, al pricing e alla sua integrazione con altre piattaforme.

piattaforma zoom webinars

 

Fare webinar con la piattaforma Zoom

Come vedremo quando parleremo del pricing, per fare webinar con Zoom devi avere un Account Pro: senza puoi usare solo Zoom Meetings, per i tuoi meeting online.

Per spiegarti l’interfaccia ho testato un account Pro con il piano “Webinar500”, che consente di avere cinquecento partecipanti view-only per i webinar e 100 partecipanti per i meeting online.

Hai notato? Zoom parla di

  • partecipanti view-only per i webinar (in modalità di sola visualizzazione)
  • partecipanti per i webmeeting

Zoom ha fatto un buon lavoro creando questa piccola distinzione. Come ho sottolineato prima la piattaforma Zoom nasce per meeting e collaborazioni da remoto. Nei meeting non hai un’audience che ti ascolta e basta: loro sono lì per partecipare, discutere e collaborare. Insomma: chi partecipa ad un meeting è lì per avere un ruolo attivo. Ed infatti il termine “partecipante” sottolinea questo senso di partecipazione.

Allo stesso tempo, l’audience dei tuoi webinar è lì solo per vedere i tuoi eventi. Certo, i partecipanti view-only possono comunque prendere parte al tuo webinar grazie alla chat e alla sezione Q&A, ma come vedi non è la stessa cosa. La cosa interessante è che puoi promuovere un “view-only” in partecipante ogni volta che vuoi, anche durante il webinar. Ma ricorda che non puoi avere più di 100 persone collegate con la webcam contemporaneamente.

 

Vantaggi e svantaggi della piattaforma Zoom

Ho deciso di scrivere un articolo su Zoom perchè è forse la piattaforma più semplice e potente da usare per i webinar. Come vedremo, infatti

  • l’interfaccia è semplice, intuitiva e brandizzabile (ad esempio, con il logo dell’azienda)
  • la personalizzazione delle e-mail rende Zoom un’ottima piattaforma per il marketing
  • la documentazione nella pagina di supporto è ottima: spiega in maniera esaustiva tutte le funzioni
  • si integra perfettamente con altri tool, come Zapier e Salesforce

 

Vorrei elencarti gli svantaggi, ma sono stato totalmente conquistato da Zoom che ne ho trovati solo due

  • non è una piattaforma economica
  • ha 1GB di memoria in cloud, che è molto poco specialmente se hai bisogno di salvare le registrazioni dei webinar in locale

Inoltre, l’interfaccia che usa la piattaforma zoom webinars è identica all’interfaccia di Zoom Meetings. Zoom ha solo un’interfaccia per gestire webinar e meeting.

 

Le funzioni principali della piattaforma Zoom Webinars

Ho appena detto che questa piattaforma webinar mi ha conquistato e ora ti dirò perchè.

Zoom Webinars offre tutte le funzioni principali per organizzare un webinar di successo.

Ad esempio ti consente di condividere lo schermo, di registrare il tuo evento online, di chattare con i partecipanti e gestire in modo efficace la sezione delle q&a. Non solo: con la piattaforma Zoom Webinars puoi trasmettere i tuoi eventi su Facebook o Youtube e organizzare così i tuoi social webinar. In questo modo avrai un’audience ancora più grande!

Uno dei maggiori punti di forza della piattaforma Zoom è però la scalabilità. Puoi scegliere il pacchetto in base a quanti partecipanti avrai (o ti aspetti). Per esempio se vuoi fare un promowebinar su un target molto profilato puoi sottoscrivere un pacchetto per 100 partecipanti. Avrai le stesse caratteristiche degli altri pacchetti, con il vantaggio di potere scalare il tuo investimento.

Un’altra caratteristica che distingue la piattaforma Zoom dalle altre è che puoi avere fino a 100 webcam attive nello stesso momento. Questo dà una marcia in più ai tuoi webinar, specialmente se parliamo di marketing. Pensa a quale situazione persuasiva e convincente potresti creare chiedendo a qualche testimonials di collegarsi al tuo webinar, apparire in diretta ed interagire con gli altri partecipanti!

 

L’interfaccia back end della piattaforma Zoom

Ora facciamo spazio agli aspetti tecnici. Comincio col parlarti dell’interfaccia, che come ho accennato prima è facile e molto intuitiva, ma potente. Non devi essere uno smanettone per usarla. Qualità e affidabilità sono i fattori che la maggior parte dei presentatori dei webinar e professionisti cercano. E forse questa è la ragione principale che ti farà usare la piattaforma zoom quotidianamente!

 

interfaccia piattaforma zoom

 

Quando effettui il login, la prima cosa che devi fare è selezionare nella tab “tipo di utente” l’account pro, altrimenti puoi solo fare meeting.

Nella parte sinistra del tuo profilo hai un menù di navigazione per settare il tuo profilo. Cliccando sulla sezione “i miei webinar” puoi accedere alla dashboard dei tuoi webinar e vedere quali sono i webinar che hai in programma. Da qui puoi anche pianificare un nuovo webinar: puoi decidere se registrare o meno l’evento, quale sarà la durata, se abilitare la sezione Q&A e molte altre cose. Ovviamente, non ti serviranno tutte le funzioni che questa piattaforma mette a disposizione: dipende da qual è lo scopo principale del tuo evento.Per questo motivo non ti racconterò di tutte le altre funzioni, ma mi soffermo su due questioni in particolare che secondo me possono essere fastidiose, se non si conoscono prima.

  • le opzioni della webcam. No importa cosa imposti nell’interfaccia dell’amministrazione: durante il webinar puoi fare tutti i cambiamenti di webcam che vuoi tra te e gli utenti connessi.
  • la durata del webinar. La piattaforma non ti avvisa quando il tempo (che hai preimpostato) sta per finire, ma non preoccuparti: Zoom non si arresta in automatico, per cui la diretta continuerà finchè non sarai tu a fermarla.

 

L’interfaccia front end della piattaforma Zoom

Ok, abbiamo capito che è facile da gestire e da usare. Ma la vera domanda è: anche i tuoi partecipanti non avranno problemi? E’ assolutamente così!

Infatti, per partecipare ad un webinar basta cliccare sul link di partecipazione. I tuoi partecipanti non hanno bisogno di un account sulla piattaforma zoom per entrare. Loro possono collegarsi da desktop, laptop, mobile device… insomma, da ovunque!

 

Creare un webinar con la piattaforma Zoom Webinars

Rimaniamo nell’interfaccia. Se vuoi creare un nuovo webinar, la pagina a cui vieni reindirizzato si divide in due parti.

La prima è la visualizzazione delle impostazioni del tuo webinar settate nel passaggio precedente. Hai dimenticato di attivare la sezione Q&A per il tuo webinar? Puoi attivarla ora proprio da qui. Puoi anche editare il tuo webinar, salvare il template che hai usato e aggiungere l’evento sul tuo calendario (Google Calendar, Outlook Calendar o Yahoo Calendar).

Nella seconda parte invece puoi personalizzare il tuo webinar. Questa parte è visivamente (e funzionalmente) divisa in sette sottoparti: inviti, email, branding, sondaggi, Q&A, integrazioni e live streaming. Se sei interessato ad approfondire queste funzioni continua a leggere, altrimenti passa al paragrafo successivo (inserire ancora)

 

  • La gestione degli inviti. Con questa funzione puoi invitare direttamente gli utenti al tuo evento online, impostare un form da far compilare a chi vuole registrarsi all’evento e puoi creare differenti link di registrazione (fino a 20) per tracciare da quale canale provengono gli utenti.

 

  • E-mail. Da qui puoi modificare e mandare sia l’e-mail di invito sia quella di conferma della registrazione ai partecipanti, oltre ai classici e alle e-mail di follow-up.

 

  • Branding. Puoi creare un banner che verrà mostrato nella tua pagina di invito, inserire il tuo logo, modificare il tema delle Landing Page e le informazioni relative ad eventuali relatori (foto, nome, titolo)

 

  • Sondaggi. Puoi creare un sondaggio e impostare fino a 10 domande per ogni sondaggio. Ogni domanda può essere libera o a scelta multipla e in quest’ultimo caso puoi inserire massimo 10 risposte da flaggare.

 

  • Q&A. In questa sezione imposti se consentire domande anonime e se mostrare tutte le domande a tutti gli utenti connessi durante il tuo evento. Se le domande sono pubbliche, puoi consentire ai partecipanti di commentarle o di argomentare. Ma attenzione: questa funzione è in fase beta.

 

  • Live streaming  per collegarti in diretta su Facebook e Youtube.

 

  • Integrazioni. Di queste te ne parlo fra poco.

Puoi esercitarti anche con Zoom Webinars!

Come con GoToWebinar e altre piattaforme, puoi abilitare la funzione “esercitazione”.

Nella modalità di esercitazione puoi verificare il tuo audio e le impostazioni video, provare la condivisione del tuo schermo e ottimizzare le altre impostazioni, per non avere problemi durante la diretta. Se il tuo webinar è molto interattivo, puoi anche provare la condivisione della lavagna virtuale su cui scrivere in real time. Ti consiglio di provare anche la proiezione di file video o trasmissione di un audio (non tutte le piattaforme lo consentono).

Hai mai trasmesso col doppio schermo? Questa è l’occasione giusta! Con due schermi trasmettere e gestire il webinar è ancora più semplice: in uno schermo puoi avere la tua presentazione e nell’altro i tuoi partecipanti con il pannello di controllo.

Quando vai in onda hai lo stesso pannello di controllo con le tab audio, video, partecipanti, q&a, sondaggi, condivisione schermo, chat, registrazione e controllo delle live. Ognuna di queste funzioni è semplice da controllare e facilita la tua conduzione.

 

Piattaforma Zoom e prezzi

Abbiamo detto che per fare webinar con questa piattaforma devi avere un account pro, che costa 14,99 dollari al mese. Inoltre, devi comprare un pacchetto in base al numero di partecipanti che hai e avrai. Se ad esempio hai bisogno di un pacchetto per 100 partecipanti dovrai pagare 40 dollari al mese. Il totale ammonta a quasi 55 dollari, sempre al mese e solo per le funzioni base. Se vuoi più funzioni, come più partecipanti, dovrai pagare di più!

Ma quanto costa fare webinar con la piattaforma Zoom? Sebbene non sia chiaro qual è il prezzo per i diversi piani, posso dire che è principalmente basato sulla quantità di partecipanti che vuoi avere. Questi piani sono per 100, 500, 1000, 3000, 5000 o 10000 partecipanti.

 

Le integrazioni con la piattaforma Zoom Webinars

Una delle principali differenze che rende Zoom una delle piattaforme più usate è la possibilità di integrare con un altra piattaforma a APIs, strumenti di programmazione a disposizione degli sviluppatori di software o app. Il problema principale con i webinar è generalmente la personalizzazione delle email di registrazione e di conferma, automatizzare l’invio, integrare i webinar con flusso di lavoro della tua attività e guadagnare. Offrendo una vasta selezione di integrazioni per quasi tutti i passaggi critici del business, eccone alcuni per Webinar Zoom:

 

  • L’integrazione con Marketo ti consente di generare lead dai tuoi partecipanti e ti consente di inviare le informazioni acquisite direttamente su Zoom.

 

  • Con Zapier puoi fare molte cose. ha abbondanti integrazioni per Zoom. La cosa secondo me più importante è che puoi iscrivere automaticamente gli indirizzi dei nuovi utenti che si sono registrati ad un elenco su mailChimp.

 

  • Con  Eventbrite puoi vendere i “biglietti” dei tuoi eventi. Molto utile se hai in programma eventi a pagamento e con un numero limitato di posti.

 

  • L’integrazione di Ontraport ti consente di realizzare moduli per l’iscrizione degli utenti e per gestire il follow-up.

 

  • Con Hubspot puoi creare ad esempio promemoria personalizzati

 

  • InfusionSoft, sempre per la personalizzazione delle email e la gestione del follow-up

 

  • Infine, l’integrazione con Oracle Eloqua ti consente di creare un form e raccogliere i lead in un documento a parte. In questo modo puoi attivare funnel o campagne di email marketing in un secondo momento.

 

Insomma, Zoom è una piattaforma webinar molto performante che consente di fare personalizzazioni, automazioni e altre azioni molto importanti per il marketing.

 

L’hai mai usata? Raccontami la tua esperienza nei commenti.

The following two tabs change content below.

Ilker Aslan

Laureato in un ambito noiosissimo come l'ingegneria dei sistemi, coltivo da anni la passione per l'informatica. Mi diverte sperimentare nuove tecnologie e nuovi strumenti, adoro tutto ciò che rappresenta una novità! In cucina, però, non riesco a staccarmi dalla tradizione: nulla può superare le ricette della nonna! Le mie migliori amiche sono le mie cuffie Bose.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *