presentare webinar titolo

7 consigli pratici (+ 1 bonus!) per scrivere il tuo prossimo titolo

Il titolo di un Webinar, come quello di un film, di un libro rappresenta il biglietto da visita per avvicinare le persone potenzialmente interessate a quello che hai da proporre e guadagnarti la possibilità di raccontare la tua storia.

In oltre mille ore di Webinar di tutti i tipi abbiamo imparato che il titolo fa la differenza. Ma come scrivere il titolo giusto, quello magnetico, simpatico, stuzzicante e stimolante in grado di spingere le persone a fare un passo verso di te ed esplorare la tua proposta?

Recentemente ci è capitato sott’occhio un articolo molto interessante scritto da Nathan Safran, per The Moz Blog.

Il titolo è già piuttosto invitante: 5 Data Insights into the Headlines Readers Click!

In buona sostanza, sulla base di un po’ di analisi dei dati relativi ai click su diverse tipologie di titolo, Nathan arriva ad alcune conclusioni interessanti che proveremo ad adattare al mondo dei Webinar: la domanda di base è “quali sono i titoli che funzionano meglio?

presentare webinar titolo

Obiettivo: scrivere un titolo che attiri l’attenzione e che spinga le persone a registrarsi e a partecipare.

Cinque tipologie di titoli

Vediamo di capirci subito. Quali sono i cinque tipi di titoli studiati dall’autore dell’articolo?

  1. Normale:  Organizzare un webinar efficace
  2. Domanda:  Come si organizza un webinar?
  3. Come:  Come organizzare un webinar
  4. Numeri: 3(+1) modi per organizzare un webinar?
  5. Riferimento al lettore: Ciò che devi sapere assolutamente per organizzare un webinar

Analizzando le statistiche provenienti dalle homepage di alcuni siti molto famosi, l’autore conclude che esiste un ordine di preferenza tra queste cinque tipologie di scrittura del titolo.

scrivere contenuti webinarLe riprendiamo in ordine di efficacia:

  1. Number: 3(+1) modi per organizzare un webinar? (36%)
  2. Riferimento al lettore: Ciò che devi sapere assolutamente per organizzare un webinar (21%)
  3. Come:  Come organizzare un webinar (17%)
  4. Normale:  Organizzare un webinar efficace (15%)
  5. Domanda:  Come si organizza un webinar? (11%)

Significa che quando scrivi un titolo devi metterci dei numeri che creano quantità e fanno venire in mente la domanda “Quali saranno quei 3 modi per organizzare un webinar? E quel +1? Vuole dire che non ne conosco uno e che mi sto perdendo qualcosa?“. In più ci puoi mettere il riferimento al lettore, alla sua esperienza e al suo modo di affrontare l’argomento.

Forse una buona soluzione potrebbe essere qualcosa tipo:

[message type="success"]

3(+1) modi per organizzare un webinar che ancora non hai esplorato

oppure

3(+1) strategie che forse non conosci per organizzare un webinar

[/message]

titolo giusto webinarUna possibile spiegazione del meccanismo è la chiarezza: i primi della lista sono molto più chiari, diretti, specifici e fanno riferimento all’esperienza diretta del lettore. Interpretando i risultati nell’ottica del Neuro Web Marketing, possiamo dire che attivano parti del cervello più antiche, in quanto forniscono un’idea precisa anche del nesso con la persona interessata. Le ultime due sono troppo aperte e generano troppe possibili alternative nella testa di chi le legge.

Maiuscole o minuscole?

In inglese l’uso delle iniziali maiuscole è alquanto diverso dall’italiano, quindi qui la differenza si sente.

Per quanto ci riguarda, l’uso anglosassone nei titoli se non è del tutto sbagliato, in italiano è quanto meno poco ortodosso. Però, teniamoci le conclusioni di Nathan: meglio il Sentence Case (ovvero la maiuscola iniziale nella frase e la maiuscola solo per i nomi propri e per le parole di rilievo) e il tutto Maiuscolo, anche se a molti può persino dare fastidio.

Il consiglio è usare la normale struttura della maiuscole e, se vuoi, mettere in rilievo le parole chiave con la maiuscola.

7 consigli pratici (+ 1 bonus!) per scrivere il tuo prossimo titolo

Rispettando le indicazioni di Nathan l’ultimo titolo non poteva che essere così! :-)

  1. Massima chiarezza e semplicità nella creazione del titolo del Webinar (e non solo)
  2. Attenzione ad ortografia e alla combianzione dei suoni delle parole
  3. Usa i numeri e quantifica i risultati che otterranno partecipando (o leggendo)
  4. Uso di termini chiavi come “strategia”, “metodo”, “infallibili”, “segreti” – ma senza esagerare!
  5. Uso di qualche maiuscola solo per le parole chiave
  6. Utilizzo di gergo specifico per la nicchia a cui stiamo rivolgendoci, ma comprensibile anche per altri
  7. Puntare sempre a un titolo che attiri l’attenzione, che non sia esclusivamente serio e che attivi la testa di chi lo legge.

E il bonus?

Semplice: usa sempre la creatività e fai in modo che il titolo non sia già stato sentito o non rientri nei soliti clichè.

Quindi, alla fine, se vuoi essere un po’ originale, dimentica anche questi consigli!

Per leggere l’articolo completo in inglese, clicca qui!

 

Autore: 

Filosofo e psicologo, si è sempre occupato di formazione e consulenza, sia in presenza che online.
Ormai da oltre una decina di anni si occupa di tutti gli aspetti inerenti l’interazione online, sulle modalità di comunicazione centrate sul web, sviluppando sistemi di tutoring e orientamento online, per importanti realtà universitarie e organizzative.
Aiuta Aziende e privati a realizzare percorsi formativi e promozionali online, sfruttando al massimo la tecnologia offerta dai Webinar, dalle Aule Virtuali e dalle VideoConferenze.

    Trovami online:
  • facebook
  • googleplus
  • linkedin
  • twitter
Loading Facebook Comments ...
1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Come scrivere un titolo efficace, capace di attrarre le persone e portarle a registrarsi, a leggerti, ad interessarsi a ciò che hai da dire? 7 consigli pratici e un extra!  […]

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>