Articoli

Smartworking: cos’è il laptop lifestyle

Se hai sentito parlare di smartworking, probabilmente hai anche già sentito il termine “laptop lifestyle”.
Ma sai in cosa consiste? È una vita da sogno o un qualcosa di inesistente?

Diamo un’occhiata più da vicino al laptop lifestyle e capiamo cosa significa in realtà.

laptop lifestyle

Definizione di “Laptop Lifestyle”

Se sei capitato per caso su questa pagina e non hai la minima idea di che cosa sia, per “laptop lifestyle” si intende  uno stile di vita dove non sei legato a un posto fisso o non sei bloccato in una posizione fisica per impegni di lavoro.

Laptop lifestyle non è un termine dispregiativo che rimanda all’idea di instabilità, va inteso nel senso di “avere la libertà di vivere”.

Laptop lifestyle è un termine applicato al mondo del lavoro: coloro che incarnano questo stile di vita non sono legati a un lavoro d’ufficio o a un luogo di lavoro fisico.

Possono lavorare da casa o in remoto per il proprio datore di lavoro, oppure gestire il proprio business online senza avere una postazione di lavoro fissa.

I vantaggi del laptop lifestyle

Avrai intuito quindi che adottare il laptop lifestyle ti offre molto tempo libero.

Anche se lavori per il tuo datore di lavoro e stai facendo il lavoro da casa o da una postazione remota, non devi spendere il tuo tempo per raggiungere il tuo posto di lavoro e solitamente puoi gestire da solo il tuo monte ore di lavoro.

Se normalmente devi essere fisicamente presente sul tuo posto di lavoro dalle 9 alle 17  dal lunedì al venerdì, lavorare da casa ti consente di organizzare il tuo orario di lavoro in base anche agli altri impegni: ad esempio, andare a prendere i bambini a scuola e continuare il lavoro di sera.

Se gestisci la tua attività online da casa, hai ancora più tempo a disposizione, dato che non hai un capo a cui dover render conto: rispondi solo a te stesso.

Altri vantaggi che mi vengono in mente adottando il laptop lifestyle

  • Spese generali molto basse
  • Essere il capo di se stessi
  • Lavorare da qualsiasi parte del mondo purché ci sia una connessione internet
  • Lavorare in spiaggia o al parco
  • Passare più tempo con la famiglia
  • Meno stress
  • Risparmiare le spese dei mezzi di trasporto
  • Dedicare più ore del giorno a fare qualcosa che ti piace
  • Gestire da solo il tuo monte ore
  • Viaggiare e portare dietro il tuo lavoro
  • La libertà di vivere e lavorare all’estero

Come puoi vedere, i vantaggi del laptop lifestyle sono tantissimi e te ne ho citati solamente alcuni.

Chiunque può vivere il laptop lifestyle

Il laptop lifestyle non è riservato solo ai ricchi e famosi o a coloro che sono nati con la camicia. Chiunque può vivere all’insegna di questo stile di vita.

L’unica cosa di cui hai bisogno è una connessione internet.

Puoi far diventare questo sogno realtà.

Non hai bisogno di competenze tecniche di alto livello, non hai bisogno di essere giovane e alla moda, e certamente non hai bisogno di essere un genio della tecnologia.

Quali attività puoi intraprendere per avere un laptop lifestyle? 

  • Scrivere e vendere eBook
  • Gestire un’attività online
  • Scrivere contenuti web per i clienti

Questi sono solo alcuni esempi, ma in realtà ci sono così tante cose che possono essere fatte e realizzate via internet.

Intraprendi il tuo business online

Avere il tuo business online è davvero uno dei modi più semplici, economici e migliori per  vivere un laptop lifestyle e non hai bisogno di competenze tecniche.

Puoi essere giovane o vecchio e gestire un’attività online con successo.

Si chiama marketing di affiliazione ed è così semplice da configurare che letteralmente chiunque può iniziare a fare questo tipo di attività. E soprattutto, costa pochissimo iniziare.

Il laptop lifestyle non è un sogno o una fantasia. È una realtà quotidiana per milioni di persone in tutto il mondo. E iniziare è più semplice di quanto pensi!

[L’articolo che hai appena letto è una traduzione di What is the laptop lifestyle di Darren Burton]

Eventi online: cosa sono e come funzionano

L’autunno è ufficialmente tornato: vuol dire castagne, foglie che cadono e, ovviamente, nuovi eventi online da organizzare!

Come creare eventi online

Fammi indovinare, ti sembra di avere spuntato tutti gli elementi della tua lista, hai un’idea geniale, sai cosa fare esattamente e sai perfino dove e quando.

Ma cosa manca? … i partecipanti ovviamente!

eventi online

 

Facciamo  un passo alla volta: ci sono tre pilastri per “fare il pieno di partecipanti”. Quali sono? 

  1. Un database: se hai deciso di organizzare un webinar avrai sicuramente in mente qual è il tuo target di riferimento. Insomma, ti serve un punto di partenza. Siediti comodo, prendi carta e penna e annotati le caratteristiche del target a cui vuoi rivolgerti. Se hai già un piccolo database di contatti, saranno quelli da cui partire!
  2. Una landing page: è il tuo punto di riferimento, qui devi racchiudere tutti i dettagli più interessanti sul tuo webinar. Inoltre è proprio da questa pagina che i tuoi futuri partecipanti si iscriveranno lasciando i loro dati e il loro indirizzo e-mail.
  3. Un canale di comunicazione: seleziona lo strumento (o gli strumenti ) con cui comunicherai con i tuoi partecipanti: può essere l’e-mail, una pagina Facebook o persino Snapchat. La scelta dipende dalle caratteristiche del target che hai individuato: è attraverso il canale di comunicazione che spingi i tuoi potenziali partecipanti ad iscriversi al webinar.

Questi sono i tre elementi base da cui partire, più semplici di quanto pensassi, vero?

Ora capiamo insieme come fare il pieno di iscritti!

La gestione dei tuoi eventi online: la promozione

Devi puntare tutto sui canali di comunicazione che hai scelto: sono il tuo mezzo più efficace per promuovere il tuo evento online.

Ti consiglio di promuovere il tuo evento sulla tua pagina Facebook: specifica data, ora, interagisci con i partecipanti e definisci il target a cui è rivolto il tuo evento, così da poter avere una comunicazione diretta ed efficace.

Sfrutta anche la Facebook Ads: ti basta investire poche decine di euro per aumentare vertiginosamente il numero di iscritti al tuo evento online!

ATTENZIONE: se rispetti con impegno le caratteristiche del target che hai individuato, i tuoi iscritti saranno targettizzati e non è da poco!

Se possiedi un blog non può mancare il post a “tema evento”: scrivi un post sul tuo blog dove anticipi o approfondisci argomenti inerenti al tuo evento e condividi poi il post sulle tue pagine social. Vedrai che boom di iscritti!

Come scegliere la piattaforma per il tuo evento?

Nonostante il nostro motto sia “la piattaforma è l’ultimo dei problemi”, prima o poi devi comunque affrontare questa ardua scelta!

Come sai, non è facile riuscire a scovare la piattaforma più adatta, ma ci sono alcuni elementi che possono aiutarti: 

  1. Gli scopi dell’evento: devi capire a quale tipologia di webinar si avvicina di più il tuo evento. È un evento formativo? È un evento collaborativo? Hai bisogno di mandare online dei sondaggi in tempo reale? 
  2. La dimensione dell’evento: dopo aver individuato il target è importante capire anche a quante persone sia rivolto l’evento. Non è una variabile da poco perché il numero di partecipanti incide notevolmente sul prezzo della piattaforma. Quindi prima di acquistare una piattaforma con limiti di partecipanti che possono esserti d’ostacolo, fai una stima il più realistica possibile della tua potenziale audience!
  3. Il “contesto” in cui si svolge il webinar, ovvero avere la possibilità di fare azioni di reminder per gli iscritti e successivamente di follow up.
  4. Il supporto: sei sicuro di avere tutte le competenze necessarie per organizzare e gestire un webinar da solo? In caso contrario non temere, puoi scegliere una piattaforma con assistenza completa.

Se vuoi entrare più nel dettaglio, puoi scriverci a segreteria@webinarpro.it e chiedere consiglio per la piattaforma più adatta alle tue esigenze!

Organizza il tuo evento gratis

Quante volte hai ricevuto inviti ad eventi online gratuiti, non c’è bisogno che me lo dici, tante, tantissime volte. Ma ti sei chiesto il perché?

Perché lavorare duramente per produrre dei contenuti validi e utili a costo zero? Qual è il motivo di organizzare un evento senza essere pagati?

Per prima cosa, organizzare un webinar gratis è un’ottimo strumento per fare personal branding: ti permette di entrare in contatto con tantissime persone contemporaneamente “mettendoci la faccia”, è uno degli strumenti che con minor sforzo puoi lasciare un segno indelebile nella mente dei tuoi potenziali clienti. 

Il webinar gratuito inoltre è uno strumento per fare lead generation: creando un webinar gratuito raccogli un numero consistente di contatti targettizzati che potrai invitare come partecipanti ai tuoi futuri webinar (o ai tuoi servizi e prodotti). 

Insomma, questi sono alcuni dei motivi per organizzare un webinar gratuito, ma potremmo stare qui ore e ore ad elencarne: il metodo migliore è sempre quello di sperimentare sulla propria pelle!

Adesso hai una panoramica di tutti gli strumenti che ti servono per organizzare un webinar con i fiocchi! Cosa aspetti? Mettiti subito al lavoro e parlaci dei tuoi risultati!

Webinar: cos’è e come funziona?

Hai mai sentito parlare di webinar?
Una cosa è sicura, se sei capitato su questa pagina è per due motivi: o sai già cosa sono i webinar e stai cercando qualche informazione nuova, o ti hanno appena invitato a partecipare e non hai la più pallida idea di cosa si tratti.

In ogni caso questo articolo fa al caso tuo, se sei un dilettante in materia di webinar qui troverai tutte le informazioni che ti servono!

webinar

Webinar: come si pronuncia?

Iniziamo dalle basi: sei sicuro di saper pronunciare correttamente la parola webinar?

La pronuncia corretta è Wèbinar, con l’accento sulla E e la R praticamente muta.

Gli errori di pronuncia più frequenti in ordine di importanza sono:

  • Webminar
  • Webinàir
  • Webìnar.

Curioso, no?
So che ti starai chiedendo a cosa serve sapere come si pronuncia, ma ti assicuro che è molto importante: la tua pronuncia può fare la differenza!

Cosa sono i Webinar?

Adesso che sai come si pronuncia, cerchiamo di capire insieme in cosa consista un webinar.

Anzitutto risaliamo alla sua origine: la parola webinar è un neologismo che deriva dalla contrazione delle parole Web e Seminar.

Il significato letterale è seminario via web e questa è l’esatta definizione: 

Un webinar è un evento pubblico che avviene online, […] è un’occasione in cui più persone si ritrovano via internet, mediante una piattaforma o un software, nello stesso momento […] per discutere di un certo argomento: chi presenta o conduce l’evento può usare diversi strumenti online, mostrando slide, filmati, confrontandosi in diretta con gli altri partecipanti, sia in forma scritta […] sia a voce […].

Webinar professionali

Grazie a internet, il webinar coniuga in un’unica esperienza la comodità di fruizione da casa con l’efficacia e l’interattività tipiche di un evento in presenza. Proprio come in un’aula reale ci si ritrova all’ora prestabilita e tutti i partecipanti hanno la possibilità di intervenire attivamente nel corso dell’evento per porre domande e condividere idee.

Il webinar è uno strumento che sfrutta la modalità sincrona, ma può essere anche sfruttato in modalità asincrona attraverso la registrazione dell’evento anche diverse ore o addirittura giorni dopo.

Cos’è una piattaforma webinar?

Una piattaforma webinar è un software che permette di erogare qualunque tipo di evento online.

La piattaforma funziona solitamente tramite la rete o attraverso l’installazione di un piccolo software definito come plugin.

Tra le piattaforme più note ci sono sicuramente LogMeIn/Citrix GoToWebinar, GoToMeeting e GoToTraining.

Come faccio a partecipare ad un webinar?

Per partecipare ad un webinar non devi fare altro che iscriverti attraverso una pagina di iscrizione o landing page: dopo di che via e-mail riceverai il link per collegarti il giorno e l’ora dell’evento!

Come organizzare un webinar?

Eccoci qui alla sezione dedicata ai più esperti in materia.

Intanto, perché vuoi organizzare un evento online?

È fondamentale che tu ti ponga questa domanda per capire quale obiettivo devi centrare e individuare il tuo pubblico ideale.

Per prima cosa sappi che devi metterci la faccia, il tuo pubblico vuole vederti, vuole sapere chi sei e con chi sta parlando, non si accontenta di quattro slide e di una voce registrata.

Devi sfruttare tutte le tue capacità oratorie per attirare il tuo pubblico e realizzare un evento di successo.

Evita di improvvisare, devi decidere tutto a priori: scegli il tuo tema a priori, indaga online per capire quale argomento può attirare maggiore pubblico e maggiore interesse.

Scegli attentamente la tua piattaforma facendo un’analisi tra:

  • La condivisione dello schermo
  • Numero di partecipanti
  • Il costo
  • La presenza della chat
  • La registrazione

Se vuoi sapere come scegliere la piattaforma che fa al caso tuo qui potrai trovare tutte le informazioni che ti servono!

É importante una volta selezionato il tema e la piattaforma preparare la tua “scaletta” e non devi fare in modo che il tuo primo evento online duri più di 60-90 minuti, altrimenti il tuo pubblico rischia di perdere la concentrazione.

Ricordati anche di creare delle slides così che il tuo pubblico possa avere un punto di riferimento per le tue parole.

ATTENZIONE: non essere prolisso nelle slides, il rischio è che il tuo pubblico si distragga per leggerle e non segua il tuo discorso!

Ultimo consiglio?

Prova e riprova prima di andare online, non è mai “buona la prima”!

Vuoi provare come ci si collega ad un webinar?

Partecipa ad uno dei nostri webinar gratuiti!

 

Regia webinar: cos’è e come funziona

Servizio regia webinar. Cos’è?

Regia webinar

Hai organizzato un webinar per le 20:30.  Entri in piattaforma alle 20:15, tutto è già pronto. Cominci puntuale. Saluti i partecipanti, qualche minuto di convenevoli e inizi la presentazione.

Alle 20:40 entra Marcello, scrive in chat scusandosi per il ritardo. Mentre parli, qualcuno  gli risponde  Non c’è problema, Marcello. Benvenuto!

20:45 entra Simone e scrive Non sento nulla. Tu continui la tua presentazione eppure, dopo qualche minuto, Simone aggiunge Perfetto! Tutto risolto, grazie!

20:50 alla spicciolata sono arrivati anche Filippo, Marta, Giovanna e altri 87 partecipanti. Tutti sono stati accolti e salutati, gli eventuali imprevisti risolti sullo sfondo.

Set-up piattaforma, accoglienza, gestione tecnica dell’evento: questa è la base di una regia webinar, che può comprendere molto altro. Ne parliamo in questo post.

Chi fa da sé fa per tredj-mixer-music-audio-equipment-sound-knobs

Gestire un evento webinar da soli richiede un notevole investimento di energie. Presentare, seguire la chat, risolvere le piccole difficoltà tecniche di qualcuno.

Se devi organizzare un meeting o una presentazione informale (fino a 15 partecipanti), puoi fare tutto da solo.  Puoi fare da solo anche con 25 persone ma ne esci pazzo.

Oltre i 25 iscritti hai bisogno di un supporto regia.

Hai due alternative:

  1. Affidare la regia a WebinarPro. È la soluzione pronta e professionale.
  2. Affidare la regia ad un tuo collaboratore. È una buona soluzione ma richiede tempo e formazione. Nella nostra Webinar Academy puoi trovare corsi regia per il tuo team o richiedere incontri individuali di formazione (webinar coaching).

Perché la regia WebinarPro

La regia è uno dei servizi WebinarPro più richiesti. Il nostro staff monitora e valorizza l’intero evento, facendo in modo che tutto fluisca.

Il relatore si gode il pubblico, resta focalizzato sui contenuti della presentazione, senza interruzioni.

Il cliente risparmia tempo, energie e risorse aziendali, con la sicurezza di avere un servizio organizzato e professionale.

La regia webinar deve essere richiesta almeno 15 giorni prima dell’evento. Può avere struttura e costi diversi.


Sono veramente stupefatto. Senza WebinarPro, non sarei riuscito a fare quello che ho fatto!


Alessio Beltrami
Content Marketing Italia & Blog Aziendali

La regia webinar base e la regia webinar avanzata

Oltre i 25 iscritti, la regia webinar è necessaria anche se sei esperto. La filosofia WebinarPro è goditi il tuo pubblico, al resto pensiamo noi.

Ma quale regia? Le necessità possono essere più o meno complesse. Le principali variabili sono:

  • Numero di partecipanti
  • Quantità e tipologia di strumenti utilizzati (slide, condivisione lavagna, video, sondaggi, aule multiple, domande&risposte ecc.)
  • Livello atteso di interazione con i partecipanti
  • Presenza di uno o più relatori
  • Livello atteso di qualità, immagine e prestigio
  • Business in gioco
  • Necessità di registrazione
  • Necessità di postproduzione e distribuzione audio-video
  • Necessità di gestione del follow up dell’evento

WebinarPro propone un servizio regia sartoriale, su misura. Quando è sufficiente, proponiamo la regia webinar base.

Quando necessario, suggeriamo la regia webinar avanzata. Con quali servizi e optional, lo decidiamo insieme al cliente.

La regia base di WebinarPro

La regia base è un servizio principalmente tecnico.  Prepariamo la piattaforma (set-up) e i materiali prima dell’evento.

Siamo presenti all’avvio del webinar per risolvere in background le eventuali difficoltà dei partecipanti (non sento, non vedo, non riesco ad entrare, sono collegato con una chiavetta in un sotterraneo).

Rispondiamo in chat a domande semplici (ci sarà la registrazione? potrei avere di nuovo il link?). Teniamo monitorata la banda.

È possibile fino a 50 partecipanti, poi è necessaria la regia avanzata.

La regia avanzata di WebinarPro

La regia avanzata risponde a bisogni di maggiore complessità, maggiore servizio, maggiore qualità, maggiore prestigio.

La regia avanzata può essere personalizzata con una serie di servizi e optional. Quanto vuoi essere seguito e preparato? Quanto vuoi che i tuoi partecipanti restino incantati?

Prima, durante, dopo il webinar possiamo affiancarti per mettere a punto il migliore evento online che tu abbia mai realizzato!

Un investimento che torna immediatamente nelle tue tasche, il tuo webinar avrà successo e conversioni decisamente superiori.

Qualche esempio di regia webinar avanzata

Regia webinar

 

Prima, durante, dopo il webinar. Ogni fase dell’evento può essere ottimizzata e fare la differenza tra un evento deludente e un successo ad alta conversione. WebinarPro fa la differenza.

Prima del webinar, vuoi comunicare e promuovere il tuo evento. Vuoi raccogliere iscrizioni, impostare una landing page. Noi siamo al tuo fianco. Vuoi prepararti al

meglio con una presentazione efficace.  Con una scaletta potente. Con slide migliori. Con il servizio webinar coaching ti alleniamo a dare il meglio di te.

Durante il webinar, puoi essere affiancato da un conduttore professionista.  Ti presenta, fa da moderatore, comunica con te su canale privato. Avresti una presenza preziosa e discreta che ti aiuta a tenere i tempi, a passarti le domande dei partecipanti, a suggerire in privato se stai a

ndando bene, se rallentare o accelerare. Solo per fare qualche esempio.

Ne parliamo nel post Chi è e cosa fa il conduttore di un webinar.

Dopo il webinar, puoi ottimizzare i tuoi risultati con la perfetta gestione del follow up dell’evento. Ne parliamo in Follow up:cosa fare dopo un webinar. Noi ci siamo al tuo fianco, con tutta l’esperienza di 3000 ore di webinar realizzati. Puoi moltiplicare le conversioni con un editing sapiente della tua registrazione e con la sua distribuzione.

Leggi anche il post Follow up e registrazione webinar.

La regia webinClicca qui per scaricare il primo capitolo! E' gratis!ar come professione

Le diverse figure professionali coinvolte in una regia webinar sono sempre più richieste. In Webinar Academy prevediamo di formare parecchi giovani nei prossimi mesi.  Siamo sempre pronti ad incontrare nuovi talenti da inserire nel nostro team.

Abbiamo progetti formativi per le aziende che vogliono creare internamente un webinar-staff.

Se ti interessa conoscere le varie figure professionali nella regia webinar, ti consigliamo il nostro libro Webinar Professionali edito da Hoepli (anche ebook e Kindle).

Quale regia webinar scegliere

regia webinar

Quale webinar hai in mente? Meeting online, marketing online, promo webinar, conferenza, formazione, vendita? Come scegliere il servizio adatto alle tue esigenze? Quanto costa?

Come formare un collaboratore? Quanto tempo ci vuole? Quale corso?

Togliti subito la curiosità! Non aspettare.

Per realizzare un servizio sartoriale si comincia prendendo le misure. Compila il modulo. Avrai (senza impegno) un prospetto personalizzato di cosa potremmo fare insieme per ottimizzare il tuo progetto. Anche se è solo un’idea abbozzata. Ti aiutiamo noi a definirla.

Non rischiare un flop, parti con il piede giusto. In Italia non esiste un servizio agile, completo e professionale come WebinarPro. Non esiste un’altra Webinar Academy per formarti o formare i tuoi collaboratori.

Leggi la nostra Policy sulla privacy. Inviando il modulo accetti la policy e l’inserimento del tuo indirizzo mail nel nostro data-base. Tranquillo: potrai sempre cancellarti con grande facilità.

 

’Contattaci’

 

 

Cos’è un webinar in meno di 8 minuti

E’ un po’ che ti chiedi cosa significa Webinar?

Senti parlare delle videoconferenze ma non hai ancora capito come funzionano davvero?

Vuoi risparmiare nella formazione e nella comunicazione, ma non hai capito se il Webinar è la soluzione giusta per te?

videotutorial veloce cosa è un webinar e come funziona

Finalmente hai trovato la risposta!

Qui sotto troverai un video che ti spiega esattamente cos’è un Webinar, cosa ci puoi fare e, soprattutto, perchè può esserti utile per il tuo lavoro.

[embedplusvideo height=”350″ width=”600″ editlink=”http://bit.ly/LXYYkW” standard=”http://www.youtube.com/v/lgyuYrTM2yE?fs=1&vq=hd720″ vars=”ytid=lgyuYrTM2yE&width=600&height=350&start=&stop=&rs=w&hd=1&autoplay=0&react=0&chapters=&notes=180%7eConosci+i+Webinar+di+Insegnalo.it%3f+%7c420%7eIscriviti+a+WebinarPRO.it%3a+” id=”ep6928″ /]

In estrema sintesi, ecco i contenuti del Video:

  • Cosa è e come funziona un Webinar
  • Le diverse tipologie di Webinar e VideoConferenze
  • Le differenze tra WebMeeting e WebConference
  • Perchè e come puoi usare le Conference Call nel tuo lavoro
  • Le applicazioni dei Webinar
  • Capire gratuitamente come fare i Webinar nel Marketing
  • Come collaborare dal vivo online con le riunioni online

Il tutto in meno di 8 minuti di video, non male, vero? 🙂

Speriamo ti piaccia e ti chiarisca in pochissimi minuti come realizzare subito il tuo evento dal vivo.

E se hai ulteriori dubbi, contattaci!

Webinar, WebMeeting e WebConference: cosa sono e come funzionano

cosa sono i webinar, i webmeeting e le webconference?Webinar, WebMeeting e WebConference hanno molte cose in comune e, allo stesso tempo, alcune differenze che ci portano ad una conclusione:  WebMeeting e WebConference sono una particolare forma di Webinar, in cui l’accento è posto sullo scambio tra le persone (WebMeeting), piuttosto che sui contenuti (WebConference).

Differenze tra WebMeeting e WebConference

Se il Webinar è la categoria più generale che racchiude le altre, possiamo dire che tutti hanno in comune:

  • L’uso di una qualche forma di piattaforma per i Webinar
  • Uno streaming Video
  • Uno streaming Audio
  • Strumenti di comunicazione (ad es. la chat)

E quindi ci verrebbe da concludere che sono la stessa cosa. E no!

Il WebMeeting è la trasposizione nel web della classica riunione: un gruppo di persone che si riuniscono in uno spazio e condividono idee in modo relativamente simmetrico, collaborando alla creazione di modelli, strategie, processi, ecc. In un WebMeeting, quindi, le persone si raccolgono in uno spazio virtuale e fanno le stesse cose che farebbero in una sala riunioni: condividono idee, discutono alternative, propongono soluzioni, ecc. anche se ognuno è in una sede fisica diversa e magari distante migliaia di chilometri.

webmeeting: la riunione onlineLa WebConference è la trasposizione nel web della classica conferenza o della lezione di tipo frontale, universitaria a cui siamo abituati: una persona parla a più persone contemporaneamente, espone i propri contenuti e, alla fine, risponde alle domande. In questo caso ci stiamo concentrando più sui contenuti che sullo scambio tra le persone.

La differenza tra WebMeeting e WebConference sta proprio in questo:

  • Maggior uso di strumenti collaborativi nel WebMeeting
  • Maggiore accento sulla condivisione e sul confronto nel WebMeeting
  • Maggiore accento sui contenuti erogati nella WebConference

Come scegliere tra WebMeeting e WebConference?

La scelta dipende dai nostri obiettivi:

WebMeeting:Collaborare con i WebMeeting

  • Collaborare
  • Creare nuove idee su un prodotto, un servizio, una situazione da risolvere
  • Discutere
  • Trovare una soluzione collaborativa
  • Lavorare con un gruppo relativamente contenuto
  • Tenere traccia dei passaggi di sviluppo della sessione (es. mappe mentali)
  • Creare un documento condiviso

WebConference

  • Erogare un contenuto
  • Descrivere e presentare una situazione, un problema, ecc.
  • Presentare risultati
  • Presentare un progetto, un piano di lavoro, ecc.
  • Comunicare in modo unidirezionale un’idea, limitando lo scambio a domande e risposte

Come scegliere la Piattaforma per WebMeeting e WebConference?

Ormai tutte le piattaforme e i software per i Webinar si equivalgono sotto questo punto di vista e permettono di spostarsi dall’una all’altra semplicemente configurando gli strumenti di ognuna di esse: se voglio organizzare un WebMeeting attiverò la lavagna condivisa, i documenti condivisi, lo spazio di raccolta delle domande, mentre se devo organizzare una WebConference offrirò maggiore spazio a la chat, allo spazio delle domande, alle slide, ecc.

Possiamo dire che la piattaforma per Webinar ormai è uno standard che non fa la differenza se non nei prezzi e nel numero di accessi.

come scegliere tra webmeeting e webconference

 

Come organizzare un Webinar

Come organizzare un webinar è la prima domanda che molte persone ci fanno quando rientrano in una di queste categorie:

  • Vogliono formare molte persone senza spendere troppi soldicome organizzare un webinar
  • Vogliono presentare un’idea a più persone contemporaneamente
  • Vogliono lavorare online in modo sincrono con più persone

Il primo passo per fare un webinar di successo è capire qual è il corretto processo di sviluppo, quali sono le fasi per passare dalla propria idea alla fase finale e, sopratutto quali sono le fasi più critiche.

La sequenza migliore, ossia quella che ti permette di includere tutte le fasi possibili, è indubbiamente quella più semplice che possiamo immaginare, ossia quella riportata nel nostro libro Webinar Professionali (da cui abbiamo tratto l’immagine qui accanto).

Analisi

Il primo passaggio è porti alcune domande sugli obiettivi che ti poni, sul target, sui suoi bisogni, su come rispondere alle esigenze dei tuoi potenziali (e si spera, effettivi!) partecipanti.

Ma non solo: prima di progettare il tuo webinar, devi valutare tutte le opzioni che hai a disposizione, gli strumenti, le opportunità di fare alcune cose oppure di sceglierne altre.

La fase di analisi spesso viene sottovalutata, ma rappresenta la vera differenza tra un webinar professionale e un evento improvvisato, poco professionale e poco accattivante.

Progettare il Webinar

La seconda fase richiede la progettazione vera e propria e a nostro avviso si deve concentrare sulle tre dimensioni fondamentali di un webinar (e non solo!):

  • Contenuti: quali argomenti trattare nel webinar? Come strutturare i contenuti della webconference in modo efficace? Come erogare, condividere e sviluppare i contenuti in un webmeeting?
  • Processo: quale sequenza seguire nell’erogare i contenuti del webinar? Come strutturare le diverse attività nell’evento dal vivo?
  • Relazione:  come animare e moderare i partecipanti durante il webinar? Come gestire eventuali conflitti?

SetUp: preparare il Webinar

Il SetUp del Webinar raccoglie tutte le operazioni che riguardano la configurazione tecnica delle pagine web, della piattaforma, nonché la definizione dell’intero piano editoriale di comunicazione sui Social Media, quando è richiesta una buona promozione e divulgazione del nostro evento per raccogliere i partecipanti.

Evento live

Qui potremmo aprire il vaso di Pandora di tutto ciò che occorre sapere per realizzare l’evento dal vivo. E tutto il sito in qualche modo risponde a questa esigenza. Per questo post dobbiamo rinviare ad altri articoli questi aspetti.

Post Evento

Terminato il Webinar, non termina il lavoro di chi ha organizzato l’evento: è necessario dopo l’evento lavorare su alcuni aspetti fondamentali. Ad esempio, inviare la registrazione, raccogliere eventuali feedback, alimentare la conversazione sui temi che abbiamo trattato.

In questa fase finale, possiamo immaginare davvero qualsiasi ulteriore followe up, ma affronteremo separatamente tutti gli aspetti.

Da dove partire?

Indubbiamente dall’inizio!

Segui queste prime dritte:12980139_s

  • Stabilisci il tema del tuo webinar
  • Definisci gli argomenti
  • Crea una scaletta

E poi, aspetta: stiamo per fornirti tutte le informaizoni che ti servono! 😉

Cos’è un Webinar

Cos’è un Webinar? Come si pronuncia correttamente questa parola?

Non potevamo inaugurare questo blog in un modo diverso, ovvero togliere due dubbi che circondano il mondo del Webinar:

  • Come si pronuncia la parola Webinar
  • Cosa è davvero un Webinar

Per il primo punto, la pronuncia corretta è wèbinar (/ˈwɛbɪnɑː/), con l’accento sulla E, molto simile al termine inglese Seminar (/ˈsɛmɪnɑː/), senza pronunciare la R finale. Per i più curiosi, sul sito Memidex vengono raccolte tutte le definizioni del termine ed è possibile ascoltarne la pronuncia (guarda qui: come si pronuncia webinar e cos’è)

Come si pronuncia Webinar

Da dove proviene il termine Webinar e perchè ci interessa.

Il secondo passo da compiere è capire cosa sia un webinar. E in questo caso vogliamo la definizione giusta, funzionale, che ci spieghi cosa fare davvero durante un webinar.

Partiamo dalla sua origine, ovvero dalla contrazione di Web + Seminar: nel sito The WebinarBlog (http://bit.ly/wbnr_term) in un post del 2007 se ne ricostruiscono non solo le origini storiche, ma soprattutto gli aspetti legali dell’uso del termine che si direbbe registrato nel 1998.

E se tutto nasce da questi due termini, concentriamoci sul ruolo di Seminar in questa parola: cos’è un Seminario?

Il Dizionario Sabatini-Coletti ci offre questa definizione:

In ambito universitario, lezione in cui gli studenti partecipano attivamente con relazioni e interventi; esercitazione tenuta da un docente per un ristretto numero di studenti: seguire il s. di letteratura; estens. gruppo di studio finalizzato all’aggiornamento in un certo settore: s. aziendale (sec. XVI (1); a. 1873 (2)

Quindi in sintesi: cos’è un webinar e cosa ci puoi fare?

Abbiamo evidenziato le parole chiave che ci portano al nocciolo della questione: attivamente, studenti/docenti (che possiamo anche universalizzare con relatore/partecipanti), relazioni, interventi.

Nel nostro libro Webinar Professionali, dopo aver cercato un bel po’ in giro siamo giunti a questa definizione generale:

webinar_definizioneUn webinar è un evento pubblico che avviene online, accessibile quindi da chi vi è stato invitato o ne possiede una chiave d’accesso e che è collegato via internet.

Il webinar è un’occasione in cui più persone si ritrovano via internet, mediante una piattaforma o un software, nello stesso momento (modalità sincrona) per discutere di un certo argomento: chi presenta o conduce l’evento può usare diversi strumenti online, mostrando slide, filmati, confrontandosi in diretta con gli altri partecipanti, sia in forma scritta (tramite una chat) sia a voce (come se fosse una telefonata).

Può bastare? Si e no!

Molti pensano che per realizzare un Webinar la prima cosa da fare sia procurarsi una piattaforma, in realtà la prima cosa da fare è capire cosa faremo durante il webinar, come lo condurremmo, cosa ci aspettiamo che facciano i nostri partecipanti, come vorremmo interagire con loro.

Ed è per questo che è nato questo spazio: per raccontarvi queste cose e fornirvi le indicazioni utili per crear eil vostro primo Webinar Professionale.

Si parte?