Esistono decine di tecniche per partire da un foglio bianco e raccogliere molte idee da strutturare successivamente in quello che più si avvicina al risultato del nostro lavoro.

I due metodi più semplici per idee webinar possono sembrare persino banali, ma rappresentano la base migliore per chi non abbia alcuna idea precisa di quali saranno gli argomenti centrali del proprio webinar. Eccoli:

  • Il sistema delle parole casuali
  • La palla di neve

Il primo metodo che viene spesso consigliato è quello più creativo e destrutturato allo stesso tempo: si gettano in modo disordinato, senza grande cura nella sequenza logica o nella struttura con cui si scrive una serie di parole chiave, frasi, concetti, idee, seguendo un ordine casuale e senza alcun intervento del giudizio o della parte più razionale del nostro cervello.

Più è grande la superficie su cui raccogliamo queste idee webinar (un bel cartellone, cartaceo o digitale!) più possiamo dare una qualche forma, magari scrivendo più vicine le idee che si assomigliano di più o che rientrano in una categoria analoga.

idee webinar

Il sistema della lista di parole casuali funziona particolarmente bene se lavoriamo in modo molto libero, lasciando fluire i pensieri e continuando a guardare quanto abbiamo già scritto. Sarà poi oggetto di una fase successiva la riorganizzazione e selezione delle idee.

Il secondo metodo è più adatto a chi conosce l’argomento solo parzialmente e necessita di idee nuove e mai esplorate. Si tratta della navigazione in rete a valanga (o palla di neve): come una palla di neve dei cartoni animati che diventa sempre più grande a partire da una piccola pallina che raccoglie sempre più neve rotolando a valle, aumentando di volume, quello che si può fare è iniziare da un sito che contenga alcune informazioni basilari sul nostro argomento, al limite persino dai risultati di un motore di ricerca. Da lì si seguono le tracce, i percorsi, i nomi più utilizzati e si arricchisce la lista di informazioni casuali.

In entrambe le tecniche è necessario lasciare fluire liberamente la fantasia e fare in modo di non porre alcun freno critico al materiale che produciamo via via che raccogliamo le idee.

Poi, chiaramente, si tratterà di strutturare il tutto e passare dalle idee, alla scaletta. Ma questo è un altro discorso!

 

 

The following two tabs change content below.
Da 15 anni sfrutto la mia laurea in Filosofia e in Psicologia per aiutare aziende e professionisti a realizzare percorsi formativi e promozionali online, sfruttando al massimo la tecnologia offerta dai Webinar, dalle Aule Virtuali e dalle VideoConferenze. Sono autore insieme a Fabio Ballor del primo manuale italiano sul tema degli eventi online "Webinar Professionali" (Hoepli, 2013) e del primo libro al mondo sul "Public Speaking Online" (Dario Flaccovio Editore, 2015). Sono fondatore insieme a Fabio Ballor, Paola Breseghello e Marco Canali di WebinarPro srl.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *