Videoconferenze Amazon: una rivoluzione negli eventi online?

Videoconferenze Amazon: cosa possiamo aspettarci?

Videoconferenze Amazon e forse il mondo dei webinar potrebbe vivere una nuova rivoluzione.

Il web ha parlato e noi siamo in ascolto: Amazon, la famosissima azienda di Seattle, potrebbe essere in procinto di lanciare un servizio di videoconferenze.

Una notizia bomba, insomma.

Videoconferenze amazon

 

Le prime voci sono partite a fine mese scorso da TechCrunch, blog sul campo tecnologia e informatica. Gli indizi sono chiari: il colosso americano infatti ha acquisito negli scorsi mesi Twich e Elemental Technologies e, precedentemente nel 2015, ha acquisito Biba Systems, startup di San Francisco che sviluppa sistemi di videoconferenza.

La notizia dell’acquisizione della Biba Systems, scoperta a fine Novembre scorso, ha incontrato il silenzio stampa di Amazon: interpellata sul fatto, non ha voluto replicare.

Intanto i brevetti della Biba relativi ad un sistema di videoconferenza e allo streming audio sono passati ad Amazon Technologies negli ultimi mesi.

Le intenzioni dell’imbattibile colosso di e-commerce sembrano quindi molto limpide: creare una piattaforma di streaming audio e video che potrebbe, potenzialmente, spazzare via in poco tempo tutti i competitor. Secondo alcune indiscrezioni Amazon ha mostrato una demo su un nuovo sistema di videoconferenze ad un gruppo ristretto di persone.

 

Cosa potrebbe cambiare con il sistema di Videoconferenze Amazon?

Se Amazon dovesse rilasciare un sistema di videconferenze valido ed efficiente, da colosso diventerebbe un vero e proprio competitor di nomi come Microsoft.

Il passo potrebbe essere una naturale conseguenza alla vendita di servizi legati al cloud che già offre per le aziende.

Siamo davanti ad una potenziale bomba ad orologeria nel panorama delle videoconferenze! La realizzazione di Videoconferenze Amazon in questo campo non sarebbe altro che un’ulteriore conferma di quanto il settore stia prendendo piede: il futuro si sta muovendo verso una chiara direzione!

 

Videoconferenze Amazon e una possibile (necessaria) rivoluzione

Ma perché siamo così curiosi in merito al nuovo sistema di videoconferenze Amazon? Non è semplicemente uno dei tanti sistemi attualmente disponibili?

Come dire, ce n’era proprio bisogno?

Le piattaforme Webinar, dal loro avvento agli ultimi mesi sono sicuramente cambiate molto e ogni nuovo player nel settore ha sempre ampio spazio di creatività. Del resto, gli strumenti crescono anche in base alla velocità di evoluzione del loro utilizzo. Detto diversamente, più le persone utilizzano uno strumento, materiale o digitale, più emergono esigenze e bisogni prima inespressi, o semplicemente inesplorati.

In tal senso, probabilmente le piattaforme webinar potevano evolvere molto di più di quanto, in effetti, abbiano fatto negli ultimi 5 anni. L’entrata di un sistema di videoconferenze Amazon sta a significare che l’intero settore potrebbe avere una spinta notevole e la competizione e la concorrenza potrebbero avvertire l’esigenza di qualche salto qualitativo.

Insomma, possiamo affermare che una simile novità muoverebbe tante altre dimensioni nel settore.

 

Da dove abbiamo preso le informazioni sul sistema di WebConference Amazon

Per ora si tratta solo di rumors e indiscrezioni, ma sicuramente nei prossimi mesi (anzi, probabilmente nelle prossime settimane!), spunteranno altre novità.

Qui in WebinarPro rimaniamo sempre in ascolto e sull’attenti per tenervi aggiornati, stay tuned!

Abbiamo raccolto le informazioni da:

 

E le altre piattaforme?

Una novità che chi ci segue conosce da tempo è l’evoluzione del mondo Citrix, che con il nuovo sistema GetGo potrà dall’inizio del 2017 darci enormi soddisfazioni.

La notizia non è certo nuova. Nel WebinarBlog, uno degli ultimi rimasti a offrire informazioni fresche sul mondo dei webinar, Ken Molay quest’estate annunciava col titolo Citrix Names Collaboration Spinoff – GetGo questa piccola rivoluzione.

Noi lo sapevano dalla primavera ma ci era stato chiesto di tenercelo per noi!

Nel corso dell’ultimo semestre abbiamo assistito dall’interno a una grande crescita di GotoMeeting, GotoWebinar e GotoTraining, e a breve faremo una rassegna delle principali novità.

Con la nascita di un vero e proprio spin off e il distacco della famiglia GoTo dal mondo Citrix (e GetGo potrebbe rappresentare un ulteriore salto di qualità in questi strumenti), possiamo sicuramente attenderci grandi sorprese!

Google Hangout è morto, lunga vita a YouTube live!

Oggi è il giorno dello swich off, il giorno della chiusura per Google Hangout On Air.

Cosa significa per gli utenti di Google Hangout?

Prima di scoprire le ultime novità di questo strumento vediamo cos’è esattamente Hangout.

Google Hangout

Google Hangout cos’è?

Hangouts On Air (Hangout in diretta) è il servizio di messaggistica istantanea che Google ha inserito all’interno di Google+ fin dall’avvio della piattaforma di social networking.

Hangout, il cui nome iniziale in italiano suonava come “video-ritrovi”, puntava sul canale audio/video (live streaming) per la comunicazione con altri iscritti della piattaforma, quando ancora non esistevano tutte le applicazioni che oggi offrono lo stesso servizio.

Google ha promosso questo strumento sino allo storico incontro col Presidente Obama, seguito in diretta e con la possibilità delle interazioni testuali sul modello Q&A.

Per il grande pubblico la svolta è stata l’anno successivo, quando Hangout è stato connesso funzionalmente a YouTube Live, legando i due servizi di streaming.

L’infrastruttura di YouTube ha consentito di aumentare il numero di fruitori degli eventi, la compatibilità dei dispositivi di Hangout in diretta, nonché la memorizzazione dei flussi post-trasmissione.

Tutto ciò ha determinato per Hangout On Air un grande successo tra chi aveva necessità di fare un evento in diretta (anche se con circa 30’ di differita) facendosi ascoltare in audio e video da centinaia di persone.

Cosa succede oggi a Google Hangout?

Google Hangout

Da oggi non è più possibile programmare eventi live su Google+ e gli utenti dovranno spostare su YouTube quelli già programmati per date successive al 12 settembre.

Tecnicamente non succede quasi nulla, la piattaforma Hangout era già integrata a YouTube.

Gli eventi registrati saranno disponibili su YouTube, mentre su G+ verranno elencati nell’elenco delle attività in formato di sola lettura.

Inoltre due delle applicazioni più interessanti all’interno di Hangout On Air (“Q&A” e “Vetrina e Applauso”) non verranno trasferite in YouTube Live.

A nostro parere non tarderanno però applicazioni di terze parti che integreranno queste funzionalità.

La pagina di supporto ufficiale riporta tutti i dettagli di questo passaggio: “Gli Hangout in diretta saranno trasferiti da Google+ a YouTube Live

Quali saranno le conseguenze?

Due sono le implicazioni che questa decisione a breve tempo potrà determinare:

  • La prima implicazione è collegata alle cosidette “webinar machine”, ovvero applicazioni che utilizzano Hangout On Air per gestire eventi live apparantemente dislocati su altre piattaforme.

    Probabilmente si sposteranno tutti su YouTube Live lasciando più o meno invariate le funzioni.
  • L’altra implicazione è collegata all’immagine che Hangout On Air aveva creato verso le molte persone che utilizzavano questo sistema per fare eventi live streaming.
    Probabilmente ci vorrà un qualche tempo per far entrare YouTube nello stesso contesto d’uso, visto che attualemente YouTube è vista come piattaforma di streaming per video registrati.
Insomma, la piccola rivoluzione in casa Google sta mettendo in allerta molti professionisti della formazione, della comunicazione e del marketing: quando un oggetto su cui basi diverse attività viene a mancare o assume una nuova forma, i tempi di adattamento richiesti sono immediati.
Non è un caso che diversi professionisti stiano cercando valide alternative a questo strumento, di cui parliamo alla fine dell’articolo.

Youtube Live è probabilmente una fase di passaggio che ci porterà sicuramente diverse modifiche, alcune migliorative, altre non lo sappiamo ancora.

Stiamo ad osservare lo sviluppo degli eventi e ci poniamo un po’ di domande:
  • Quali features dobbiamo aspettarci?
  • Come si adatteranno i molti professionisti che utilizzavano Hangout in modo efficace e che ora devono cercare altre soluzioni?
  • Quali implicazioni avrà questo sull’intero mercato delle piattaforme webinar?
Vi terremo aggiornati.

Alternative a Google Hangout

La prima reazione di molti professionisti e aziende è stata quella di cercare una valida alternativa a Google Hangout (e per i pessimisti, che non vogliono correre ulteriori rischi, anche a YouTube Live!) e individuare subito software e piattaforme webinar possibilmente gratuite in grado di fare tutto ciò che faceva Hangout.

Non è un caso che anche in casa Citrix (la casa che distribuisce GoToWebinar, GoToMeeting e GoToTraining) ci siano grandi novità (che conosciamo da tempo e che aspettiamo il momento giusto per rendere pubbliche.

Non è un caso che anche SkyMeeting stia preparando sorprese interessanti.

Ci aspetta un autunno molto frizzante e ricco di novità nell’ambito degli eventi online, dei webinar e delle videoconferenze. E noi siamo qui per raccontarvelo!

 

Fare un webinar: i quattro pilastri

Come fare un webinar?

Fare webinar

Come fare un webinar? Mi pongono questa domanda ogni giorno: clienti, semplici curiosi, amici, familiari.

Forse anche tu, o forse l’hai solo pensato senza mai chiederlo ad alta voce.

Mi sono accorta che la maggior parte delle persone con cui entro in contatto hanno paura di cominciare a sfruttare i webinar proprio per la paura di non saper da dove cominciare.

Per questo oggi dedico il mio momento di scrittura ai quattro pilastri dei webinar: le quattro colonne portanti necessarie per farti preparare il tuo primo evento online di successo.

I quattro pilastri dei webinar

Guarda questo breve video e scoprirai quali sono i quattro pilastri dei webinar!

Riassumiamo: ecco quali sono i quattro pilastri dei webinar!

  • PROGETTAZIONE
    Riassumiamola in questi tre punti: come scegliere l’argomento strategico su cui puntare? Come progettare titolo e Tagline? Come elaborare una scaletta semplice ed efficace?
  • PROMOZIONE
    Quali strategie per promuovere il tuo webinar? Come selezionare i partecipanti? Come fare il pienone?
  • PRESENTAZIONE
    Quali sono le basi per essere professionali, eleganti e convincenti? Come costruire e creare uno stile di presentazione unico? Come evitare gli errori più comuni?
  • PIATTAFORMA
    Quale piattaforma webinar ti conviene scegliere? Come risparmiare sull’acquisto della tecnologia? Quali strumenti e tool utilizzare?

In questi anni Luca Vanin e Fabio Ballor hanno condiviso la loro esperienza scrivendo tantissimi post a riguardo.

Riordiniamo le idee e vediamo per ogni categoria che cosa ti hanno insegnato!

Progettare Webinar

Ecco una raccolta di articoli per imparare tutti i trucchi di progettazione:

Promuovere Webinar

Quali sono le strategie per lanciare il tuo webinar?

Presentare Webinar

Tutti i segreti per rendere ogni tuo evento online qualcosa di unico e assolutamente inimitabile

Piattaforma Webinar e strumenti

Come comportarsi con la tecnologia?

Fare un webinar: da zero a cento

immagine post(1)

Ho voluto raccogliere fonti e chiarirti le idee: se stai progettando il tuo primo webinar (o stai pensando ad un progetto molto più ampio!) puoi partire da questo articolo per avere accesso a tutto il materiale che ti serve.

Ma ti svelerò di più.

Abbiamo preparato qualcosa di assolutamente unico e speciale: la nostra prima giornata di formazione in aula.

Come si chiama il corso? “Come fare webinar. Da zero a cento“.

Quando e dove si terrà? A Milano, Venerdì 15 Luglio.

In otto ore imparerai tutto quello di cui hai bisogno per iniziare a progettare eventi online di successo per la tua attività. Una giornata di super formazione, ma con anche molto di più.

Sei curioso? Clicca qui per saperne di più. E se sei un gruppo o un’azienda non esitare a contattarci ad info@webinarpro.it: abbiamo delle proposte personalizzate per te.

 

 

 

Fare eventi online: consigli pratici su piattaforma e strumenti

Ormai lo sai: in queste settimane stiamo dando vita ai nostri eventi online totalmente dedicati ad insegnarti tutti i segreti dei webinar. Per noi fare eventi online è un vero e proprio mantra.

Nel caso ti sia sfuggita la notizia niente paura: puoi consultare il calendario dei prossimi incontri in questa pagina e rivedere le registrazioni di quelli passati iscrivendoti al Webinar Club.

fare eventi online

Pssss: è completamente gratuito per un mese.

Pssss: iscrivendoti hai tantissimi vantaggi e contenuti esclusivi.

Ma torniamo a noi: l’incontro di questa settimana sarà dedicato ad un confronto all’ultimo sangue tra le migliori piattaforme per erogare webinar di qualità. Parleremo di GoToWebinar, GoToMeeting, GoTotraining, Adobe Connect e molto altro.

Io ho già l’acquolina in bocca e sono andata a spulciare qui e lì tra i materiali di Venerdì.

Ed eccomi a farmi scappare qualche segreto.

Consigli pratici: cosa da fare e cose da evitare

Parlando di piattaforme e strumenti le cose da dire sono davvero infinite.

E molte te ne abbiamo già dette! Ti abbiamo raccontato dei pro e dei contro di avere una piattaforma tutta tua e come scegliere tra GoToMeeting, GoToWebinar e GoToTraining.

Io invece sarò breve. Eccoti una lista di consigli pratici quando si parla di piattaforme, strumenti ed eventi online:

  • Ricorda la cosa più importante: la tua connessione deve essere veloce. Niente connessioni USB!
  • Verifica l’inquadratura della webcam prima dell’evento: controlla cosa viene ripreso, soprattutto alle tue spalle, evitando oggetti o dettagli che potrebbero sembrare poco professionali.
  • Siediti con le spalle ad un muro bianco oppure inserisci un telo bianco: aiuterà a mantenere l’ambiente neutro. In alternativa puoi sfruttare una libreria o un poster a tema che rende tutto molto scenico.
    fare eventi online
  • Usa SEMPRE gli auricolari o una cuffia: evitarai echi e loop sonori.
  • Investi in un microfono professionale, meglio se a condensatore e collegamento USB. Se ne trovano di ottimi già a partire da 50-60 euro. night-vintage-music-bokeh Ne vale davvero la pena e la qualità dei tuoi eventi online farà un balzo avanti enorme.
  • Per libri, materiali, oggetti, o altre cose da mostrare, usa la webcam: è più vivace di una slide con la foto e spezza il ritmo della presentazione!
  • Carica in piattaforma una tua foto: se si blocca la webcam per qualsiasi motivo, puoi sostituirla con una tua foto statica. E’ un trucchetto molto semplice ma che fa davvero la differenza.
  • Se vuoi far usare tools online (ad esempio servizi online gratuiti, mappe mentali, ecc.) ai tuoi partecipanti, falli iscrivere in anticipo: eviterai inutili perdite di tempo e dispersioni durante il webinar!
  • Salvati la mailing list degli iscritti: può capitare un problema dell’ultimo minuto, un imprevisto che non ti permette di avviare il webinar. Capita! Usa subito tutti i canali possibili per rinviare l’incontro e invia una mail a tutti i partecipanti.

Fare eventi online: cosa NON influisce sulla scelta della piattaforma

Abbiamo sempre parlato dei punti da tenere in considerazione quando si deve affrontare la scelta di una piattaforma per erogare webinar.

Ma oggi vado contro corrente: ti dico tre cose che NON influiscono in alcun modo la tua scelta.

  • La velocità della connessione. Non è un problema a un’unica condizione: dobbiamo prevedere una connessione veloce evitando il wi-fi e le chiavette Usb.
  • Alcune piattaforme includono l’installazione di software sul computer. Non è rilevante: sono quasi sempre softwate semplici da installare e automatici.
  • Strumentazione hardware. Diamo per scontato che chi vuole realizzare un webinar professionale abbia la necessaria attrezzatura: un computer aggiornato e piuttosto potente, un microfono semi-professionale, auricolari o cuffie.

Webinar gratuito: come scegliere la piattaforma Webinar

 

 
Questi che ti ho dato sono solo piccolissimi spunti di quello che verrà raccontato nel Webinar di Venerdì prossimo, 27 Maggio 2016.

Ora che sei curioso e vuoi saperne di più puoi iscriverti all’incontro gratuito da questa pagina.

Ti aspetto Venerdì alle 14:30!

Una piattaforma webinar tutta tua? Pro e contro!

La migliore Piattaforma Webinar: tutti si chiedono quale sia

Sono quasi sicuro che ti sia posto questa domanda decine di volte e che ti stia ancora chiedendo qual è la migliore piattaforma webinar per quello che devi fare tu!

E fai bene, ma oggi voglio porti una domanda differente.

Sei davvero sicuro di avere davvero bisogno di una piattaforma webinar?

Oggi vogliamo rispondere a queste domande:

  • Conviene affittare una piattaforma webinar?
  • Quando vale la pena investire denaro in un abbonamento annuale a una piattaforma webinar?
  • È sempre indispensabile avere un software webinar per gestire la propria comunicazione online?
  • Come posso risparmiare nell’acquisto delle piattaforme webinar?

piattaforma webinar migliore

Procediamo con calma, partendo dalle basi:

La Piattaforma Webinar è un software che ti permette di erogare eventi online, come videoconferenze, riunioni online, webmeeting, webinar – ovviamente! – e realizzare momenti di trasmissione dal vivo adatti alla comunicazione, alla formazione, al marketing.

La maggior parte delle Piattaforme webinar più diffuse funziona via web o con l’installazione di un piccolo software (solitamente definito plugin oppure app, se lo installi su dispositivo mobile).

La migliore piattaforma webinar dipende esclusivamente dalle tue esigenze e dalla tipologia di evento che vuoi organizzare.

Ora che sai di cosa parliamo, vediamo di capire se l’acquisto di una piattaforma di questo tipo fa al caso tuo.

Conviene affittare una piattaforma webinar?

Prima di tutto, dipende!

Lo so non è una grande risposta, ma la scelta dipende concretamente dall’uso che ne vuoi fare e per capire se si tratta di una scelta intelligente per i tuoi bisogni, puoi porti alcune domande:

quanto costa una piattaforma webinar

  • Quanti eventi organizzerò concretamente nel corso dell’anno?
  • Quanti partecipanti coinvolgerò mediamente?
  • Quanto sfrutterò concretamente la piattaforma webinar?

Queste semplici domande hanno risposte abbastanza semplici.

  • Se organizzi meno di due-tre eventi al mese, la piattaforma potrebbe rappresentare una spesa eccessiva. Chiaramente se tali eventi sono gratuiti! Altrimenti, se vieni pagato per ogni webinar, il discorso dipende, da quanto quello che ti pagano copre la spesa stessa! Semplice, no?
  • Se i tuo eventi coinvolgono al massimo 3-5 partecipanti, ti basta uno strumento che quasi sicuramente hai già sul tuo computer: Skype! E se proprio vuoi, puoi osare con Skype Business. Se superi questo numero di partecipanti, allora comincia a prendere in considerazione l’affitto annuale di una piattaforma webinar.
  • Avere un software che ti permette di organizzare webinar ha una conseguenza diretta: organizzerai sempre webinar e userai il servizio online per qualsiasi tipo di comunicazione dal vivo. Insomma, diventerà il tuo nuovo modo di comunicare! Quanto sei predisposto a sfruttare la tua piattaforma online per fare webinar come strumento di comunicazione online più frequente?

Da queste domande e dalle risposte, puoi capire facilmente che il calcolo è semplice:

COSTO PIATTAFORMA / NUMERI EVENTI PREVISTI

Se il costo di ogni singolo evento online è sostenibile, è fatta! Sei sulla buona strada!

Quando vale la pena investire denaro in un abbonamento annuale a una piattaforma webinar?

risparmiare sulla piattaforma webinar gratis

La migliore piattaforma webinar è quella che ti offre il massimo risultato al minor prezzo possibile. E non ti sto dicendo una grande cosa, lo so.

Ma su questo aspetto, voglio farti riflettere sulla dimensione economica: stai puntando alla scelta della soluzione migliore per organizzare i tuoi eventi online e quindi la variabile prezzo risulta fondamentale.

Gli abbonamenti alle migliori e più diffuse piattaforme webinar migliori sono solitamente mensili o annuali e, se devi organizzare un numero contenuto di eventi, ti conviene scriverci e chiederci un consiglio (non ti preoccupare: non ti costa nulla! 😉 ).

L’abbonamento webinar annuale conviene solo quando hai in programma molti eventi e un discreto ritorno in termini di leads, marketing, o anche di revenue!

Se non riesci a bilanciare l’uscita economica di una piattaforma con l’entrata (o il risultato anche non strettamente economico, come la visibilità) che ne consegue, non ti conviene imbarcarti in questa direzione.

L’altra alternativa interessante e valida è l’abbonamento mensile: cerchi di concentrare tutti i tuoi eventi in un numero di mesi congruo e quindi tagli sensibilmente la spesa!

Infine, l’ultima alternativa è … chiederci un consiglio per risparmiare, per focalizzare e valorizzare le tue risorse, ridurre i costi e massimizzare i profitti di ogni tuo evento.

Pro e Contro di avere una piattaforma webinar tutta tua.

Supponiamo che tu abbia individuato la migliore piattaforma webinar, ossia quella più adatta a soddisfare i tuoi bisogni.

Bene ragioniamo sui Pro e i Contro. Partiamo da questi!

I CONTRO

  • Hai una spesa annuale che devi in qualche modo ammortizzare e coprire
  • Devi investire una cifra prima di sapere quale sarà il risultato
  • Il costo della piattaforma può essere cospicuo (300-3500 euro l’anno)

I PRO

  • Organizzi tutti gli eventi che vuoi, senza limiti, per un anno
  • Sfrutti pienamente tutte le funzioni comunicative, offrendo ai tuoi clienti un’immagine professionale (non il solito skype, insomma!)
  • Sperimenti diversi format, senza limiti, alternando e testando diverse combinazioni

È sempre indispensabile avere un software webinar per gestire la tua comunicazione online?

La risposta, so che ti stupirà, è… non sempre!

In moltissimi casi, la piattaforma può rappresentare un’ingombrante strumento addirittura eccessivo.

Vuoi qualche esempio? Eccoli:

  • Sessioni one-to-one
  • Piccoli eventi con gruppi ristretti (2-3 persone) senza condivisione di materiali e di slide
  • Conference call vocali, quindi leggi “telefonate” di gruppo.

In questi casi, l’investimento in una piattaforma è decisamente eccessivo e conviene sfruttare strumenti molto semplice, già a tua portata di mano, come Skype.

skype o piattaforma webinar

Tuttavia devi chiederti: posso sviluppare ulteriormente questi eventi? posso trasformare delle semplici chiacchierate in veri e propri eventi online? Posso aggiungere spunti, stimoli, contenuti e materiali alle mie presentazioni?

Se la risposta è affermativa e ti vuoi spingere oltre allora la prossima domanda è fondamentale!

Come posso risparmiare nell’acquisto delle migliori piattaforme webinar?

Prima di tutto abbandona il concetto di “gratuito”: le piattaforme gratuite hanno sicuramente dei pregi, ma non ti garantiscono la stabilità e sicurezza delle piattaforme a pagamento.

come scegliere la piattaforma webinar

Secondo, non pensare che devi spendere per forza cifre esorbitanti. Il costo di una piattaforma online della qualità di Gotomeeting, Gotowebinar e Gototraining oscilla dai 300 ai 3500 euro l’anno, e la differenza la fa il numero di partecipanti che vuoi coinvolgere, la tipologia di attività che vuoi presentare, la natura dei contenuti che vuoi offrire ai tuoi partecipanti.

Per capire meglio quale soluzione è più adatta alle tue esigenze, ti consiglio di leggere questo articolo:

Piattaforma webinar:
scegliere tra GoToWebinar, GoToMeeting e GoToTraining

Poi, hai un’occasione riservata ai lettori che hanno raggiunto questo punto.

Chiedici un parere, senza impegno!

In questo momento, in quanto unici distributori interamente specializzati nelle migliori piattaforme webinar Citrix, puoi chiederci informazioni per scegliere la piattaforma più adatta alle tue esigenze e risparmiare fino al 30%. Ancora per poche ore!

Compila il modulo e sarai ricontattata/o senza alcun impegno per valutare insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Richiedi assistenza per la tua piattaforma webinar

piattaforma webinar pro e contro

Piattaforma webinar: scegliere tra GoToWebinar, GoToMeeting e GoToTraining

Quale piattaforma webinar scegliere: GoToWebinar, GoToMeeting o GoToTraining?

Piattaforma Webinar: scegliere quella giusta può davvero influire sulla qualità dei tuoi eventi online?

Ma soprattutto, quali sono i criteri per scegliere la piattaforma webinar più adatta alle tue esigenze?

Queste sono le domande più frequenti che abbiamo ricevuto negli ultimi sei mesi e le richieste sono cresciute da quando siamo diventati primi e unici distributori interamente specializzati nelle tre piattaforme webinar di Citrix.

In realtà la questione è piuttosto semplice, ma è il caso di fare il punto a partire proprio dalle indicazioni che la stessa Citrix ci offre su GoToWebinar, GoToMeeting e GoToTraining.

Perché è importante questa scelta?

quale piattaforma webinar scegliereScegliere la Piattaforma Webinar ha una serie di inplicazioni dirette e importanti su tutto ciò che realizzerai durante il tuo evento online e non è un caso che uno dei nostri motti preferiti è proprio: la piattaforma webinar è l’ultimo dei problemi! (leggi anche Piattaforma Webinar: perchè è l’ultimo dei problemi!). Noi consigliamo sempre di invertire la tendenza e decidere prima di tutto cosa farai durante il tuo evento online e, solo in seconda battuta, scegliere il servizio webinar più adatto alle tue esigenze.

 

Quindi progettazione >> scelta piattaforma e non, come molte aziende e professionisti fanno, scelta piattaforma >> progettazione dell’evento.

Per aiutarti nella scelta del software e del servizio webinar più adatto alle tue esigenze, vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche e le applicazioni delle tre piattaforme più diffuse sul mercato, ossia GoToWebinar, GoToMeeting e GoToTraining e, in generale, vogliamo invitarti a prestare sempre molta attenzione a:

  • Cosa fa ogni singola piattaforma webinar
  • Quanti partecipanti può accogliere
  • Quali applicazioni ha per quali utilizzi

Esploriamole.

GoToMeeting prezzo scontato

 

GoToMeeting: l’ideale per le tue riunioni online

Le principali caratteristiche che la stessa Citrix descrive sono:

  • Qualità video in alta definizione per valorizzare al massimo il risultato della Webcam
  • Condivisione dello schermo, per poter presentare documenti, slide, materiali
  • Possibilità di usare tablet e pc (ma molti usano persino lo smartphone)
  • Audio direttamente incluso nella piattaforma con la possibilità di usare anche il telefono
  • Possibilità di chattare liberamente e apertamente
  • Personalizzazione del link di accesso

Il prezzo oscilla attorno ai 30 euro mensili a seconda del formato (con noi puoi risparmiare qualche euro in quanto partner ufficiali di Citrix) ed è la soluzione perfetta per chi deve organizzare in modo veloce, diretto e semplice una riunione online o una presentazione via web, garantendosi il massimo dell’interazione e della qualità audio e video.

GoToWebinar prezzo scontato

 

GoToWebinar: la potenza degli eventi online con tanti partecipanti

Ormai se frequenti le nostre pagine, sai distinguere tra un WebMeeting e un Webinar, giusto?

se non lo sai leggiti subito:

Webinar, WebMeeting e WebConference: cosa sono e come funzionano

Se il Webmeeting è più un momento collaborativo, il Webinar si concentra prevalentemente sull’erogazione di contenuti, in modo prevalentemente unidirezionale del tipo “pochi-a-molti”.

In questo caso, GoToWebinar fa al caso tuo, perché ti permette di:

  • Condividere la tua presentaizone online (con Powerpoint o Keynote o qualsiasi strumento)
  • Condividere il tuo desktop (ad esempio per le demo tecniche – se vuoi saperne di più leggi qui: Come organizzare una Demo via Webinar. Vademecum essenziale in 10 punti)
  • Registrare il tuo evento online e riproporlo ai tuoi partecipanti
  • Condividere la webcam per offrire un’immagine professionale ed efficace
  • Somministrare sondaggi e votazioni, interagendo con i tuoi partecipanti
  • Condividere documenti, file e risorse in modo semplice

GoToWebinar è quindi la soluzione ideale per organizzare eventi online, con una chat riservata (la vedono solo gli organizzatori e gli altri partecipanti non vedono domande e contributi di ogni partecipante) e con una qualità audio e video che poche piataforme possono garantirti.

Il costo mensile oscilla dai 90 ai 300 euro e acquistandola da WebinarPro puoi risparmiare fino al 30%!

GoToTraining prezzo scontato

GoToTraining: la formazione online di ultima generazione

L’ultima arrivata in casa Citrix è la piattaforma webinar che aspettavamo tutti: la qualità di GoToWebinar, l’interattività di GoToMeeting e le funzioni didattiche di uno strumento nato proprio per fare formazione.

GoToTraining ti permette di:

  • Usare webcam, condivisione dello schermo e chat per interagire in modo completo con gli allievi del tuo webinar formativo
  • Suddividere i partecipanti in gruppi paralleli (come se suddividessi la classe in gruppi) per collaborare ai progetti (si chiama Breakout)
  • Monitorare le attività e consultare i rapporti dettagliati sulla partecipazione alle sessioni, i risultati dei test di profitto e le valutazioni
  • Registrare e ridistribuire in modo efficace i contenuti dei tuoi eventi formativi
  • Valorizzare ogni condivisione di materiali, risorse, file utilizzando una libreria precostituita e progettata da te

GoToTraining quindi è perfetta per fare formazione online dal vivo e integra qualità e strumenti pensati proprio per i formatori.

Ha un costo mensile che oscilla dai 100 ai 300 Euro mensili (e qui lo sconto che puoi avere acquistandola da noi è decisamente goloso e poi concretamente risparmiare!) ed è perfetta per chi vuole ottenere di più dai propri eventi online di formazione, training e addestramento.

Quindi, quale piattaforma webinar scegliere tra GoToWebinar, GoToMeeting e GoToTraining?

Se hai letto i profili, ora è molto semplice e proviamo ad aiutarti con poche indicazioni:

piattaforma webianar scegliere

> Se hai piccoli o medi gruppi (fino a 100) e vuoi collaborare online scegli GoToMeeting.

> Se hai gruppi di partecipanti medio-grandi (dai 100 in su) e vuoi prevalentemente presentare online scegli GoToWebinar

> Se hai gruppi di partecipanti medio-grandi (dai 25 ai 200) e vuoi concentrarti sul processo formativo,  scegli GoToTraining

SE HAI CAPITO LE DIFFERENZE E VUOI RISPARMIARE FINO AL 30%
LEGGI QUI SOTTO!

WebinarPro è il primo e unico distributore specializzato nelle Piattaforme Citrix e quindi ti offre un vantaggio: con noi puoi ottenere fino al 30% di sconto sulle Piattaforme Webinar GoToWebinar, GoToMeeting e GoToTraining.

Se hai capito le differenze tra queste piattaforme e vuoi ottenerne una subito, completa che puoi utilizzare all’infinito, 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per l’intera durata dell’abbonamento, ottenendo vantaggi e sconti immediati, hai due opzioni:

  1. ci contatti subito all’indirizzo mail info@webinarpro.it [URGENTE]
  2. compili il modulo seguente e ti iscrivi alla nostra mailing list: ti aggiorneremo su iniziative e promozioni future.

 

RICEVI AGGIORNAMENTI, NEWS, PROMOZIONI SULLE PIATTAFORME WEBINAR DI CITRIX E SU COME USARE AL MASSIMO GLI EVENTI ONLINE

 

[Piattaforme Webinar] Quando e perché scegliere Adobe Connect

Scegliere la Piattaforma Webinar sembra essere complicato, ma lo è solo perché esistono oltre più di 50 alternative possibili.adobe-connect

In questo post vogliamo elencarti alcune motivazioni ragionevoli per scegliere questa piattaforma, tutte legati ad alcune considerazioni preliminari:

  1. Abbiamo alle spalle oltre 2.000 ore erogate via Webinar
  2. La nostra scelta della Piattaforma Webinar viene sempre dopo le scelte relative alla strategia e agli obiettivi dell’evento online
  3. Usiamo una gamma molto ampia di piattaforme disponibili, sulla base delle esigenze dei clienti, dell’evento e dei partecipanti

Adobe Connect: quando e come usarla

Come sai, al momento Adobe Connect è la nostra Piattaforma preferita, tanto che ne seguiamo smepre molto da vicino gli sviluppi (come abbiamo scritto nel post “Adobe Connect 9.3: piccole grandi rivoluzioni!“.

Ecco quali sono a nostro avviso le più importanti caratteristiche che rendono Adobe Conenct una piattaforma Webinar molto efficace.

1. È completa.

Permette di costruire la struttura dell’evento come la preferisci, nel modo più adatto alle tue esigenze interattive.

2. È multipla.

No, non ha nulla a che fare con l’automobile! 🙂

Con Adobe Connect puoi creare diverse aule, ognuna adatta per una fase del Webinar (ad esempio distinguendo tra accoglienza, content e momento di confronto) oppure specifiche per differenti compiti e obiettivi del tuo evento online

3. È versatile.

Adobe Connect ha l’incredibile flessibilità di adattarsi anche ai momenti interattivi e formativi più articolati e complessi, con la possibilità di pre-caricare materiali e contenuti di quasi tutti i tipi.

4. È veramente multimediale.

Adobe Connect ti permette di caricare musica, video, slide, documenti e molto altro, tutte risorse che arricchiscono la tua presentazione e la rendono varia e coinvolgente (soprattutto se hai seguito uno dei nostri corsi e hai imparato come si fa veramente un Webinar!)

5. Puoi creare gruppi di lavoro.

Hai presente quel magnifico momento collaborativo in cui in un’aula tradizionale il formatore decide di dividere le persone in sotto-gruppi, magari condotti da un tutor?

Ecco, con Adobe Connect lo puoi fare! 🙂

conference call

Adobe Connect: qualche limite

In oltre cinque anni di eventi di tutti i tipi con questa piattaforma, abbiamo sempre riscontrato più vantaggi che svantaggi.

Una volta il limite principale era il prezzo, lievemente più alto di altre soluzioni, ma oggi anche questo limite sembra essere superato, con i nuovi piani di pricing.

Un secondo limite è il suo pregio più grande: la complessità richiede tempo (o supporto) per essere padroneggiata. Con Adobe Connect puoi fare tante cose, ma devi investirci un po’ di tempo per sperimentare le diverse opzioni.

Oppure… c’è un alternativa!

imparare a usare adobe connect gotowebinar

Abbiamo sviluppato e organizzato un Corso Intensivo che ti spiega esattamente tutto ciò che ti occorre sapere (e molto di più!) su questa potente Piattaforma.

Puoi partecipare liberamente, iscrivendoti in questa pagina

Quanto costa fare un Webinar?

Organizzare un Webinar richiede alcune valutazioni iniziali molto importanti, tra le quali spiccano le tre domande fondamentali:

  1. Quanto costa fare un webinar, una videoconferenza, una riunione online
  2. Cosa include il prezzo di una piattaforma webinar?
  3. Come rientro di questa spesa

Non sono affatto domande banali, anzi molto importanti e se non te le poni subito, potresti incontrare qualche strana sorpresa.

piattaforma webinar costi confronto prezzi
Immagine: Sarah Maher | Stock Photo

Cosa determina il costo di un Webinar

Un Webinar ha un prezzo legato a tanti fattori che proviamo ad elencare qui sotto e per sapere quanto ti costa organizzare un Webinar, di qualsiasi tipo, devi semplicemente individuare le componenti del tuo evento online e poi costruire il tuo prezzo finale.

  1. Affitto della Piattaforma Webinarcosti e prezzi videoconferenze software
  2. Regia e conduzione
  3. Relatore/Relatori
  4. Marketing pre- e post- evento
  5. Gestione delle iscrizioni, delle comunicazioni e del follow up
  6. Eventuale Webinar Coaching (che facciamo solo noi! 🙂 )
  7. Know How

Queste in linea di massima sono le componenti del prezzo di un Webinar base. Il primo punto, ossia la Piattaforma Webinar c’è sempre, almeno che tu non voglia correre il rischio di usare una piattaforma gratuita, con i rischi che ne possono seguire!

La regia, la conduzione, e la gestione dell’evento, dipendono dalle tue competenze tecniche, strategiche, comunicative e manageriali: o le hai, o le puoi “acquistare” all’esterno, o un mix delle due (ad esempio, imparandole tramite la formazione, affidandoti a servizi temporanei mentre acquisisci tali competenze, come nel caso del nostro Webinar Team).

La gestione del pre- e post-evento, sia per quanto concerne il Marketing, sia le iscrizioni, le comunicazioni e il follow up possono anche in questo caso essere un’attività intrinseca del processo di progettazione e realizzazione del webinar, sia un’attività gestita da esterni, specializzati in questi aspetti.

Per quanto riguarda il come svolgere il webinar, ancora una volta facciamo riferimento ad attività che possono essere apprese e messe in opera agilmente, anche dopo un percorso di affiancamento (il Webinar Coaching di cui parliamo al punto 6) e rientrare nel know-how posseduto da chi organizza l’evento, oppure esternalizzate.

 confronto prezzi piattaforme webinar software

Immagine: bokica / 123RF Stock Photo

Quanto costa un Webinar in soldoni?

La variabilità è alta e mediamente per un evento standard, in cui gestisci tu stesso i punti 2, 3, 4 e 5 magari riesci ad assestarti tra una cifra compresa tra i 50 e i 100 euro, lievemente di più e sotto i 500 Euro se chiedi assistenza qualificata.

Sono range fisiologicamente dipendenti da tante cose:

  • Numero dei partecipanti
  • Tipologia di piattaforma
  • Creazione di eventi ibridi (o blended, misti) come un congresso trasmesso online, per esempio
  • Aspetti amministrativi prima, durante e dopo l’evento

Chiaramente lasciamo fuori le spese relative ai docenti e ai relatori, che dobbiamo per forza considerare come esterni!

come condurre un'aula virtuale

Come risparmiare sulla Piattaforma Webinar?

I costi dei Software Webinar, delle piattaforme per organizzare eventi online, sono solitamente mensili e per numeri piuttosto grandi rischi di spendere molto.

Se devi organizzare un singolo evento, una tantum, a quel punto ti conviene appoggiarti per un singolo evento a qualcuno che ne distribuisce tanti (ad esempio, NOI!)

Ad esempio, proprio in questi giorni gli iscritti a WebinarPRO hanno ricevuto un’offerta sottocosto: 100 euro per un evento da 1.000 persone! Impressionante, vero? Se non hai ricevuto l’offerta, scrivici subito!

 

prezzi e risparmio software webinar videoconferenze

 

Adobe Connect 9.3: piccole grandi rivoluzioni!

Adobe Connect, ormai si sa e non lo nascondiamo più di tanto, è la nostra piattaforma webinar preferita, per moltissime ragioni:

  • E’ completa
  • E’ stabile
  • E’ versatile
  • E’ accessibile economicamente

Proprio quest’estate (esattamente il 7 agosto), Adobe ha annunciato una piccola grande rivoluzione nell’interfaccia di questa potentissima piattaforma webinar (più sotto il link al post originale).

adobe-connect

La rivoluzione è tangibile e sono ormai diverse versioni che Adobe Connect presenta ai suoi utilizzatori una user experience sempre più completa, fornendo anche ai Webinar Designer professionisti funzionalità e strumenti straordinari, in grado di creare eventi online ricchi di stimoli e idee, sviluppando webinar e webconference capaci di catturare l’attenzione di qualsiasi partecipante!

Abbiamo dato un’occhiata tecnica a cosa ci proporrà questa nuova versione, disponibile nei prossimi mesi e che sperimenteremo ampiamente nel corso dei Webinar LAB (già che ci sei iscriviti subito!!!!).

 

Condivisione dello schermo: non dovrai mai più chiedere “Vedete il mio schermo?”

“Mi vedete?”

“Si vede bene lo schermo?”

“Si vedono le slides?”

Nei nostri corsi per professionisti del Webinar lo diciamo subito: evita di passare da sfigato! Ci sono altri modi per chiedere certe cose!

Ora Adobe Connect 9.3 ha semplificato ulteriormente questa funzione, permettendo di avere valide anteprime di tutto ciò che si sta condividendo! Niente male, no?!? E questa anteprima è impreziosita dalla possibilità di vedere prima ancora di condividere cosa stai condividendo: niente più errate condivisioni di password o foto di famiglia, insomma!

Come usare Adobe Connect

 

Lavagna condivisa

Condividere una lavagna su cui tutti possono scrivere richiede particolare arte, oltre che tecnica: devi riuscire non solo a spiegarne il corretto funzionamento, ma essere in grado di farla funzionare correttamente.

La lavagna condivisa nei webinar è sempre stata piuttosto scarna come caratteristiche e funzionalità. Adobe Connect 9.3 vuole troncare questa tradizione e offrire un’esperienza di lavagna condivisa ancora più completa e stimolante, con l’uso di colori, effetti e tutto ciò che vediamo nelle lavagne reali, quando facciamo formazione!

Sempre più vicini alla completa trasposizione dell’aula tradizionale all’aula virtuale! Saranno contenti i nostri amici di Formatorionline.com, almeno quanto lo siamo noi che adoriamo usare la questo importante strumento di condivisione!!!

Adobe Connect Whiteboard lavagna condivisa

Gestione più semplice e completa degli utenti

Anche la gestione degli utenti e dei diversi POD (i tools che rendono Adobe Connect semplicemente straordinaria e irraggiungibile!) è stata semplificata e, allo stesso tempo, arricchita!

E’ sempre più facile gestire permessi, funzionalità, accessi di ogni singolo partecipante, rendendone l’esperienza didattica e comunicativa sempre più ricca!

Gestione utenti e consigli adobe connect

Integrazione con i Social Media

L’integrazione con i Social Media fara letteralmente sbavare di “lussuria geek” ogni Webinar Designer coi fiocchi!

Non solo utilizzare il proprio account di diversi Social Media per accedere al posto di inserire Username e Password, ma anche una ricchissima funzionalità di condivisione che renderà Adobe Connect unos trumento aperto e potentissimo per quanto concerne la condivisione di ciò che accade nel Webinar in tutto il resto del mondo!

Adobe Connect condivisione social media

 

Registrazione in MP4

Nella pagina di descrizione non c’è questo punto, ma in un commento al post originale compare una funzionalità che semplifica moltissimo la gestione del Follow Up del Webinar: la conversione della registrazione in MP4!!!!

Comodissima e utilissima, soprattutto per i Device Mobili!!!

Adobe Connect mp4

 

Adobe Connect 9.3: non vediamo l’ora di provarlo!!!!

Insomma, l’anteprima delle nuove funzionalità di Adobe Connect ci ha ingolositi e stiamo già pianificando una serie di attività per sperimentarne le caratteristiche in modo completo.

Sicuramente ne useremo gran parte durante le due Edizioni Speciali di Speed Webinar, sia quella tradizionale, sia quella Business.

Abbiamo già aggiornato il programma dei percorsi formativi, aggiungendo una serie di strategie che questo tipo di tecnologia ora consente più rapidamente, in particolare nei percorsi di Webinar Director e Webinar Presenter, della Webinar Academy.

Infine, queste funzionalità saranno oggetto dei primissimi eventi del calendario del Webinar LAB, il contesto ideale per sperimentarne le features e per spingerne l’applicazione all’estremo!

 

Se vuoi leggerti l’articolo orginale in inglese, eccolo: Introducing Adobe Connect 9.3)

Nota: tutte le immagini sono tratte dal sito di Adobe Connect.

Piattaforme Webinar Free: quattro servizi gratuiti da provare!

Piattaforme Webinar: uno dei nostri motti preferiti è

Ma continuamente ci vengono poste le stesse domande:

Tra tutte le piattaforme webinar, quali scegliereste?

Quali criteri adottare per scegliere tra le diverse Piattaforme Webinar?

Esistono Piattaforme Webinar free, gratuite o low cost che siano anche affidabili?

 

piattaforme webinar free

Piattaforme Webinar Free: il confronto!

Siamo molto attenti alle esigenze dei nostri lettori e follower e abbiamo persino deciso di inaugurare il primo Webinar LAB (il modo pià divertente e collaborativo di imparare come fare un webinar o una videoconferenza) parlando proprio delle Piattaforme Webinar, di come sceglierle e di quali criteri adottare!

La serata è stata particolamente proficua e sono emersi alcuni nomi che possono interessarti!

Lo ammettiamo: non le abbiamo provate direttamente, o almeno non di recente, e quindi ci affidiamo ai commenti dei partecipanti al Webinar LAB: loro le hanno testate e ci hannod ato le indicazioni che trovi qui di seguito!

Se le provi e la pensi diversamente, facelo sapere, commentando qui sotto!

 

Piattaforme Webinar: quella gratis! AnyMeetinganymeeting

Siamo tutti partiti da Dim Dim e tutti, più o meno, ci siamo scontrati con i suoi limiti di banda, con i problemi di ascolto, con una qualità che ai tempi risultava comunque piuttosto contenuta.

AnyMeeting è decisamente diversa, più solida, sempre gratuita e, anche se piuttosto giovane (nasce nel 2009, come giustamente afferma Wikipedia), sta riscuotendo un buon successo.

L’aspetto più intrigante è il fatto che gratuitamente si possa avere una piattaforma Webinar per 200 persone, con pubblicità, chiaramente! Non l’abbiamo testata recentemente con 200persone, ma sarà l’obiettivo di uno dei prossimi Webinar LAB. Chi l’ha fatto ha detto che per poche persone (diciamo massimo 10-20?) funziona, ma spingersi a testarla per un evento di massa non sperimentale, magari pure a pagamento è altra cosa!

C’è qualche coraggioso disposto a lanciarsi? Ok, ci proveremo noi! Stay tuned!

 

Piattaforme Webinar: l’altra gratis, ma complicata! Big Blue Button

Big Blue Buttonbigbluebuttonlogo è un’altra soluzione piuttosto diffusa, anche a livello professionale (abbiamo diversi clienti che l’hanno installata sul proprio server e sono felicissimi!

La vera differenza rispetto ad altre soluzioni è che si tratta di un’installazione che richiede una discreta banda e che richiede alcune skill base per l’isntallazione, nonchè alcuni requisiti tecnici a cui prestare attenzione!

Big blue button è una di quelle piattaforme webinar poiuttosto versatili, magari non straordinaria dal punto di vista grafico, ma indubbiamente efficace. Se vuoi testarla, puoi accedere alla demo sul sito ufficiale

 

 

Piattaforme Webinar: quella che non si capisce come! MeetCheap (ex GVO)

meetcheaplogoMeetCheap (fino a non molto tempo fa GVO) non è una piattaforma gratuita, ma sicuramente molto economica entro certi limiti: meno di 20 euro l’anno!

Abbiamo consociuto diverse persone che la adottano e ci raccontano che fino a 100 persone fila tutto liscio, mentre dalla 101esima in poi devi avere fede in qualche protezione divina o credere fermamente in qualche gesto scaramantico!

Diciamo che il confronto tecnico presente sulla loro pagina la rende piuttosto appetibile, sia per costi che per funzionalità, tra cui spicca anche la formula teleseminar, ovvero solo voce senza sussidio video o webcam.

Il titolo di questa sezione è dato dal fatto che molti hanno provato questa piattaforma, alcuni l’hanno trovata straordinaria, altri la odiano e… non si capisce se e come funziona!

Ok, abbiamo capito: mettiamo in conto pure questo test! 🙂

 

Piattaforme Webinar Free: l’ultima arrivata che… non so! Fuze

Fuze è l’ultima arrivata, o perlomeno, è l’ultima che abbiamo scoperto!Fuze_logo

Ce l’hanno segnalata diversi insegnanti e il motivo si spiega dal fatto che è gratuita fino a 25 partecipanti, numero piuttosto contenuto ma verosimile (insomma non ci fa venire tutti i dubbi relativi a AnyMeeting, di cui abbiamo parlato più sopra).

Dalla loro descrizione sembra piuttosto completa e interessante: condivisione di 12 webcam, condivisione dello schermo e di contenuti, e un prezzo piuttosto accessibile fino a 125 partecipanti: 8 Dollari!

Come tutte le altre, anche Fuze ha la possibilità di essere usata su dispositivi mobili e su tutti i sistemi operativi principali.

Insomma, altro mondo da esplorare!

 

E che dire di tutte le altre Piattaforme Webinar Gratuite?

piattaforme webinar freeLe piattaforme sono come i funghi: basta aspettare, e ne compaiono a decine!

Ad esempio, non abbiamo citato Hangouts di Google, l’avete notato?

Eppure ci abbiamo scritto un bel post TeleSummit e Hangouts. Cosa sono e come organizzarli.

Eppure è la base di Speed Webinar, il primo, eccezionale corso rapido per imparare come fare un webinar.

Eppure è proprio di oggi il post di Salvatore Russo sull’implementazione del pulsante di Hangout di Google per i siti:

 



Quindi, perchè non parlare di Google Hangouts in un post sulle Piattaforme Webinar Free? Semplice, perchè l’abbiamo citata e avremmo molto di cui parlare, quindi rinviamo a un post più completo sul tema! 🙂

E tu, che esperienza hai con queste piattaforme?

Ne conosci altre?

Ce le vuoi segnalare?

Due dritte finali da non perdere!

 

SE VUOI IMPARARE A FARE WEBINAR

USANDO HANGOUTS

LA PIÚ COMPLETA DELLE PIATTAFORME WEBINAR FREE

SPEEDWEBINAR_2014 - RELOADED - LOGO alto

SE VUOI IMPARARE A FARE WEBINAR

IN MODO PROFESSIONALE E CREATIVO

COLLABORANDO CON ESPERTI E NEOFITI

IN UN GRUPPO DI RICERCA E SPERIMENTAZIONE

Imparare a usare i webinar - Webinar LAB

 

 

Piattaforma Webinar: perchè è l’ultimo dei problemi!

strumento software piattaforma webconference videoconferenza online gratisLa piattaforma per realizzare aule virtuali, videoconferenze, riunioni online e webseminar sembra essere sempre il focus: chi vuole organizzare un evento online si pone subito il problema di quale piattaforma o software webinar adottare.

Ma prova a pensarci:

Hai voglia di fare un viaggio, sai già che sarà un viaggio on the road, in macchina.

Cosa è più importante: la vettura con cui viaggerai o le tappe del viaggio? La qualità delle gomme e dell’asfalto, o i posti da vedere e le cose da fare?

Eppure, tutto va nella direzione opposta. E ora ti spieghiamo perchè!

Quando ti metti dall’altra parte

Abbiamo seguito un Webinar di un importante distributore di una delle piattaforme più diffuse (e per noi la migliore in assoluto!) perchè volevamo conoscere meglio la loro piattaforma per classi virtuali, webmeeting e conferenze online.

Eravamo, quindi, semplici partecipanti per una volta, non consulenti o formatori ed eravamo collegati perchè davvero interessati all’argomento, non per studiare il modo di condurre eventi online.

Come è andata?

 

O R R I B I L E !!!

come rendere noioso un webinar

Uno dei peggiori Webinar a cui abbiamo mai assistito!

Esattamente l’opposto di quello che insegnamo nei nostri corsi!!!!

Ecco l’elenco di ciò a cui abbiamo assistito (e siamo stati pure buoni!):

 

  • Nessun tipo di accoglienza
  • Nessuna introduzione/preparazione/warm up
  • Nessuna presentazione dell’agenda
  • Pessimo uso dei sondaggi, buttati a caso, senza nessun tipo di collocazione nella struttura
  • Audio orribile, metallico, inascoltabile, con il sottofondo delle altre persone nell’ufficio
  • Nessuna webcam: una voce anonima, impersonale, fuori campo che condivide lo schermo
  • Ritmo da videotutorial della peggior specie
  • Nessun tipo di interazione “vera” con i partecipanti
  • Nessun vero legame con i partecipanti

 

Perchè la piattaforma webinar non garantisce un buon risultato

coinvolgere durante una videoconferenzaChi organizzava l’evento, come abbiamo scritto, è un distributore di Piattaforme Webinar, quindi espertissimo dello strumento. Sa dove cliccare, sa come configurare lo spazio web , sa come attivare le principali funzioni.

Insomma, possiamo dare per scontato che per loro la piattaforma sia un problema già risolto!

Gli manca tutto il resto: capacità di conduzione, entusiasmo, passione, capacità di comunicare, capacità di coinvolgere, capacità di insegnare, formare e favorire l’apprendimento.

E’ per questo che nei nostri corsi (scrivici se vuoi avere maggiori informazioni) puntiamo prima di tutto sulla progettazione e sulla capacità di gestire l’evento dal vivo: solo quando sai presentare (e, prima, progettare!) un Webinar, ti devi porre il problema di quale sarà lo strumento più adatto alle tue esigenze.

 

La piattaforma webinar può essere un freno, se…

Il Webinar è fondamentalmente un PromoWebinar, un Webinar per il Marketing di un prodotto, in questo caso la piattaforma.

Ora, se la piattaforma che permette di erogare l’evento nonr appresenta un vero problema,

piattaforma per videoconferenze aula virtualeLa qualità della presentazione deve essere altissima, perchè qualcuno acquisti per mezzo di un Webinar. L’esperienza deve essere avvolgente, coinvolgente, trainante, entusiasmante, sbalorditiva, esplosiva! Ci vuole un tocco di eleganza, una giusta dose di humor, un pizzico di sfacciataggine.

E non sono doti che si acquistano al supermercato, come del resto la piattaforma: in pochi click hai il tuo software webinar in mano, cosa ci farai?

D’altra parte, la piattaforma può diventare un freno: se sei convinto che un Webinar sia fondamentalmente la piattaforma, sottovaluterai l’importanza dei materiali, delle slide, della scaletta, del climax da creare, del ritmo, della personalità.

Se nella tua prospettiva, il Webinar è fondamentalmente una trasmissione tecnica di informazioni, stai sottovalutando l’elemento più importante: TU.

Cosa abbiamo imparato da questa esperienza.

Abbiamo avuto ulteriore conferma che chi punta l’attenzione solo ed esclusivamente sul software o sulla piattaforma per erogare eventi online, sbaglia di grosso! L’efficacia di un evento viene da altro, non dalla tecnologia.

Come sempre, e l’abbiamo imparato negli ultimi 15 anni di esperienza nel settore, la tecnologia è uno strumento, non un fine!

Prima capisci questo meccanismo, prima otterrai straordinari eventi dal vivo, a cui associare orgogliosamente la parola Webinar!

piattaforma per fare webinar gratis

E tu? Quali esperienze negative e terribili hai vissuto in questo ambito?

Vuoi raccontarci la tua esperienza per farne tesoro e imparare dagli errori altrui (e anche nostri, perchè no?)?

Videoconferenze: 4 consigli pratici per chi ha fretta di iniziare!

Videoconferenze: è facile iniziare

Fare videoconferenze online diventa sempre più spesso una scelta quasi obbligata: in tempi di crisi è molto più semplice organizzare un evento online, senza spostare fisicamente le persone, ottimizzando i tempi, le risorse e, ovviamente, il budget!

Ma come fare una conferenza online se hai fretta e non sai da dove iniziare?

Ecco quattro semplici consigli per ridurre al minimo i costi e i rischi, ottimizzando le risorse e gli strumenti che hai già a disposizione.

 

1. Valuta bene i tempi e i numeri

Sicuro di avere davvero fretta? Sicuro di non trovarti solamente nella situazione “non ho tutto il tempo che vorrei“?

numero partecipanti webinar e conferenze onlinePer promuovere, lanciare e raccogliere adesioni a un webinar sono necessari indicativamente dalle 2 alle 4 settimane, in relazione inversamente proporzionale alle seguenti variabili:

  1. Disponibilità di un database di potenziali utenti già interessati
  2. Posizionamento e reputazione
  3. Esperienza diretta nel settore
  4. Capacità di comunicare online e non solo ai potenziali partecipanti

Più queste dimensioni sono sostanziose, solide, affidabili, più si riducono i tempi necessari per raccogliere adesioni.

Ma c’è un “MA”!

QUANTO TI PUOI FIDARE DEL TUO DATABASE DI CONTATTI?

Chiaramente non sopravvalutare il tuo database di potenziali interessati.

Un conto sono le persone che si sono iscritte, ad esempio, alla tua mailing list, un conto quelle che si iscrivono al webinar e, ancora, un conto quelle che effettivamente prenderanno “fisicamente” parte all’evento.

Se si tratta di un evento a pagamento e i numeri vengono raggiunti in termini di posti venduti ben prima dell’evento, puoi anche non preoccuparti: raggiunto il tuo obiettivo, se un partecipante alla fine preferisce non esserci e guardarsi la registrazione, si perde qualcosa, ma tu il tuo risultato l’hai raggiunto.

Se invece il tuo webinar è del tipo “di raccolta” (leggiti il nostro “Webinar Marketing“) il risultato che più conta è rappresentato da chi entra effettivamente e da chi… rimane!

Ricordati questa regola fondamentale:

Questa percentuale varia sensibilmente, ma è difficile che si aggiri attorno al 90-100%, anche per Webinar a pagamento!

Quindi per un webinar di 100 posti, immagina di dover raccogliere almeno 200, 250 potenziali interessati! E stai pronto anche all’evenienza che ci siano tutti!

 

2. Non comprare tutto subito

Non c’è nulla di più frustrante di acquistare un abbonamento mensile o addirittura annuale da diverse centinaia, se non migliaia di euro per la piattaforma e poi trovarti con un decimo dei partecipanti.webinar - come risparmiare

Noi siamo per un giusto equilibrio tra pessimismo e ottimismo: si chiama realismo!

Supponiamo che tu stia facendo tutto il necessario per raccogliere adesioni e partecipanti e che le cose vadano lisce! In termini molto generali, potresti affittare la piattaforma persino il giorno prima, correndo il rischio di passarci la notte per imparare a usarla. Anche le demo gratuite vanno bene, ma devi comunque lavorarci.

Quindi prima di sganciare qualsiasi euro, presta attenzione a:

  • testare una demo con amici e conoscenti per prendere dimestichezza con la piattaforma
  • confrontare tra loro diverse piattaforme
  • essere sicuro che il webinar si terrà (lo sai dal rapporto che abbiamo visto più sopra!)

3. Affidati a chi ha già fatto

Un altro modo efficace per fare le cose in modo sicuro e poco dispendioso è affidarti a chi le fa quotidianamente, o almeno ha molta esperienza su webinar e conferenze online del tipo che vuoi organizzare tu.webinar: come partire da zero

Un esempio? Noi!

Chiederci un parere non ti costa nulla e anche avere un preventivo per organizzare un evento: lo facciamo volentieri perchè ci piace entrar ein contatto con idee sempre nuove e stimolanti!

Qual è il vantaggio di chiedere ad altri di occuparsi degli aspetti tecnici?

Semplice, che ti concentri su altri aspetti, più legati alle tue attività e ai tuoi contenuti.

Noi l’abbiamo imparato a nostre spese! E abbiamo decine di amici e clienti che hanno confermato questa cosa: a volte pensiamo che un consulente o un provider di servizi costi di più di farselo in casa e a volte questa convinzione è supportata dal desiderio di occuparci di tutto e di imparare ocme farlo, diciamo i tenerci il know how in casa!

Niente di più sbagliato: il tempo è denaro e imparare a usare una piattaforma di webinar o un software per fare conferenze online ti può richiedere molte ore, se non giorni.

Il vantaggio è che impari per la prossima volta, ma il costo in termini di lavoro aggiuntivo è enorme rispetto al chiedere ad altri.

E non ha particolare prezzi, anzi a volte è pure … gratuito!

Ad esempio, Insegnalo.it lavora spesso in partnership: nessuna spesa e revenue sharing! Se funziona si fa fifty-fifty del ricavato!

Non male, non credi? Anche in termini di affitto di una piattaforma: acquistare la piattaforma per un mese (a volte abbiamo sentito anche persone che l’hanno acquistata per un intero anno, pagando diverse migliaia di euro!!!), quando prevedi un solo webinar è estremamente più costoso rispetto ad acquistare un singolo webinar, a volte si tratta del 200%, altre volte persino il doppio!!!

 

4. Cerca risorse immediate e rapide

Partire da zero quando vuoi realizzare un webinar, è una situazione abbastanza frequente, ma investire tempo e risorse in compiti e scelte sbagliate è ancora più diffuso.

fare una conferenza online inmeno di 3 ore

Qualche esempio.

Non hai il sito internet. Non è detto che ti serva. Non è obbligatorio avere una landing page. A volte può bastare un servizio gratuito per creare un blog (tipo Blogger o WordPress.com): crei una pagina statica, la metti online e la condividi con i tuoi contatti. Anche le pagine di Facebook o Linkedin: sono gratuite e possono essere sufficienti a veicolare traffico e informazioni.

Non hai una mailing list. Esistono servizi gratuiti che ti permettono di raccogliere fino a 2000 indirizzi come MailChimp, ad esempio! E ti permette di avere diversi modi per creare una pagina di raccolta, una lista, un modulo e molto altro.

Non hai una piattaforma. Già detto: non devi per forza svenarti e ci sono mille altri modi, come ad esempio usare Hangouts di Google.

Non sai da dove partire. Ecco questo è un altro discorso, che merita uno spazio a sè!

Insomma quando le risorse sono scarseggianti è l’intuito, la furbizia, la ricerca dell’idea giusta che fanno la differenza. E poi, i consigli degli esperti: qui ne trovi una valangata e se ti iscrivi al sito sarai aggiornato sulla svolta della tua vita! Speed Webinar!

 

Cosa fare quando non sai da dove partire.Clicca qui per accedere alla prima Webinar School completamente gratuita!

Questa è proprio un’altra situazione.

Se sei arrivata/o fin qui vuole dire che qualche idea ce l’hai (o almeno sai dove trovarla… qui!).

Un’altra idea è quella di iscriverti subito a Webinar ABC: proprio in questi giorni stiamo lanciando un corso rapido che… lo scoprirai solo iscrivendoti gratuitamente a questo sito (clicca qui) o alla Webinar School (clicca qui).

Per darti un’idea della portata della cosa… fissa l’immagine qui in alto, quella di Speed Webinar…

Immagina cosa può fare per te!

Il software per il Tuo Webinar: come scegliere la piattaforma

Scegliere una piattaforma è solitamente il primo passo che si compie per avviare il proprio webinar.

 

le migliori piattaforme per webinar webconference webmeeting videoconferenze conferenze online

 

Ovviamente, senza una piattaforma online per webinar non potremmo realizzare un seminario online, ma siamo sicuri che partire dalla scelta della piattaforma sia il modo migliore di procedere? Forse stiamo sopravvalutando un po’ troppo il ruolo di questo, seppur importante, strumento…

Vuoi un esempio?

Prova a cercare su Google le parole chiave per esplorare quali sono i tool e le piattaforme più adatte per organizzare il tuo prossimo webinar.

Troverai decine e decine di pagine su quali sono i criteri per scegliere il software per la tua WebConference. Ad esempio, in un post che ha ormai qualche tempo, ma che rimane abbastanza valido, nel blog HongKiat.com vengono raccolti ben 18 diversi tool differenti che ti permettono di organizzare webmeeting, webconference, webinar di marketing e qualsiasi evento live di questo tipo. Te ne bastano 18? Sono davvero molti 18 servizi webinar!

Sei più esigente? Vuoi una rassegna delle 10 migliori piattaforme per Webinar e Webconference? Il sito TopTenReviews ti offre un’analisi completa e dettagliata dei dieci migliori strumenti del 2013.

Insomma, la piattaforma per un webinar può essere scelta agilmente, utilizzando degli ottimi siti che mostrano caratteristiche e specifici requisiti di ogni singolo strumento per webconference.

Come scegliere la piattaforma Webinar?

Come scegliere i servizi Webinar per realizzare una Videoconferenza o una riunione online?

Secondo noi, nell’approccio ideale bisognerebbe curarsi prima della progettazione e dell’organizzazione del webinar, con la relativa definizione delle attività, e solo in seconda battuta, ci si dovrebbe occupare della scelta della piattaforma che meglio risponde alle nostre esigenze.

software per videoconferenze webinar webmeeting conferenze onlineSolo una volta elaborata la struttura del webinar, si passerà alla scelta dello strumento più adatto. Tale scelta risulta spesso complessa, sia perché rispecchia la moltitudine di soluzioni offerte dal mercato, sia perché dobbiamo tener conto del budget a nostra disposizione.

Nella scelta più giusta per la piattaforma (come abbiamo anche indicato nel nostro libro Webinar Professionali) possiamo farci guidare da alcune considerazioni:

  1. Gli scopi e la struttura complessiva dell’evento – riflettere sulla tipologia di webinar che vogliamo realizzare può senza dubbio aiutarci. Di cosa ho bisogno per realizzare l’evento? Ho bisogno di una o più aule? Ho bisogno di registrare gli incontri? Queste domande dovrebbero aiutarci ad orientarci nella gamma di funzioni e strumenti disponibili.
  2. la dimensione dell’evento – quante persone penso di riuscire a coinvolgere? Questa variabile incide molto sul prezzo della piattaforma. Il nostro consiglio è partire con piattaforme in grado di ospitare 100-200 partecipanti e poi aumentare il numero.
  3. Il “contesto” in cui si svolge il webinar, ossia la possibilità di accedere ad un database di contatti potenzialmente interessati e alla possibilità di fornire un follow up (per approfondimenti si rimanda a questo – inserire link – articolo).
  4. Il supporto – essere consapevoli di possedere o meno le competenze necessarie ad organizzare e gestire un webinar può farci decidere di scegliere una piattaforma che fornisca assistenza dal provider della piattaforma.

E se proprio vuoi ancora entrare nel merito del confronto tra tutte le piattaforme e scegliere la migliore (noi abbiamo la nsotra personale opinione inmerito!), ti rimandiamo a un terzo sito, Online Meeting Tools Review: il sito confronta (e tiene aggiornata la lista!) oltre una trentina di servizi webinar online di diverso tipo fornendoti diversi criteri di scelta e molte opzioni per la valutazione.

E se vuoi spendere davvero poco per il Tuo Webinar!

Immagina di voler proporre un Webinar Free, un Webinar gratuito per promuovere un tuo servizio, un prodotto, un’idea o te stesso!Scopri come fare un webinar a meno di un euro per partecipante

Chiaramente vuoi spendere poco e cercare la piattaforma Webinar più economica e migliore!

Ecco! Ora puoi farlo!

Scegli la piattaforma, il numero di partecipanti e… scegli noi!

Il tuo Webinar può essere molto economico:

  • Acquisti solo il numero di Webinar o eventi dal vivo che vuoi realizzare
  • Pianifichi i tuoi eventi
  • Risparmi oltre il 70%

 

SCEGLIERE LA TUA PIATTAFORMA WEBINAR LOW COST E’ SEMPLICE

CLICCA QUI PER TROVARE LE OFFERTE PER WEBINAR E WEBMEETING