Slide per il webinar? Come cambiare le tue presentazioni!

Le slide per il Webinar:

lo strumento principale del tuo Webinar e della tua Videconferenza

Se ti stai chiedendo cosa significa “ottimizzare” una presentazione per un Webinar e come farlo, questo è il post(o) giusto per scoprirlo!

slide per il webinar

I professionisti del marketing e della comunicazione sono sempre più  dell’idea che parlare in pubblico è un valore aggiunto che facilita la veicolazione di messaggi e contenuti, ma saperli presentare, mantenendo alta l’attenzione, non è sempre facile.

Sicuramente, migliorare le proprie abilità linguistiche o le competenze comunicative è uno sforzo utile, ma la questione centrale riguarda la necessità di smettere di vendere se stessi o il proprio prodotto per focalizzarsi sulla possibilità di “dare risposte”.

Avere una strategia di presentazione ottimizzata significa, infatti, non limitarsi ad utilizzare parole chiave nel proprio discorso o inserire il proprio username Twitter su tutte le slide.

Tutt’altro: ottimizzare la propria strategia di presentazione significa preparare le slide per il webinar con una logica particolare, significa raccontare una storia che fornisca dati utili all’audience, che dia informazioni emotivamente pregnanti e intellettualmente stimolanti e che li guiderà in un percorso che parte, ad esempio, da un rapporto di ricerca che sia collegato a una serie di post su un blog, che a loro volta sono collegati a immagini, sondaggi, interviste comunicati stampa, podcast e così via.

Dare queste informazioni all’audience garantirà la “miglior risposta” alle domande che hanno spinto il pubblico a partecipare all’evento.

Per questo motivo prima di strutturare le slide per il webinar o la tua prossima videoconferenza, prova a porti queste domande:

1. Qual è l’obiettivo della presentazione?

2. Qual è l’obiettivo del pubblico che parteciperà alla presentazione?

3. Come vuoi che la gente si senta dopo aver partecipato al tuo evento? E quali concetti chiave vuoi che associ a te?

Rispondere a queste domande dovrebbe aiutarti a definire l’approccio generale, guidarti nella pianificazione dell’evento, a seconda di ciò che vuoi offrire, e strutturare la presentazione in modo che sia accattivante ed efficace, per mantenere alta l’attenzione del pubblico.

Slide per il webinar

Per quanto riguarda gli aspetti pratici, ecco alcuni suggerimenti da seguire subito, oppure la prossima volta che devi ripensare e sviluppare le slide per il webinar:

  • Crea un modello di presentazione che includa, in alto o in basso, al centro, un logo linkabile, il vostro username Twitter e un hashtag. Scrivilo anche a parte: se la slide non è cliccabile, devi essere pronto a inserirlo nella chat.
  • Inventa un titolo creativo per la presentazione e individua una parola chiave che ti aiuterà nella divulgazione dei contenuti su blog o social network.
  • Comincia la presentazione con uno schema e un breve riassunto di ciò che dirai. Utilizza questi contenuti con meta description su Slideshare e come annotazione alla presentazione allegata ad un post sul blog.
  • Fai una lista di “tag” o parole chiave che rappresentano i concetti fondamentali; potrai utilizzarli per promuovere i contenuti.
  • Aggiungi immagini o esempi che sostengono l’idea di ogni diapositiva e quando devi inserire del testo non dimenticare la regola del KISS – Keep It Super Simple.
  • Scrivi dei titoli semplici ed efficaci per ogni diapositiva ti aiuterà ad essere maggiormente reperibile su Slideshare e altri strumenti.
  • Cita le fonti (statistiche, testi, immagini) e organizzale in maniera efficiente, potrai più facilmente utilizzarle successivamente in un’infografica.
  • Collega le immagini ai contenuti relativi sul tuo blog o sito web. Non è utile durante la presentazione, ma sicuramente lo è per il follow up.
  • Carica la tua presentazione online prima o subito dopo l’evento. Renderla disponibile a tutti i partecipanti sarà sicuramente un ottimo modo per “rimanere in contatto”.
  • Promuovi la presentazione sui social network o dai qualche piccola anticipazione sul tuo blog in modo da creare curiosità e coinvolgi il pubblico presente con tweet o utilizzando l’hashtag dell’evento per fare in modo che i tuoi contenuti rimangano anche oltre lo spazio e il tempo della presentazione.
  • Offri un incentivo per condivisione sociale; puoi ad esempio regalare il tuo ultimo libro al miglior “livetweeting” o al miglior “liveblogging”
  • Pianifica un tweet al termine dell’evento per condividere l’URL della presentazione.
  • Infine, dai un link ad una pagina che fornisca informazioni sui “prossimi passi”: una guida, un report, un white paper, un video o la stessa presentazione che hai caricato su Slideshare, può essere un buon modo per dare inizio al “follow up”.

Ora, come si trasformerà il tuo modo di presentare?

Saranno diverse le tue slide per il webinar?

 

The following two tabs change content below.
Da 15 anni sfrutto la mia laurea in Filosofia e in Psicologia per aiutare aziende e professionisti a realizzare percorsi formativi e promozionali online, sfruttando al massimo la tecnologia offerta dai Webinar, dalle Aule Virtuali e dalle VideoConferenze. Sono autore insieme a Fabio Ballor del primo manuale italiano sul tema degli eventi online "Webinar Professionali" (Hoepli, 2013) e del primo libro al mondo sul "Public Speaking Online" (Dario Flaccovio Editore, 2015). Sono fondatore insieme a Fabio Ballor, Paola Breseghello e Marco Canali di WebinarPro srl.
1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Le slide e la presentazione sono fondamentali in un webinar o una webconference. Come ottimizzare e valorizzare la tua presentazione?  […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *