Articoli

Come fare un Webinar e cosa puoi fare durante un Webinar. Qualche esempio pratico.

Ok, sai cos’è un Webinar. Sai pronunciare la parola correttamente.

Ora ti chiedi: come fare un webinar in modo concreto? Cosa posso fare durante un webinar o una videoconferenza?

Come posso usare le video conferenze e le riunioni online per creare efficaci aule virtuali online per la formazione?

Quali attività posso fare durante un Webinar?

Hai già visto il video Cos’è un Webinar in meno di 8 minuti e ora vuoi capire cosa c’è dentro un evento online dal vivo!

 

cosa fare in un webinar

Abbiamo simulato un Webinar per mostrarti ogni singolo aspetto e tool che puoi utilizzare. Nel video usiamo Adobe Connect che offre insieme a Webex una delle migliori esperienze interattive – a nostro avviso. Altre piattaforme sono differenti e hanno più limiti.

Ma con questo video hai un’idea concreta di tutto il potenziale del Webinar e puoi farti un’idea di come sfruttare videoconferenze e webmeeting nella formazione e nella comunicazione.

In estrema sintesi, ecco i contenuti del Video:

  • Come usare la chat in un Webinar
  • Come usare i sondaggi nelle videoconferenze e riunioni online
  • Come presentare i contenuti in un’aula virtuale online
  • Quali strumenti usare all’interno dei Webinar

Speriamo che questo video ti chiarisca le idee in merito all’uso pratico dei webinar nella formazione e ti offra un’idea di tutto ciò che puoi fare in un’aula virtuale di questo tipo.

Se hai ulteriori dubbi, contattaci!

E lascia il tuo commento: sarà utilissimo!

Cos’è un webinar in meno di 8 minuti

E’ un po’ che ti chiedi cosa significa Webinar?

Senti parlare delle videoconferenze ma non hai ancora capito come funzionano davvero?

Vuoi risparmiare nella formazione e nella comunicazione, ma non hai capito se il Webinar è la soluzione giusta per te?

videotutorial veloce cosa è un webinar e come funziona

Finalmente hai trovato la risposta!

Qui sotto troverai un video che ti spiega esattamente cos’è un Webinar, cosa ci puoi fare e, soprattutto, perchè può esserti utile per il tuo lavoro.

[embedplusvideo height=”350″ width=”600″ editlink=”http://bit.ly/LXYYkW” standard=”http://www.youtube.com/v/lgyuYrTM2yE?fs=1&vq=hd720″ vars=”ytid=lgyuYrTM2yE&width=600&height=350&start=&stop=&rs=w&hd=1&autoplay=0&react=0&chapters=&notes=180%7eConosci+i+Webinar+di+Insegnalo.it%3f+%7c420%7eIscriviti+a+WebinarPRO.it%3a+” id=”ep6928″ /]

In estrema sintesi, ecco i contenuti del Video:

  • Cosa è e come funziona un Webinar
  • Le diverse tipologie di Webinar e VideoConferenze
  • Le differenze tra WebMeeting e WebConference
  • Perchè e come puoi usare le Conference Call nel tuo lavoro
  • Le applicazioni dei Webinar
  • Capire gratuitamente come fare i Webinar nel Marketing
  • Come collaborare dal vivo online con le riunioni online

Il tutto in meno di 8 minuti di video, non male, vero? 🙂

Speriamo ti piaccia e ti chiarisca in pochissimi minuti come realizzare subito il tuo evento dal vivo.

E se hai ulteriori dubbi, contattaci!

5 buone ragioni per programmare oggi la tua prima VideoConferenza

Come usare efficacemente le videoconferenza nel tuo lavoro e nella tua professione?

Perchè farlo subito?

Perchè usare le WebConference come strumento di comunicazione e formazione?

 

Primo passo: cos’è una videoconferenza

Come sai distinguiamo nella famiglia generale dei Webinar le due principali tipologie di strumenti, la WebConference (o video conferenza) e il WebMeeting, come abbiamo già spiegato sia nel libro Webinar professionali. Progettare e realizzare eventi live coinvolgenti ed efficaci sia nell’articolo Webinar, WebMeeting e WebConference: cosa sono e come funzionano.

La WebConference è la trasposizione nel web della classica conferenza o della lezione di tipo frontale, universitaria a cui siamo abituati: una persona parla a più persone contemporaneamente, espone i propri contenuti e, alla fine, risponde alle domande.

 

Impara subito la tecnica e l'arte del Webinar

Una video conferenza ti permette di comunicare in modo rapido con molte persone contemporaneamente, offrendoti moltissimi vantaggi:

  • Mostrare slide e contenuti
  • Condividere il tuo desktop (mostrando ad esempio il funzionamento di un software o un sito web)
  • Condividere una chat in cui tutti possono commentare
  • Avere uno spazio di raccolta di domande e risposte (una specie di FAQ dal vivo)
  • Condividere link e risorse online
  • Condividere materiali e file

La videoconferenza è quindi uno strumento potentissimo che ti permette di comunicare in modo rapido ed efficace con molte persone contemporaneamente.

 

Come fare una conferenza online in poche mosse

flickr.com - doctorow

Per realizzare una WebConference hai bisogno di alcuni ingredienti fondamentali:

Diamo per scontato che il terzo punto tu ce l’abbia già e che se hai già in mente cosa devi dire tu abbia già delle slide, non ti resta che procurarti una piattaforma che ti permetta di fare tutto ciò che abbiamo che abbiamo elencato più sopra (qui).

A tal proposito, se hai pochi partecipanti, puoi tranquillamente usare Skype con la condivisione delle schermo. Puoi anche scegliere di usare uno strumento potente e gratuito come Hangouts di Google che abbiamo ampiamente insegnato a usare in Speed Webinar.

Un’alternativa è scegliere una piattaforma a pagamento, completa, versatile e adatta a diverse tipologie di comunicazione (se vuoi una mano, contattaci senza impegno!).

 

5 buone ragioni per programmare oggi la tua prima VideoConferenza.

Ci sono diverse ragioni per decidere di usare subito la WebConference per la tua comunicazione.

1. E’ economico

Nessuno spostamento, nessuna spesa! Siamo nell’ordine della massima resa con la minima spesa.

Immagina di dover comunicare con decine di persone provenienti da tutta Italia: quanto costerebbe a ognuno (o a te!) pagare la trasferta a ogni singola persona? Oppure, cosa comporterebbe attendere la prossima buona occasione per incontrarvi di persona e discutere degli argomenti più rilevanti e urgenti?

webinar-costiCon una WebConference tutto ciò viene cancellato: basta trovare il modo di accordarvi su un orario e un giorno (puoi usare ad esempio Doodle.com) e il più è fatto! Prepari le tue slide e ti trovi immediatamente a condividere le tue idee con decine o centinaia di persone. In tempo reale!

Il risparmio non è solo economico: in termini di tempo, la riduzione dei tempi di accesso e l’annullamento dei tempi di spostamento sono incredibilmente a favore dell’efficienza e del… portafoglio!

2. E’ ecologico

Per gli stessi motivi che hai appena letto, l’impatto ambientale dell’uso di WebMeeting e WebConference è assolutamente bassissimo: nessuna trasferta, nessuna immissione di anidride carbonica (ok, lascia perdere che anche i server consumano! Vuoi mettere con centinaia di auto che si spostano?), nessun contributo alle polveri sottili!

Se non sposti le decine di persone che devono conoscere la tua proposta stai contribuendo a creare valore, senza inquinare e senza sprecare!

E’ indubbiamente un aspetto da tenere in considerazione!

webinar-risparmio3. E’ semplice

L’abbiamo già descritto più sopra: usare le videoconferenze ti permette di comunicare e formare decine (o centinaia) di persone in modo veloce ed economico.

Noi lo facciamo tutti i giorni e mettiamo in connessione moltissime persone che vogliono lavorare, comunicare, imparare, collaborare insieme.

Se ti affidi ad esperti (o fai in modo che un tuo collaboratore lo diventi!), ti devi preoccupare solo della qualità dei contenuti e dei supporti visivi (le slide): massima efficacia e massima densità del messaggio.

4. E’ divertente

L’uso della tecnologia, soprattutto quando ne padroneggi alcuni “segreti” è sempre divertente e stimolante.

Se pensi alla potenza di uno strumento in grado di metterti in contatto con decine o centinaia di altre persone e se consideri quanto possa essere semplice, capisci l’energia e l’entusiasmo che riesce a offrirti questo strumento.

Noi l’abbiamo scritto e detto ovunque: il Webinar crea dipendenza! Prova e ci dirai!!! 🙂

5. E’ efficace

Considera che per una buona parte dei contenuti che solitamente possono essere trasmessi in aula e a parità di altre condizioni,  mediamente

Non è un dato scientifico, ma dal confronto con moltissimi esperti del settore ci siamo accorti che verosimilmente una persona che si concentra per un paio d’ore ben condotte, con la giusta metodologia e con alcune strategie specifiche, può effettivamente raggiungere un livello di concentrazione molto alto: apprendimento  duraturo, pervasivo e intensivo sono i risultati che possonoe ssere raggiunti con una videoconferenza ben progettata.

Come partire subito!

Prima di tutto scopri gli altri motivi, scaricando il nostro e-book gratuito “Webinar: 10 cose che non ti hanno detto (e che devi sapere subito!)” e anche “Manuale Pratico del Relatore 2.0“.

Leggili subito e scopri come e perchè il Webinar può cambiare il tuo modo di comunicare!

Se non sei del tutto convinto, leggi questo articolo: Webinar? Questione di centimetri!

prima videoconferenza trucchi e segretiIn secondo luogo, stabilisci il tempo necessario per realizzare la tua prima WebConference: quando la vuoi tenere? Di quanto tempo hai bisogno per poterla portare a termine? Stiamo realizzando, a tal proposito, uno strumento di auto-coaching che regaleremo a tutti gli iscritti a WebinarPRO nelle prossime settimane (stay tuned!) e che ti permetterà di stabilire le tue priorità e raggiungere i tuoi obiettivi grazie al tuo Webinar.

Infine, cerca le risorse che ti occorrono: economiche, tecnologiche e umane! Cosa ti serve per realizzare il tuo Webinar? Non fermarti alla piattaforma, quello è il minimo (scopri qui perchè)! Pensa a tutto il resto!

Appena sei pronto, faccelo sapere!

Vogliamo assolutamente partecipare!

Scarica l'E-Book Gratuito per imparare cosa sono i Webinar e cosa possono fare per te!

Se vuoi altre buone ragioni, leggi il nostro E-Book “Webinar: 10 cose che non ti hanno detto (e che devi sapere subito!)

Lo trovi insieme a molte altre Risorse e strumenti Webinar nel nostro Webinar Toolkit!

 

 

TeleSummit e Hangouts. Cosa sono e come organizzarli.

Cosa sono i Telesummit e cosa significa Hangout

 

Non solo Webinar, insomma!

TeleSummit e Hangouts sono parole che stanno emergendo sempre più spesso nella rete ed è sempre più frequente vederli associati ad eventi online ai quali, non molto tempo fa, erano associate parole come Webinar e WebConference. Mode? Non proprio!

In questo articolo vorremmo spiegarti cosa si cela dietro queste parole altosonanti e che, da un certo punto di vista, aprono molti scenari interessanti.

La premessa è sempre la stessa: attenzione alle parole nuove, alla loro eco nel web e, naturalmente, all’uso che ne viene fatto. Così come abbiamo imparato dall’articolo Webinar VS. Webcast: quando ti stanno prendendo in giro! ci vuole molto poco per usare un termine in modo malizioso, e trasmettere un messaggio che in realtà significherebbe altro.

Sapere come usare correttamente termini tecnici di questo tipo ci permette di valutare meglio le offerte che la rete ci offre e adattarle alle nostre esigenze!

 

TeleSummit

Hai capito cos’è un Webinar? No? Rileggiti Webinar, WebMeeting e WebConference: cosa sono e come funzionano!

telesummitSe prendi come mattoncino il singolo Webinar, un TeleSummit è un insieme di Webinar, una raccolta di interventi online dal vivo, accomunati da un tema comune. Se è corretto quello che cita l’Oxford Dictionary (Summit), l’accento non cade tanto sul numero di relatori (tanti!), ma sul livello:

late Middle English (in the general sense ‘top part’): from Old French somete, from som ‘top’, from Latin summum, neuter of summus ‘highest’

Il TeleSummit raccoglie quindi tante persone di spicco di un certo settore, i cosidetti guru, i numeri uno, la crème de la crème su un certo argomento buy generic clomid.

Organizzare un Telesummit è complicato almeno quanto organizzare una serie di Webinar, ma lo è ancora di più se l’obiettivo è composto dai seguenti elementi che, appunto, caratterizzano il TeleSummit:

  • Raccogliere relatori di altissimo livello, con un certa fama.
  • Raccogliere molti partecipanti e fare in modo che… partecipino!
  • Trovare la piattaforma webinar adatta per ospitare così tante persone.

Cos’è un Telesummit è quindi chiaro: un evento di una o più giornate, in cui uno o più organizzatori raccolgono gli esperti di un certo settore che presentano tramite webinar i loro contenuti e le loro presentazioni.

Il TeleSummit è in definitiva un insieme di Webinar di alto livello che coinvolgono molti esperti.

Coem organizzare Telesummit e Hangout

Come organizzare un TeleSummit

Come sempre, il miglior modo è documentarsi! Un libretto molto semplice, che sicuramente alcuni che si stanno lanciando in questo settore hanno assolutamente letto, è How to Be a Great Telesummit Presenter di Sheri Kaye Hoff.

L’autore offre alcune rapidissime e veloci indicazioni per organizzare un TeleSummit di qualità, offrendo anche alcune idee su come migliorare il proprio modo di presentare in eventi di questo tipo (ovviamente nulla che abbia a che vedere con Il Manuale pratico del Relatore 2.0! 8-).

In questo librettino i passaggi consigliati sono:piattaforma per telesummit

  1. Decidere il modello di TeleSummit da sviluppare: interviste, singole presentazioni, tavole rotonde online sono solo alcuni modelli di TeleSummit
  2. Accedere ad un’organizzazione esterna o presentarsi all’organizzatore, fornendo indicazioni in merito ai contenuti, al titolo, alla struttura e durata dell’intervento *
  3. Sviluppare un MediaKit, ovvero un raccoglitore di informazioni, link, risorse e tool relativi al nostro settore
  4. Promuovere il TeleSummit tramite tutti i canali possibili
  5. Prevedere e organizzare il post TeleSummit (che non è altro che un super Follow Up (leggiti l’articolo sul Follow Up di un Webinar ed estendilo a più eventi)

* Come puoi notare l’approccio di questo piccolo libro introduttivo è più per chi vuole presentare in un TeleSummit, piuttosto che per chi vuole organizzarne uno. Ma la logica è la medesima.

Le conoscenze e le competenze necessarie alla realizzazione di un TeleSummit sono quelle di un Webinar Designer (se vuoi diventarlo… clicca qui), con l’aggiunta da non sottovalutare di sapere organizzare eventi complessi che significa: orari, calendari, contenuti, registrazioni, iscrizioni, prezzi, promozioni, flussi, piattaforme webinar, e via dicendo.

Ci torneremo su questo argomento!

 

Hangout (o Hangouts, o Hang out)

hangout e telesummit - cosa sonoIl termine significa ritrovo, circolo, ma anche passare il tempo!

Alcuni provano a usare il termine come se fosse una formula speciale di Webinar. Tutt’altro! E’ fondamentalmente un Webinar.

Hangouts è anche il nome dei video incontri che offre Google e spesso la vera differenza sta proprio nell’uso di Hangouts di Google. Si tratta di una potentissima versione della video chat, che permette la condivisione del desktop e delle slides, la possibilità di avere centinaia se non migliaia di partecipanti e molte features utili che vedremo più avanti.

Hangouts conferma la regola che in WebinarPRO viene ripetuta come un mantra:

Il Webinar è ciò che fai, ciò che condividi, l’esperienza che crei con le persone che partecipano. attraverso una piattaforma.

Ma di fronte alla tua migliore presentazione in pubblico, l’essenziale era il videoproiettore? Quando hai fatto quella dichiarazione d’amore al telefono, la parte più importante era il dispositivo? E in quello splendido viaggio che ti ha cambiato la vita, l’elemento essenziale erano i pneumatici dell’automobile?

Hangouts è potentissimo e ti permette di organizzare dei Webinar di ottima qualità, con dei limiti e degli enormi potenziali. Ne parleremo diffusamente in una lezione di Webinar ABC, la prima Webinar School interamente Gratuita, anche perchè è proprio questo strumento che sta decretando la diffusione dei TeleSummit, risolvendo un importante problema, ossia l’accesso a strumenti potenti e gratuiti per organizzare un webinar.

Concludendo… sui Telesummit e su Hangout

Il TeleSummit richiede molte competenze che vanno ben oltre la progettazione e realizzazione di un Webinar. Ti richiedono esperienza e un ampio kit di attrezzi del mestiere che fanno molto riferimento alle figure del Webinar Designer e del Webinar Director (esplora i due profili).

Prima dovresti fare esperienza con il singolo webinar, poi passare alla serie di webinar e allora si, lanciarti in questo stimolante e attraente, quanto complicato settore.

Una dritta per i tuoi primi passi?

Eccola!

Clicca qui per accedere alla prima Webinar School completamente gratuita!

iscriviti subito, cliccando sull’immagine. E’ gratis e molto stimolante!

 

 

Fare una WebConference: come organizzare una conferenza online.

Fare una webconference è tutto sommato molto semplice!

La WebConference rappresenta, infatti, la tipologia base del Webinar e capire questo tipo di evento online significa capire la logica complessiva del Webinar: tutte le forme più avanzate di Webinar sono l’evoluzione tecnica, interattiva, organizzativa della conferenza online. Come gestire una Webconference

La sua origine coincide in qualche modo con la nascita del Webinar: fare una webconference è stata forse la prima forma di webinar.

Nata dalla conferenza classica, in cui uno o opiù relatori presentano con il supporto delle slide, si è semplicemente spostato il tutto online: la WebConference è quindi la presentazione di contenuti ad un audience che si collega online in diretta.Il Webinar come strumento per il Marketing

Questo tipo di webinar è ormai diventata la soluzione più comune per chi vuole fare personal branding, marketing, promuovere i propri prodotti e servizi, comunicare in modo efficace con più persone contemporaneamente un’offerta o un’idea.

La WebConference nella sua forma più diffusa, ha la caratteristica fondamentale di non essere associato direttamente a una vendita: la WebConference viene progettata e realizzata per promuovere, non vendere. La mancanza di monetizzazione e la formula gratuita dell’offerta di conoscenze, strategie, idee e consigli per fare meglio qualcosa o ottenere maggiori risultati in un determinato settore è ormai una delle scelte più diffuse per chi vuole farsi conoscere, il primo passaggio per crearsi una buona reputazione e spianare la strada per altri eventi successivi, anche a pagamento.

 

Quando usare la WebConference?

Le funzioni di un webinar semplice di presentazione sono:

  • Presentare idee, soluzioni, metodi, sistemi
  • Descrivere funzioni (di un servizio, un software, ecc.)
  • Confrontare soluzioni e metodi diversi
  • Convincere della propria professionalità e competenza nel settore

Queste sono caratteristiche abbastanza semplici ma sottolineano una questione fondamentale: lo scopo è farsi conoscere e promuovere le proprie competenze, e per raggiungere questo obiettivo, tutto il webinar deve essere completamente centrato su contenuti di valore!

Come strutturare una Webconference?

Il Webinar per promuovere e comunicare ideeIl nucleo fondante del webinar generico è, dunque, la presentazione, intesa sia come tradizionale presentazione di slide con commento audio, sia come visualizzazione condivisa dello schermo del relatore che lavora direttamente sul proprio software o su un sito internet, mostrando l’utilizzo e le funzioni principali.

La WebConference si concentra quindi sulla parte contenutistica del Ciclo Dinamico del Webinar, come abbiamo chiamato il nocciolo del Webinar nel nostro libro “Webinar Professionali” e, per alcuni versi, molto meno sull’interazione: siamo nell’ambito di trasmissione di contenuti, non di scambio attivo di informazioni e pertanto abbiamo un modello di comunicazione uno-a-molti o pochi-a-molti.

L’essenziale è che tale presentazione sia fluida e semplice e, che il relatore sappia fare emergere il vantaggio diretto di partecipare all’evento: ogni partecipante deve in qualche modo portarsi a casa qualcosa! E questo qualcosa deve essere concreto: un vantaggio, una soluzione, una risposta a una domanda, un metodo, un sistema.

 

 

Come organizzare un Webinar

Come organizzare un webinar è la prima domanda che molte persone ci fanno quando rientrano in una di queste categorie:

  • Vogliono formare molte persone senza spendere troppi soldicome organizzare un webinar
  • Vogliono presentare un’idea a più persone contemporaneamente
  • Vogliono lavorare online in modo sincrono con più persone

Il primo passo per fare un webinar di successo è capire qual è il corretto processo di sviluppo, quali sono le fasi per passare dalla propria idea alla fase finale e, sopratutto quali sono le fasi più critiche.

La sequenza migliore, ossia quella che ti permette di includere tutte le fasi possibili, è indubbiamente quella più semplice che possiamo immaginare, ossia quella riportata nel nostro libro Webinar Professionali (da cui abbiamo tratto l’immagine qui accanto).

Analisi

Il primo passaggio è porti alcune domande sugli obiettivi che ti poni, sul target, sui suoi bisogni, su come rispondere alle esigenze dei tuoi potenziali (e si spera, effettivi!) partecipanti.

Ma non solo: prima di progettare il tuo webinar, devi valutare tutte le opzioni che hai a disposizione, gli strumenti, le opportunità di fare alcune cose oppure di sceglierne altre.

La fase di analisi spesso viene sottovalutata, ma rappresenta la vera differenza tra un webinar professionale e un evento improvvisato, poco professionale e poco accattivante.

Progettare il Webinar

La seconda fase richiede la progettazione vera e propria e a nostro avviso si deve concentrare sulle tre dimensioni fondamentali di un webinar (e non solo!):

  • Contenuti: quali argomenti trattare nel webinar? Come strutturare i contenuti della webconference in modo efficace? Come erogare, condividere e sviluppare i contenuti in un webmeeting?
  • Processo: quale sequenza seguire nell’erogare i contenuti del webinar? Come strutturare le diverse attività nell’evento dal vivo?
  • Relazione:  come animare e moderare i partecipanti durante il webinar? Come gestire eventuali conflitti?

SetUp: preparare il Webinar

Il SetUp del Webinar raccoglie tutte le operazioni che riguardano la configurazione tecnica delle pagine web, della piattaforma, nonché la definizione dell’intero piano editoriale di comunicazione sui Social Media, quando è richiesta una buona promozione e divulgazione del nostro evento per raccogliere i partecipanti.

Evento live

Qui potremmo aprire il vaso di Pandora di tutto ciò che occorre sapere per realizzare l’evento dal vivo. E tutto il sito in qualche modo risponde a questa esigenza. Per questo post dobbiamo rinviare ad altri articoli questi aspetti.

Post Evento

Terminato il Webinar, non termina il lavoro di chi ha organizzato l’evento: è necessario dopo l’evento lavorare su alcuni aspetti fondamentali. Ad esempio, inviare la registrazione, raccogliere eventuali feedback, alimentare la conversazione sui temi che abbiamo trattato.

In questa fase finale, possiamo immaginare davvero qualsiasi ulteriore followe up, ma affronteremo separatamente tutti gli aspetti.

Da dove partire?

Indubbiamente dall’inizio!

Segui queste prime dritte:12980139_s

  • Stabilisci il tema del tuo webinar
  • Definisci gli argomenti
  • Crea una scaletta

E poi, aspetta: stiamo per fornirti tutte le informaizoni che ti servono! 😉

Cos’è un Webinar

Cos’è un Webinar? Come si pronuncia correttamente questa parola?

Non potevamo inaugurare questo blog in un modo diverso, ovvero togliere due dubbi che circondano il mondo del Webinar:

  • Come si pronuncia la parola Webinar
  • Cosa è davvero un Webinar

Per il primo punto, la pronuncia corretta è wèbinar (/ˈwɛbɪnɑː/), con l’accento sulla E, molto simile al termine inglese Seminar (/ˈsɛmɪnɑː/), senza pronunciare la R finale. Per i più curiosi, sul sito Memidex vengono raccolte tutte le definizioni del termine ed è possibile ascoltarne la pronuncia (guarda qui: come si pronuncia webinar e cos’è)

Come si pronuncia Webinar

Da dove proviene il termine Webinar e perchè ci interessa.

Il secondo passo da compiere è capire cosa sia un webinar. E in questo caso vogliamo la definizione giusta, funzionale, che ci spieghi cosa fare davvero durante un webinar.

Partiamo dalla sua origine, ovvero dalla contrazione di Web + Seminar: nel sito The WebinarBlog (http://bit.ly/wbnr_term) in un post del 2007 se ne ricostruiscono non solo le origini storiche, ma soprattutto gli aspetti legali dell’uso del termine che si direbbe registrato nel 1998.

E se tutto nasce da questi due termini, concentriamoci sul ruolo di Seminar in questa parola: cos’è un Seminario?

Il Dizionario Sabatini-Coletti ci offre questa definizione:

In ambito universitario, lezione in cui gli studenti partecipano attivamente con relazioni e interventi; esercitazione tenuta da un docente per un ristretto numero di studenti: seguire il s. di letteratura; estens. gruppo di studio finalizzato all’aggiornamento in un certo settore: s. aziendale (sec. XVI (1); a. 1873 (2)

Quindi in sintesi: cos’è un webinar e cosa ci puoi fare?

Abbiamo evidenziato le parole chiave che ci portano al nocciolo della questione: attivamente, studenti/docenti (che possiamo anche universalizzare con relatore/partecipanti), relazioni, interventi.

Nel nostro libro Webinar Professionali, dopo aver cercato un bel po’ in giro siamo giunti a questa definizione generale:

webinar_definizioneUn webinar è un evento pubblico che avviene online, accessibile quindi da chi vi è stato invitato o ne possiede una chiave d’accesso e che è collegato via internet.

Il webinar è un’occasione in cui più persone si ritrovano via internet, mediante una piattaforma o un software, nello stesso momento (modalità sincrona) per discutere di un certo argomento: chi presenta o conduce l’evento può usare diversi strumenti online, mostrando slide, filmati, confrontandosi in diretta con gli altri partecipanti, sia in forma scritta (tramite una chat) sia a voce (come se fosse una telefonata).

Può bastare? Si e no!

Molti pensano che per realizzare un Webinar la prima cosa da fare sia procurarsi una piattaforma, in realtà la prima cosa da fare è capire cosa faremo durante il webinar, come lo condurremmo, cosa ci aspettiamo che facciano i nostri partecipanti, come vorremmo interagire con loro.

Ed è per questo che è nato questo spazio: per raccontarvi queste cose e fornirvi le indicazioni utili per crear eil vostro primo Webinar Professionale.

Si parte?