Hai mai sentito parlare di webinar?
Una cosa è sicura, se sei capitato su questa pagina è per due motivi: o sai già cosa sono i webinar e stai cercando qualche informazione nuova, o ti hanno appena invitato a partecipare a un webinar e non hai la più pallida idea di cosa si tratti.

In ogni caso questo articolo fa al caso tuo.

 

webinar

Webinar: significato e storia del termine

La parola Webinar deriva dalla fusione di Web [Based] e Seminar (definizione termine Webinar sull’Merriam-Webster Dictionary) e indica è una presentazione educativa online in diretta, durante la quale gli spettatori partecipanti possono inviare domande e commenti.

La parola Webinar ha una storia piuttosto recente, ben riassunta dall’articolo Webinar History. When the webinar was appeared? .

Le origini del termine Webinar vengono fatte risalire addirittura agli anni Novanta, con le prime conferenze web pubbliche comparse a partire dal maggio del 1996 grazie agli sforzi di Microsoft e con il suo lancio di NetMeeting.

Nel 1998 Eric R. Korb registra il marchio “webinar” con conseguenti contestazioni in tribunale (puoi leggere l’articolo un po’ datato di uno dei pochi blog specializzati in webinar Legal Status Of “Webinar): ai tempi ci fu anche una causa legale per poter usare il termine webinar nella frase “Benvenuti nel nostro webinar” (origini termini webinar).

Alla fine del secolo e del millennio scorso emergono i grandi pionieri e attuali best player del settore. In ordine:

  • Nel 1999, la società Cisco sviluppa WebEx Meeting Center con un masismo di 1.000 partecipanti simultanei.
  • Nel 2003 viene lanciata da Citrix la piattaforma GoToMeeting e successivamente dopo tre anni le altre due piattaforme GoToWebinar e GoToTraining. Successivamente nel 2017 LogMeIn (famoso per LastPass acquisisce i prodotti Citrix)
  • Nel 2013 viene lanciata la piattaforma Zoom Webinar, che diventa molto popolare nel corso del 2020, con la pandemia di Covid-19 e il conseguente lockdown.
  • Nel 2017 viene lanciata ufficialmente Google Meet dalle ceneri di Google Hangout

Il 2020 è l’anno della vera e propria rivoluzione nell’uso del Webinar: il lockdown spinge quasi tutto il mondo a restare chiusi in casa e l’unico modo per comunicare rimane il web, con l’esplosione delle ricerche di piattaforme webinar e soluzioni per il lavoro a distanza.

Webinar: come si pronuncia?

Iniziamo dalle basi: sei sicuro di saper pronunciare correttamente la parola webinar?

La pronuncia corretta è Wèbinar, con l’accento sulla E e la R praticamente muta.

Gli errori di pronuncia più frequenti in ordine di importanza sono:

  • Webminar
  • Webinàir
  • Webìnar.

Possiamo dire che lo sdoganamento del termine è avvenuto nel 2020 quando il termine è diventato di uso comune, ma ancora oggi capita di sentire una pronuncia completamente sbagliata del termine. Ora che lo sai, puoi usarlo correttamente.

Se vuoi sentire la pronuncia corretta, leggi il nostro articolo Webminar, Webainar, Webinair: perchè continui a sbagliare la pronuncia?

Cosa sono i webinar oggi?

Adesso che sai come si pronuncia, cerchiamo di capire insieme in cosa consista un webinar.

Il significato letterale è, come abbiamo visto  seminario via web e questa è l’esatta definizione data nel primo libro italiano sul tema (Webinar Professionali, Luca Vanin, Fabio Ballor, Hoepli, 2013):

Un webinar è un evento pubblico che avviene online, […] è un’occasione in cui più persone si ritrovano via internet, mediante una piattaforma o un software, nello stesso momento […] per discutere di un certo argomento: chi presenta o conduce l’evento può usare diversi strumenti online, mostrando slide, filmati, confrontandosi in diretta con gli altri partecipanti, sia in forma scritta […] sia a voce […].

Grazie al web, il webinar coniuga in un’unica esperienza la comodità di fruizione da casa con l’efficacia e l’interattività tipiche di un evento in presenza.

Proprio come in un’aula reale ci si ritrova all’ora prestabilita e tutti i partecipanti hanno la possibilità di intervenire attivamente nel corso dell’evento per porre domande e condividere idee.

Si tratta quindi di uno strumento che sfrutta la modalità sincrona, ma può essere anche utilizzato in modalità asincrona attraverso la registrazione dell’evento anche diverse ore o addirittura giorni dopo.

 

Cos’è una piattaforma webinar?

Una piattaforma webinar è un software che permette di erogare qualunque tipo di evento online.

La piattaforma funziona solitamente tramite la rete o attraverso l’installazione di un piccolo software definito come plugin.

Tutte le piattaforme di questo tipo hanno caratteristiche comuni, tra cui quelle base sono:

  • Condivisione dello schermo
  • Condivisione della webcam dei relatori ed eventualmente dei partecipanti
  • Chat e spazio domande
  • Questionari e survey online
  • Condivisione di video

I diversi software per realizzare webinar, poi, possono differire per funzionalità aggiuntive come la traduzione simultanea, la creazione di breakout rooms (ossia sessioni paralleli), sale di attesa pre-evento, ecc.

Come si fa a partecipare ad un webinar?

Per partecipare ad un webinar non devi fare altro che iscriverti attraverso una pagina di iscrizione o landing page: dopo di che via e-mail riceverai il link per collegarti il giorno e l’ora dell’evento!

La maggior parte delle piattaforme ormai ha pagine di registrazione integrate in cui è possibile raccogliere informazioni sul webinar, sul relatore, sugli organizzatori e sugli argomenti della sessione formativa.

Un domanda molto frequente è quella relativa alla webcam dei partecipanti:

Nel webinar mi vedono?

La risposta è No, se non vuoi!

Nella maggior parte dei webinar, infatti, la webcam dei partecipanti viene disattivata e non è possibile accenderla. È solo nei webmeeting, ossia nelle riunioni online che questa funzionalità non solo è disponibile, ma spesso “desiderabile”: in una riunione è sempre meglio accendere e attivare la webcam per potersi vdere in faccia.

Cosa serve per fare un webinar?

Gli elementi essenziali sono tutto sommato pochi e facilmente reperibili:

  • Un computer o un dispositivo mobile come un tablet o anche uno smartphone
  • Una connessione internet (meglio se via cavo, inq uanto più stabile)
  • Una piattaforma webinar

Anche se sembra scontato e banale è buona norma aggiungere:

  • Un contenuto interessante organizzato in una scaletta ordinata
  • Slide e supporti visivi, come la condivisione dello schermo
  • Un team di supporto (scopri come ottenerlo da qui)

Come vedi non servono grandi cose per organizzare un webinar.

Come organizzare un webinar?

Eccoci qui alla sezione dedicata ai più esperti in materia. Intanto, perché vuoi organizzare un evento online di questo tipo?

È fondamentale che tu ti ponga questa domanda per capire quale obiettivo devi centrare e individuare il tuo pubblico ideale.

Per prima cosa sappi che devi metterci la faccia, il tuo pubblico vuole vederti, vuole sapere chi sei e con chi sta parlando, non si accontenta di quattro slide e di una voce registrata. Poi, devi saper reggere per almeno 45 minuti, o anche un’ora: devi saper sfruttare tutte le tue capacità oratorie per attirare il tuo pubblico e realizzare un evento di successo.

Evita di improvvisare, devi decidere tutto a priori: scegli il tuo tema a priori, indaga online per capire quale argomento può attirare maggiore pubblico e maggiore interesse.

Scegli attentamente la tua piattaforma facendo un’analisi tra:

  • La condivisione dello schermo
  • Numero di partecipanti
  • Il costo
  • La presenza della chat
  • La registrazione

Se vuoi sapere come scegliere la piattaforma che fa al caso tuo potrai trovare tutte le informazioni che ti servono!

É importante una volta selezionato il tema e la piattaforma preparare la tua “scaletta” e non devi fare in modo che il tuo primo evento online duri più di 60-90 minuti, altrimenti il tuo pubblico rischia di perdere la concentrazione.

Ricordati anche di creare delle slides così che il tuo pubblico possa avere un punto di riferimento per le tue parole.

Se hai capito l’importanza per te di organizzare webinar e vuoi una soluzione all inclusive che ti permetta di fare tutto quello che vuoi con un unico strumento, contattaci e senza impegno analizzeremo insieme il tuo progetto passo per passo e gli obiettivi che vuoi raggiungere.

 

ATTENZIONE: non essere prolisso nelle slides, il rischio è che il tuo pubblico si distragga per leggerle e non segua il tuo discorso!

Ultimo consiglio? Prova e riprova prima di andare online, non è mai “buona la prima”!

Cosa sono i webinar gratuiti?

Puoi utilizzare questo strumento per molti scopi diversi. Vediamone le principali:

  • Fare formazione
  • Informare contemporaneamente più persone
  • Presentare contenuti di diverso tipo
  • Organizzare demo tecniche di un software o un servizio
  • Farsi consocere e posizionarsi nel proprio settore
  • Raccogliere nuovi contatti
  • Coltivare i contatti raccolti e trasformarli in clienti
  • Lanciare prodotti e servizi online
  • Vendere online

Come vedi gli ultimi temi sono quelli relativi al webinar marketing: usare questo strumento per conoscere il mercato e, soprattutto, farsi conoscere dal mercato.

Per questo vengono molto usati i webinar gratuiti, durante i quali vengono presentati contenuti interessanti e utili (quasi sempre, si spera!) e alla fine dei quali viene solitamente fatta una proposta commerciale di diverso tipo.

Se ti intriga l’argomento e lo vuoi usare nella tua azienda e nel tuo busines, usa il modulo qui sotto per parlarne.

Vuoi partecipare a webinar gratuiti?

Iscriviti gratuitamente ad uno dei nostri prossimi webinar gratuiti: il calendario è sempre in aggiornamento e potrai imparare:

  • Come trovare nuovi contatti e trasformarli in clienti con il webinar marketing
  • Come integrare la formazione d’aula con la formazione online per i tuoi clienti, riducendo i tuoi costi e aumentando i tuoi margini.
  • Come offrire consulenza e assistenza ai tuoi clienti con le consulenze online, presentare prodotti, servizi e software
  • Come trasmettere in diretta online convegni, conferenze ed eventi d’aula
  • Come collaborare a distanza con il tuo team quando vuoi e da dove desideri (con lo Smart Working)
  • Come vendere online i tuoi corsi e creare una tua Academy
  • Storytelling, copywriting e contenuti per il web tramite webinar con tantissimi professionisti del Digital Marketing

Ma con i webinar posso guadagnare?

La risposta è si.

I webinar possono rappresentare per te una fonte di guadagno. Ma ci sono 3 regole ben precise da seguire:

  • Expertise reale
    Devi avere già un posizionamento in un determinato settore e devi essere un vero esperto del tuo settore di competenza.
  • Contenuti di valore
    Devi organizzare webinar su argomenti molto utili ai tuoi utenti, che possano aiutarli a risolvere alcuni problemi e allo stesso tempo a posizionarti nella loro testa come punto di riferimento. I contenuti che presenti nei tuoi eventi online devono essere di qualità e non devi risparmiarti nel dare informazioni.
  • Qualità impeccabile
    Devi organizzare webinar impeccabili da parte di chi ti ascolta: devi utilizzare sempre la tua webcam per entrare in relazione diretta con i tuoi partecipanti, devi utilizzare un buon microfono e soprattutto una piattaforma stabile.

Se rispetti questi punti, i tuoi webinar possono diventare una fonte di guadagno in termini di:

  • Lead generation
    Acquisizione di nuovi contatti e successiva conversione in clienti
  • Guadagno economico
    Una volta imparato come funziona un webinar e sperimentato la sua efficacia, puoi avviare un vero business online di formazione dove puoi trasformare i tuoi webinar in veri e propri corsi online

Se rispetti le tre regole (o vuoi capire come arrivare a rispettarle) e vuoi iniziare ad utilizzare i webinar nel tuo business, compila il form e raccontaci il tuo progetto: ti contatteremo senza impegno per capire insieme come aiutarti a realizzarlo.

Come fare un webinar a pagamento

Ovviamente questo strumento può essere utilizzato anche a pagamento, creando degli eventi online per i quali farsi pagare.

La maggior parte delle piattaforme dispone anche di una forma di pagamento interno: per accedere, iscriverti e partecipare devi pagare online un ticket, altrimenti rimani escluso.

L’alternativa è utilizzare strumenti più sofisticati, con un e-commerce incluso e con la possibilità di gestire il rpcesso di pagamento fino alla fatturazione.

Ad esempio, l’uso di una piattaforma specifica per questo scopo può semplificare le cose, come nel caso di jiolli.it perfetta per vendere un webinar o dei corsi online. Ma questa è tutta un’altra storia.

Ora tocca a te.

Se vuoi iniziare a usare questo strumento straordinario nelle tue attività, ti diamo una possibilità.

Compila questo form e fissa una call gratuita con il nostro team: ci racconterai il tuo progetto e ti consiglieremo le soluzioni più adatte alle tue esigenze.

Fallo subito, prima di abbandonare questa pagina.

 

 

The following two tabs change content below.
Da 15 anni sfrutto la mia laurea in Filosofia e in Psicologia per aiutare aziende e professionisti a realizzare percorsi formativi e promozionali online, sfruttando al massimo la tecnologia offerta dai Webinar, dalle Aule Virtuali e dalle VideoConferenze. Sono autore insieme a Fabio Ballor del primo manuale italiano sul tema degli eventi online "Webinar Professionali" (Hoepli, 2013) e del primo libro al mondo sul "Public Speaking Online" (Dario Flaccovio Editore, 2015). Sono fondatore insieme a Fabio Ballor, Paola Breseghello e Marco Canali di WebinarPro srl.
11 commenti
    • Luca Vanin
      Luca Vanin dice:

      Si, di solito sono a pagamento, anche se esistono delle soluzioni gratuite, meno performanti ma comunque interessanti.
      Se vuoi maggiori informazioni, scrivici tramite il modulo contatti.

      Rispondi
  1. Paolo Mezzelani
    Paolo Mezzelani dice:

    Articolo chiarissimo e assolutamente utile per un handicappato nelle tecnologie informatiche come me. Magari gioverebbe un po’ meno di americanismi, ma in Italia si sa è una battaglia persa. Vi dico solo che le parole straniere sono indeclinabili, quindi si scrive le slide, i test, gli sponsor etc. Eccezione: i fan(s). Grazie. Paolo

    Rispondi
    • Debora Righetti
      Debora Righetti dice:

      Ciao Silvia, solitamente i partecipanti ad un webinar non entrano nè in webcam, nè con il microfono. Ma dipende tutto dalla tipologia di evento a cui ti iscrivi: alcuni organizzatori decidono di creare appuntamenti più interattivi dove far partecipare attivamente i partecipanti.

      Rispondi
  2. tito pamio 3290993382
    tito pamio 3290993382 dice:

    ero insegnante elementare, laureato con una povera tesi sullanautica da diporto nella laguna di venezia…non ho mai capito se i miei scolari mi capivano ed ora non capisco se qualcuno mi capisce relativamente al mio pensiero sul futuro della laguna di Venezia….pensiero vagamente esposto in “portualità ed idrologia” ovviamente ditito pamìo, accademia.edu…un webinar potrebbe aiutarmi ad aiutare i pensatori….od addirittura i progettisti….od addirittura chi ha potere ed ha a cuore le sorti del territorio veneziano?

    Rispondi
    • Debora Righetti
      Debora Righetti dice:

      Buongiorno Tito, il webinar è un mezzo che ti permette di poter comunicare, presentare ed esporre qualsiasi tipo di contenuto senza doverti spostare (o far spostare i tuoi interlocutori). Se hai già una rete di pensatori e progettisti, potresti invitarli ad un webinar dove tocchi questi temi. È anche un ottimo strumento anche di marketing, se questa è la tua necessità. Se vuoi parlarci del tuo progetto, contattaci da qui: https://www.webinarpro.it/chi-siamo/contatti/

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *