Il WebMeeting è la trasposizione nel web della classica riunione: un gruppo di persone che si riuniscono in uno spazio e condividono idee in modo relativamente simmetrico. Un’altra particolare forma di webinar è la WebConference, in cui l’accento è posto sui contenuti della riunione, più che sullo scambio tra le persone.

Individuare le differenze tra le due tipologie di webinar è fondamentale, non solo per poter scegliere gli strumenti giusti ma anche per organizzare la riunione nel modo più efficace e strutturato possibile. In questo articolo, proveremo a spiegare la diversità tra le due forme di webinar per comprendere quale sia la scelta più giusta da compiere.

webmeeting

 

Differenze tra WebMeeting e WebConference

Se il webinar è la categoria più generale che racchiude le altre, possiamo dire che tutti hanno in comune questi elementi:

  • L’uso di una piattaforma per webinar
  • Uno streaming video
  • Uno streaming audio
  • Strumenti di comunicazione

Apparentemente potrebbe risultare che questi tipi di webinar siano in fondo la stessa cosa. Invece le differenze e le particolarità di questi strumenti sono molteplici e vi spieghiamo i vari motivi.

Il WebMeeting è un gruppo di persone che si riuniscono e collaborano alla creazione di modelli, strategie, processi e molto altro. In un WebMeeting, quindi, le persone si raccolgono in uno spazio virtuale e fanno sostanzialmente le stesse cose che farebbero in una sala riunioni: condividono idee, discutono alternative, propongono soluzioni permettendo quindi di partecipare anche a coloro che si trovano in una sede fisica diversa e magari distante migliaia di chilometri.

La WebConference è la trasposizione nel web della classica conferenza o della lezione di tipo frontale, universitaria a cui siamo abituati: una persona parla a più persone contemporaneamente, espone i propri contenuti e, alla fine, risponde alle domande. In questo caso ci stiamo concentrando più sui contenuti, piuttosto che sullo scambio tra le persone.

La differenza tra WebMeeting e WebConference sta proprio in questo:

  • Maggior uso di strumenti collaborativi nel WebMeeting
  • Maggiore accento sulla condivisione e sul confronto nel WebMeeting
  • Maggiore accento sui contenuti erogati nella WebConference

Come scegliere tra WebMeeting e WebConference?

La scelta dipende senza dubbio dal tipo di obiettivo che vi siete prefissati e che desiderate raggiungere, in base alle vostre specifiche esigenze aziendali.

L’utilizzo di WebMeeting è consigliato se hai questo tipo di necessità:

  • Collaborare e discutere su determinati topic
  • Creare nuove idee su un prodotto, un servizio, una situazione da risolvere
  • Trovare una soluzione collaborativa
  • Lavorare con un gruppo relativamente contenuto
  • Tenere traccia dei passaggi di sviluppo della sessione (come ad esempio le mappe mentali)
  • Creare un documento condiviso

Invece l’uso di WebConference è più indicato se hai bisogno di uno strumento per queste specifiche caratteristiche:

  • Erogare un contenuto
  • Descrivere e presentare una situazione, un problema, ecc.
  • Presentare risultati
  • Presentare un progetto, un piano di lavoro, ecc.
  • Comunicare in modo unidirezionale un’idea, limitando lo scambio a domande e risposte

Come scegliere la piattaforma giusta?

Ormai tutte le piattaforme e i software per i Webinar si equivalgono sotto questo punto di vista e permettono di spostarsi dall’una all’altra semplicemente configurando gli strumenti di ognuna di esse: se voglio organizzare un WebMeeting attiverò la lavagna condivisa, i documenti condivisi, lo spazio di raccolta delle domande, mentre se devo organizzare una WebConference offrirò maggiore spazio a la chat, allo spazio delle domande, alle slide, ecc.

Possiamo dire che la piattaforma per Webinar ormai è uno standard che non fa la differenza, se non nei prezzi e nel numero di accessi che si possono effettuare. Il panorama delle piattaforme oggi è sempre più ricco, risulta quindi molto importante saper distinguere le offerte del mercato e i prodotti giusti per le proprie esigenze.

The following two tabs change content below.
Da 15 anni sfrutto la mia laurea in Filosofia e in Psicologia per aiutare aziende e professionisti a realizzare percorsi formativi e promozionali online, sfruttando al massimo la tecnologia offerta dai Webinar, dalle Aule Virtuali e dalle VideoConferenze. Sono autore insieme a Fabio Ballor del primo manuale italiano sul tema degli eventi online "Webinar Professionali" (Hoepli, 2013) e del primo libro al mondo sul "Public Speaking Online" (Dario Flaccovio Editore, 2015). Sono fondatore insieme a Fabio Ballor, Paola Breseghello e Marco Canali di WebinarPro srl.
6 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Webinar, WebMeeting e WebConference: cosa sono e come funzionano […]

  2. […] Come sai distinguiamo nella famiglia generale dei Webinar le due principali tipologie di strumenti, la WebConference (o video conferenza) e il WebMeeting, come abbiamo già spiegato sia nel libro Webinar professionali. Progettare e realizzare eventi live coinvolgenti ed efficaci sia nell’articolo Webinar, WebMeeting e WebConference: cosa sono e come funzionano. […]

  3. […] Hai capito cos’è un Webinar? No? Rileggiti Webinar, WebMeeting e WebConference: cosa sono e come funzionano! […]

  4. […] WebConference e WebMeeting sono le due tipologie più diffuse di Webinar. Quale scegliere, come usarli, come organizzare un webinar con questi strumenti  […]

  5. […] al tuo webinar, sia esso una WebConference o un WebMeeting (se non conosci la differenza leggi Webinar, WebMeeting e WebConference: cosa sono e come funzionano che ti spiega proprio le diverse tipologie di Webinar e Conference […]

  6. […] WebConference e WebMeeting sono le due tipologie più diffuse di Webinar. Quale scegliere, come usarli, come organizzare un webinar con questi strumenti  […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *