Promuovere un webinar con un’email di invito: come ottenere più iscrizioni

Quando si tratta di promuovere un webinar, non puoi fare a meno delle e-mail.

Recentemente è stato chiesto quante email promozionali sono state inviate al pubblico prima dell’evento, e oltre il 57% di chi ha risposto ha dichiarato di averne inviate almeno tre. Ma stanno sfruttando al massimo quelle email? In media, hai meno di otto secondi per convincere il lettore che vale la pena passare il tempo a leggere l’intera e-mail. Come fai a sfruttare quegli otto secondi? Questi sono i cinque elementi tipici delle e-mail di promozione degli eventi:

promuovere un webinar

 

1. Oggetto della mail accattivante

Senza un oggetto accattivante, le persone non aprono nemmeno la tua email. C’è sicuramente un’arte e una scienza per elaborare un oggetto davvero vincente. L’arte sta nel creare una frase abbastanza originale per far sì che le persone vogliano impegnarsi e leggere di più. Dovresti promettere un cambiamento o offrire una soluzione a un punto critico o a un bisogno specifico del tuo pubblico. L’oggetto ideale dovrebbe essere chiaro, eccitante e soprattutto breve.

E che dire della “scienza“? Questo richiede un test A/B. Vuoi sapere quali domande o affermazioni migliorano l’oggetto? Provale! Sospetti che segmenti diversi di pubblico potrebbero rispondere in modo differente a diversi messaggi? La soluzione è segmentarli e testare! Vuoi sperimentare la personalizzazione delle e-mail? Provala! Più ti cimenti, più impari sul tuo pubblico – e minore sarà il tempo che impiegherai per scrivere la tua prossima e-mail.

2. Banner cliccabile

La prima parte dell’ email dovrebbe essere un banner per il tuo webinar. Il banner dovrebbe includere il nome del webinar, l’ora e la data, un’immagine accattivante che evoca il tema del tuo webinar e un grande pulsante “Iscriviti adesso” (che, idealmente, il cliente clicca per registrarsi).

3. Incipit straordinario

Hanno aperto la tua e-mail, hanno visto un bellissimo banner cliccabile, e adesso … bisogna vedere come si rapportano alle prime righe della tua straordinaria e-mail durante i pochi secondi in cui hai ancora la loro attenzione. Le prime righe di un’email sono come i primi minuti di un grande spettacolo televisivo. Hai bisogno di attirare ulteriormente il pubblico in modo che siano a interessato a continuare a guardare – o nel nostro caso, leggere. Divertiti pensando a come creare una e-mail con un’apertura efficace! Poni una domanda provocatoria. Condividi una statistica interessante o un fatto divertente per suscitare il loro interesse. Presenta uno scenario ipotetico convincente. Mostra ai tuoi lettori che capisci la loro situazione e i loro punti deboli e sai come risolverli.

4. Elenchi puntati con vantaggi

Dai 3 o 5 punti, lascia che il lettore possa sapere esattamente quello che otterrà partecipando al tuo webinar. Offri soluzioni a problemi che hai sollevato nella prime righe della tua e-mail o espandi la promessa implicita nel titolo del tuo webinar. Concentrati su spunti o soluzioni che possono prendere i tuoi lettori, ad esempio suggerimenti o how-to.

5. Chiudi con la CTA [ chiamata all’azione]

Hai catturato la loro attenzione, hai mostrato loro quello che hai da offrire; ora è il momento di portarli a casa! Concludi la tua email indicando chiaramente i vantaggi che potrebbero trarre partecipando al webinar. Fornisci al lettore un link cliccabile  in modo che possano registrarsi subito.

Questo articolo è la traduzione italiana di “5 Elements of Great Webinar Promotion Emails” che puoi trovare qui.

The following two tabs change content below.
Figlia di un informatico, sono cresciuta tra computer e icitì. Chiuso il notebook afferro i pennelli. Decoupage, make up e nail art sono il mio femminile creativo. Non getto mai la spugna. Impossibile e irraggiungibile? Sfide stimolanti. Ho conosciuto Luca Vanin e WebinarPro in un progetto universitario. Da allora i webinar fanno parte del mio quotidiano. Mi sto laureando alla Bicocca di Milano, Scienze Psicosociali della Comunicazione. Tesi? Webinar marketing e webinar training: come cambiano i processi aziendali di vendita e formazione. Ricerca 2017, naturalmente!
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *