[Piattaforme Webinar] Quando e perché scegliere Adobe Connect

Scegliere la Piattaforma Webinar sembra essere complicato, ma lo è solo perché esistono oltre più di 50 alternative possibili.adobe-connect

In questo post vogliamo elencarti alcune motivazioni ragionevoli per scegliere questa piattaforma, tutte legati ad alcune considerazioni preliminari:

  1. Abbiamo alle spalle oltre 2.000 ore erogate via Webinar
  2. La nostra scelta della Piattaforma Webinar viene sempre dopo le scelte relative alla strategia e agli obiettivi dell’evento online
  3. Usiamo una gamma molto ampia di piattaforme disponibili, sulla base delle esigenze dei clienti, dell’evento e dei partecipanti

Adobe Connect: quando e come usarla

Come sai, al momento Adobe Connect è la nostra Piattaforma preferita, tanto che ne seguiamo smepre molto da vicino gli sviluppi (come abbiamo scritto nel post “Adobe Connect 9.3: piccole grandi rivoluzioni!“.

Ecco quali sono a nostro avviso le più importanti caratteristiche che rendono Adobe Conenct una piattaforma Webinar molto efficace.

1. È completa.

Permette di costruire la struttura dell’evento come la preferisci, nel modo più adatto alle tue esigenze interattive.

2. È multipla.

No, non ha nulla a che fare con l’automobile! 🙂

Con Adobe Connect puoi creare diverse aule, ognuna adatta per una fase del Webinar (ad esempio distinguendo tra accoglienza, content e momento di confronto) oppure specifiche per differenti compiti e obiettivi del tuo evento online

3. È versatile.

Adobe Connect ha l’incredibile flessibilità di adattarsi anche ai momenti interattivi e formativi più articolati e complessi, con la possibilità di pre-caricare materiali e contenuti di quasi tutti i tipi.

4. È veramente multimediale.

Adobe Connect ti permette di caricare musica, video, slide, documenti e molto altro, tutte risorse che arricchiscono la tua presentazione e la rendono varia e coinvolgente (soprattutto se hai seguito uno dei nostri corsi e hai imparato come si fa veramente un Webinar!)

5. Puoi creare gruppi di lavoro.

Hai presente quel magnifico momento collaborativo in cui in un’aula tradizionale il formatore decide di dividere le persone in sotto-gruppi, magari condotti da un tutor?

Ecco, con Adobe Connect lo puoi fare! 🙂

conference call

Adobe Connect: qualche limite

In oltre cinque anni di eventi di tutti i tipi con questa piattaforma, abbiamo sempre riscontrato più vantaggi che svantaggi.

Una volta il limite principale era il prezzo, lievemente più alto di altre soluzioni, ma oggi anche questo limite sembra essere superato, con i nuovi piani di pricing.

Un secondo limite è il suo pregio più grande: la complessità richiede tempo (o supporto) per essere padroneggiata. Con Adobe Connect puoi fare tante cose, ma devi investirci un po’ di tempo per sperimentare le diverse opzioni.

Oppure… c’è un alternativa!

imparare a usare adobe connect gotowebinar

Abbiamo sviluppato e organizzato un Corso Intensivo che ti spiega esattamente tutto ciò che ti occorre sapere (e molto di più!) su questa potente Piattaforma.

Puoi partecipare liberamente, iscrivendoti in questa pagina

The following two tabs change content below.
Da 15 anni sfrutto la mia laurea in Filosofia e in Psicologia per aiutare aziende e professionisti a realizzare percorsi formativi e promozionali online, sfruttando al massimo la tecnologia offerta dai Webinar, dalle Aule Virtuali e dalle VideoConferenze. Sono autore insieme a Fabio Ballor del primo manuale italiano sul tema degli eventi online "Webinar Professionali" (Hoepli, 2013) e del primo libro al mondo sul "Public Speaking Online" (Dario Flaccovio Editore, 2015). Sono fondatore insieme a Fabio Ballor, Paola Breseghello e Marco Canali di WebinarPro srl.

Ultimi post di Luca Vanin (vedi tutti)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *